1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. claudina

    claudina Membro Junior

    ciao a tutti! ad ottobre affitterò un appartamento a studenti o studentesse, abito in ancona, zona universitaria, vorrei sapere se sono obbligata a fare un contratto concordato (devo mettermi a calcolare balconi, posto auto ecc.) secondo gli accordi con il comune oppure se posso fare un contratto transitorio di 1 anno, a canone libero, senza fare tanti conti complicati, xchè altrimenti sono costretta a rivolgermi all'uppi o non so dove e pagare non so quanto...se avete un modello ne gradirei una copia, grazie!!!:amore:
     
  2. dolly

    dolly Membro Senior

    Professionista
    Contratto d'affitto per studenti universitari
    http://www.sunia.it/files/modulistica/contratti/contratto_studenti.pdf
     
    A claudina piace questo elemento.
  3. tovrm

    tovrm Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Anche il transitorio ha il canone vincolato agli accordi territoriali, ma ha una tassazione meno favorevole rispetto a quella agevolata del contratto per studenti.
    Gli unici contratti a canone libero sono il 4+4 ed il turistico.
     
    A Fausto1940 piace questo elemento.
  4. claudina

    claudina Membro Junior

    ciao, grazie x la risposta, allora sono obbligata a fare tutti i conteggi!!!va bene il modello c del sunia che vedo allegato alla mia domanda???:sorrisone:
     
  5. claudina

    claudina Membro Junior

    ciao! il file che mi hai mandato va bene anche x il concordato? se le tasse sono più a mio favore con il concordato, in un certo senso sono "obbligata" a sottoscriverlo....insomma, hanno reintrodotto una specie di "equo canone", o sbaglio?
     
  6. tovrm

    tovrm Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Qui trovi i modelli dei contratti, anche in formato word (il pdf non è editabile) :ok:
    Contratti di locazione ad uso abitativo concordati

    Comunque, se ti fai dare copia degli accordi territoriali dal comune, vedrai che non sono poi così complicati. Basta un foglio Excel e risolvi agevolmente.

    Considera inoltre che i canoni agevolati sono rivalutabili nella misura del 75% dell'indice Istat, per cui se l'ultimo l'accordo territoriale è stato siglato, ad esempio, nel maggio 2007, puoi applicare gli incrementi fino al maggio 2012.
     
    A Fausto1940 piace questo elemento.
  7. giolucianipinsi

    giolucianipinsi Membro Ordinario

    IMU: Intollerabile Morire Umiliati.

    P.S.
    E se il Comune non ha previsto nulla, si può fare lo stesso un contratto di 9 mesi a studenti? Si può stipulare solo da novembre a maggio/giugno, facendosi dare un robusto fondo spese per eventuali danni, dato che poi invece di tre studenti, la domenica sera quando arrivano, a volte ci dormono in trentatre?
     
  8. tovrm

    tovrm Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Il massimo di cauzione che puoi richiedere è pari a 3 mensilità.

    La legge prevede che il canone di affitto nelle aree metropolitane e in tutti i capoluoghi di provincia non può superare quello stabilito negli accordi territoriali del canale concertato. Nel tuo caso questo dovrebbe essere l'accordo territoriale vigente (veifica comunque presso il Comune):
    Accordo per il territorio del comune di Ancona

    Il modello contrattuale rimane quello previsto per legge anche nel caso in cui non fossero stati stipulati specifici accordi territoriali.
     
  9. tovrm

    tovrm Membro Senior

    Proprietario di Casa
    In mancanza di sottoscrizione degli Accordi in sede locale, i contratti vengono stipulati sulla base degli Accordi territoriali e integrativi previgenti, fino all’emanazione del decreto ministeriale di cui all’articolo 4, comma 3, della legge 9 dicembre 1998, n. 431 (Decreto Ministero Infrastrutture 30.12.2002, G.U. 11.04.2003), ovvero: per quei comuni per i quali non siano mai stati definiti Accordi si fa riferimento all'Accordo vigente nel comune demograficamente omogeneo di minore distanza territoriale anche situato in altra regione (DM 10-03-2006 del Ministero delle infrastrutture e dei trasporti, Pubblicato nella Gazz. Uff. 24 maggio 2006, n. 119).
     
