• propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Luca1980

Nuovo Iscritto
Proprietario Casa
Buongiorno, sono al mio primo acquisto (anche se già proprietario di un immobile) e quindi assolutamente inesperto.

Nell'annuncio relativo all'appartamento che mi interessa si legge: "Possibilità di accollo mutuo esistente" dal che deduco che sullo stesso gravi una ipoteca volontaria. Poiché dispongo di liquidità sufficiente non sono interessato a sottoscrivere mutui e preferirei versare subito tutto l'importo dovuto.

Vorrei però capire in che modo il compratore viene garantito in queste situazioni. Esplicitando, chi garantisce che l'attuale proprietario estingua effettivamente il mutuo? E' possibile concludere la compravendita solo nel momento in cui l'immobile risulta privo di qualsiasi "vincolo"?

Grazie in anticipo
 

Franci63

Membro Senior
Proprietario Casa
Vorrei però capire in che modo il compratore viene garantito in queste situazioni. Esplicitando, chi garantisce che l'attuale proprietario estingua effettivamente il mutuo? E' possibile concludere la compravendita solo nel momento in cui l'immobile risulta privo di qualsiasi "vincolo"?
Una volta decisa la data del rogito, la banca mutuante predispone il conteggio del residuo mutuo, e firma assenso preventivo alla cancellazione di ipoteca, se riceve il saldo nel giorno previsto.
Al rogito farai due assegni; uno per la banca per il residuo mutuo , l’altro al venditore per la differenza tra prezzo dell’immobile e residuo mutuo.
Tutto avviene sotto il controllo del notaio.
Naturalmente il residuo mutuo deve essere inferiore al prezzo pattuito.
 

Luca1980

Nuovo Iscritto
Proprietario Casa
Una volta decisa la data del rogito, la banca mutuante predispone il conteggio del
Grazie mille per la risposta. Ne approfitto per un'altra domanda sempre su questo argomento: la procedura che hai descritto deve essere menzionata anche nel contratto preliminare di compravendita?
 

Franci63

Membro Senior
Proprietario Casa
la procedura che hai descritto deve essere menzionata anche nel contratto preliminare di compravendita?
Nel contratto preliminare, o già nella proposta (se acquisti tramite agenzia), deve essere scritto solo che l’immobile sarà venduto libero da ipoteche o altri pesi o gravami: peraltro è una frase sempre presente in ogni vendita.
È però consigliabile che sia indicato , almeno approssivamente, l’entità del mutuo residuo, o , ancora meglio , farsi mostrare un documento della banca in merito.
 

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Le Ultime Discussioni

Ultimi Messaggi sui Profili

angelamura ha scritto sul profilo di elisabetta giachini.
sono proprietaria al 50% di un appartamento di una casa bifamiliare. L'altro 50% e di proprietà del mio ex marito,L'altro appartamento che si trova al piano di sotto e' di proprieta' al 50% sempre del mio ex marito e 50% di mia figlia. Ora ci sono delle spese da sostenere per il tetto della casa. Per quanto io devo partecipare ? grazie
Alto