  10. claudina

    claudina Membro Junior

    ci proverò a fare i conti, grazie
     
  11. claudina

    claudina Membro Junior

    ho trovato il modello specifico del comune di ancona e sono riuscita a fare i conteggi, ma non compare la voce dell'aggiornamento istat nè la data dell'accordo territoriale....:disappunto:
     
  12. tovrm

    tovrm Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Scorri il link del mio post ed alla fine troverai: «Depositato presso il Comune di Ancona il: 9 Ottobre 2003»
    ;)
    Quanto all'aggiornamento Istat lo desumi dalle leggi vigenti sulle locazioni :daccordo:
     
  13. claudina

    claudina Membro Junior

    ho letto attentamente il link che mi hai mandato, ma nelle valutazioni (minimo, medio, massimo) non compare alcuna cifra, sono le stesse di quando è stato firmato l'accordo, ossia il 1999???:shock:grazie, ciao
     
  14. tovrm

    tovrm Membro Senior

    Proprietario di Casa
    L'ultimo accordo è del 2003. E comunque chiedi al Comune copia dell'ultimo accordo disponibile.
    Ovvio che le cifre siano quelle di quando è stato firmato l'accordo. Sta a te rivalutare quelle cifre sulla base degli indici Istat ce sono pubblicamente disponibili sul sito dell'Istituto Nazionale di Statistica e nella misura del 75%.
     
  15. claudina

    claudina Membro Junior

    grazie, i tuoi consigli sono stati preziosi, credo di essere in grado, con i testi del comune, di fare tutti i conteggi e di rivaklutare la cifra con l'istat, spero di non essere costretta a pagare uppi o sunia x il contratto!!se sbaglio poi, che mi succede? probabilmente il comune mi farà fare una correzione...
     
  16. tovrm

    tovrm Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Fatti i conteggi, sottoscrivili insieme agli inquilini ed richiama il documento nel contratto di locazione, del quale diventa un allegato. Magari, per prudenza, puoi tenerti leggermente al di sotto dei valori calcolati, anche per evitare future contestazioni.
    Non sei obbligata a servirti delle associazioni di categoria: quella è una semplice facoltà.
     
  17. claudina

    claudina Membro Junior

    ciao a tutti!!dovrò affittare un appartamento a studenti, a canone concordato (sono obbligata dagli accordi, vivo ad ancona) ed ho visto tutte le tabelle relative ecc. il quesito è questo, posso, eventualmente, affittare anche ad un lavoratore affittandogli una stanza a canone concordato o devono essere necessariamente studenti? a volte capita una richiesta da parte di un giovane lavoratore che, x età, potrebbe anche essere affine agli studenti e non so come comportarmi, grazie
     
  18. tovrm

    tovrm Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Ad un lavoratore puoi fare un contratto transitorio (1-18 mesi) oppure, se non ha esigenze temporanee, un 3+2. Modulistica contrattuale e fiscalità, nei due casi, sono diversi. Il 3+2, infatti, gode di una tassazione più favorevole.

    Fuori dal canone concordato, puoi sempre fare un tradizionale 4+4 (canone libero e tassazione come per il transitorio).
     
  19. giolucianipinsi

    giolucianipinsi Membro Ordinario

    Se hai assoluto bisogno dei soldi della locazione, vedi tu.
    Se invece preferisci la locazione a studenti per evitare la grane classiche della locazione (morosi che poi non si riesce a sfrattare, danni anche rilevanti che si scoprono solo dopo anni, ecc.) chi fa questa scelta di solito chiede tassativamente il certificato di iscrizione universitaria o scolastica, ed esclude senza neanche pensarci gli altri tipi di inquilini.
    E' normalissimo che ad ogni nuovo anno scolastico, arrivino anche le domande di non studenti, a volte anche disponibili a condividere l'alloggio con altri studenti, e talora presentati proprio da studenti per condividere le spese.
    Meno normale è quel che succede dopo.
    Se vuoi provarci e rischiare, vedi tu...
     
  20. claudina

    claudina Membro Junior

    ma posso fare contratti diversi x lo stesso appartamento, secondo le persone che lo occupano??penso di complicarmi la vita...dovrei affittare porzioni di appartamento, o sbaglio???:idea:
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina