1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

  1. Gianco

    Gianco Membro Storico

    Professionista
    Noto che sei attento! Ti sfugge il fatto che la venditrice è la cognata, per cui sarebbe opportuno conoscere il vincolo che ha con i cognati. Infine, un segnale di attenzione, per chi lo gradisce ricevere, non è mai superfluo.
     
    A rippley piace questo elemento.
  2. basty

    basty Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Condivido sempre l'utilità dei segnali di attenzione, ci mancherebbe altro: ma non mi attribuire ciò che non è.
    Non direi: l'ho anche citato
    Non avrei molti dubbi su quale vincolo di parentela (affinità) sussista tra cognati: il fatto che siano coeredi presuppone una verosimile condizione: che la nostra cognata sia la vedova di un terzo fratello premorto.
     
  3. rippley

    rippley Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    scusate il ritardo, un carissimo saluto a tutti e un grandissimo ringraziamento.
    Recepito l'avviso della prelazione. Sono vedova del terzo fratello.
    1) la cognata ha mandato via mail l'offerta per l'acquisto della mia quota indivisa (proprietaria di 1/3 però indiviso) con copia al fratello che però non ha commentato né confermato (se mando una mail diretta al fratello chiedendo se gli interessa? Però non posso dargli i i 60 gg per decidere perché il rogito vorremmo farlo entro fine giugno, però...io ho diverse mail dove entrambi vogliono vendere tutta la cascina al contadino già dal marzo 2016....fatto poi non realizzatosi);
    2) per la certificazione pare che entrambi non vogliano dare un cent...
    So per certo che un contadino stà usando la cascina (mia cognata gli ha affittato dei terreni suoi) ed in internet ho trovato che per la sua azienda agricola ha messo l'indirizzo della cascina. (Io non ho alcun contratto con lui, ma non so con certezza se i cognati gli hanno fatto un contratto scritto).
    Nella mail a mia cognata, fra i documenti che servivano per la vendita, ho segnalato che la certificazione energetica è richiesta ora anche per i contratti d'affitto e che loro dovrebbero averla già fatta al momento del contratto con il contadino e se per cortesia mi davano una copia per il rogito.
    La risposta di mia cognata è stata però la data del rogito e nulla detto sulla certificazione. Per cui direi che non vogliono dare nulla.
    3) Basty: ho controllato vari documenti, i effetti 1 appartamento ha luce, gas e stufa a legna (detto dal geometra), gli altri 2 appartamenti che sono A3 sono privi di riscaldamento e senza wc. Tutto rilevato dall'aggiornamento dei dati catastali fatto dal geometra in loco nel 2008.
    Il geometra dice che farebbe la certificazione energetica per i 3 appartamenti, 300 euro + IVA cad. ..........Se fosse possibile vorrei evitare questa spesa...

     
  4. rippley

    rippley Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    scusate, non so come si fa a rispondere alle varie persone
     
  5. Luigi Criscuolo

    Luigi Criscuolo Membro Storico

    Proprietario di Casa
    basta scorrere il mouse con il tasto sinistro clickato; ti comparirà un quadratino con scritto cita/replica clicki con il destro e ti viene incollato il pezzo di frase alla quale vuoi dare risposta. Ripeti per ogni frase alla quale vuoi dare risposta.
     
  6. Luigi Criscuolo

    Luigi Criscuolo Membro Storico

    Proprietario di Casa
    la legge pone in capo al venditore, anche se comproprietario, l'onere della consegna dell' APE. Questo obbligo si presume sia vigente anche nel trasferimento della parte di proprietà ad un altro comproprietario della unità immobiliare non essendo questo caso previsto tra i casi di esenzione individuati dall'art. 3, comma 3, del D.lgs. n. 192 del 2005. Tu venderesti a tua cognata 1/3 indiviso di tutti e tre gli appartamenti. Non fai altro che aumentare del costo delle tre APE la tua richiesta. Questa tua richiesta magari farà mettere d'accordo tutti e tre. Perché non vendi direttamente al contadino?
    chiedi ad un altro professionista magari trovi chi ti fa meno.
     
  7. basty

    basty Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Si, non so dove si trovi la cascina, ma 300 x 3 mi pare molto: i prezzi sono scesi parecchio, e trattandosi di una certificazione cumulativa dovresti trovare a miglior prezzo: prova anche a cercare se trovi qualche sito che accetta incarichi via web. So che ci sono.
    Io mi ero rivolto ad una rete del genere, avevo avuto 4 o r preventivi (per Milano) e mi ero trovato abbastanza bene: regolare sopraluogo e tempi ragionevoli (circa 8 gg).
    Temo serva per tutti e tre: non conta se manca qualcosa, se sono classificati A3.
     
  8. rippley

    rippley Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    . E' nella lomellina dalle parti di Mortara.
    Grazie Luigi ci sono riuscita.
    Ho provato a vendere al contadino dal marzo 2016...e siamo arrivati all'aprile 2017. Tutti erano d'accordo a vendere (il prezzo era anche più alto) ma poi si è tirato indietro. So dai vicini che stà usando la cascina e da una ricerca su internet risulta che l'azienda del contadino ha lo stesso indirizzo della cascina... A chiacchiere, so che i cognati hanno dato in affitto per un anno al contadino senza la mia firma...e probabilmente senza certificazione energetica....cmq ora, il mio obiettivo è venderla anche se per poco e allontanarmi da loro... (probabilmente si è tirato indietro xchè gli hanno dato il permesso per restare, fidandosi della sua parola che avrebbe acquistato la cascina...guardate che la davamo veramente per un tozzo di pane....)
    Luigi sono classificati A3 ma avevo già provveduto a farli riconoscere come "dichiarata sussistenza dei requisiti di ruralità ex art. 2, comma 6, dm 26/7/2012". E' stato accettato ed è indicato nelle visure catastali.
    OK ora cerco sul web come fare per avere questa certificazione così mi porto un po' avanti...ci sentiamo....un abbraccio forti a tutti.
     
  9. rippley

    rippley Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    ti assicuro che ho apprezzato, i rapporti sono sempre stati rapaci.....
     
  10. rippley

    rippley Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    ciao a tutti,
    il mio geometra mi ha dato i riferimenti di suo nipote che fa il geometra e il certificatore. Risultato....dopo giri vari....il geometra nipote mi ha fatto un lungo discorso sulla visita in loco, il nr di finestre da calcolare a mano (dice 70, boh nn so mi sembrano tante), sull'autocad da compilare...morale io ho detto che non desidero la perfezione ma una spesa economica per vendere. Pare voglia la perfezione, stasera vedrò il preventivo.....eccolo: 950 + 5% contributo (no IVA)= 997.50 euro (carta intestata e n. iscrizione al collegio geometri...)
    Nel web da Fazland (iscritta li) mi ha telefonato un arh di Montichiari, mi ha telefonato e poi inviato su carta non intestata (un semplice foglio di word) il preventivo, costo euro 400 per tutti e 3 eccolo - (calcolo ? IVA 22%+5%=512.40 euro):

    Preventivo per la redazione di 3 A.P.E. (Attestato di Prestazione Energetica)· Sopralluogo·
    Reperimento schede tecniche.
    Calcoli per definire le trasmittanze.
    Stesura A.P.E.
    Invio A.P.E. all’ organo competente di Regione Lombardia e pagamento del relativo contributo.
    Invio al committente del file contenente l’ A.P.E. firmato digitalmente a mezzo di posta elettronica.
    Invio A.P.E. al committente in formato cartaceo firmato e timbrato a mezzo Poste Italiane, o ritiro presso il mio studio in Montichiari (BS).

    Tot. 400 € più aliquote di fatturazione.

    Se non si effettua il ritiro presso il mio studio è possibile pagare al termine del sopralluogo.
    Per qualsiasi delucidazione o richiesta rimango a disposizione.
    arch F. Pezzaioli di Montichiari
    Aiuto....ho i crampi allo stomaco...chi mi può consigliare ?????
     
  11. Luigi Criscuolo

    Luigi Criscuolo Membro Storico

    Proprietario di Casa
    scusa hai scritto che
    che domande fai?
    Scegli il più economico che ha pure conteggiato l'IVA.
     
    A rippley piace questo elemento.
  12. rippley

    rippley Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    credo di cominciare a fondere
     
  13. basty

    basty Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Limmobe di quanti ma è? Quante stanze
     
  14. rippley

    rippley Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    sono 11 e 12 vani, così risulta dal catasto, m pare non conti la metratura ma altre cose
     
  15. rippley

    rippley Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    parlando con un geometra, ho trovato una legge o un decreto, non ricordo, della regione lombardia del 8/3/2017 che dice:
    ...l'obbligo di dotazione e allegazione dell'Attestato di Prestazione Energetica resta escluso per:
    a) i trasferimenti a titolo oneroso, verso chiunque, di quote immobiliari indivise, nonché di autonomo trasferimento del diritto di nuda proprietà o di diritti reali parziari, e nei casi di fusione, di scissione societaria, di atti divisionali e nel caso di edifici o unità immobiliari concessi in comodato d'uso gratuito;
    b) gli edifici e le singole unità immobiliari oggetto di atti di donazione o di trasferimenti, comunque denominati, a titolo gratuito;
    eccetera.......
    Quello che non ricordo bene, dei concorsi che ho fatto, se la legge regionale prevale per competenza su quella nazionale, (non conosco i tribunali competenti, ma potrebbe esserci una lite sulla competenza e venire annullata, dopo di che, che succede a noi poveri mortali???). Questo è un po' quello che diceva il notaio.....lei paghi così stà tranquilla...già...però i costi sono alti per 3 appartamenti. Io pagherei intero pur avendo solo un terzo.
    Ora stò contattando...poi...ti dirò..un abbraccio
     
  16. basty

    basty Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Non ricordavo che in ballo ci sono 3 APE: se hai avuto un preventivo di 400 per tutto, non mi pare male. Non facile trovare a meno,
     
  17. rippley

    rippley Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    Eccomi.
    Allora ho contattato + volte il Contact Center della Regione Lombardia, che ha risposto in maniera veramente veloce, recependo che il problema era da risolvere rapidamente.
    Il Contact Center (quindi non ho carta intestata della Regione con relativa data e firma) conferma, (via mail con i riferimenti del contact center), che se la proprietà di un terzo dell'immobile è di tipo indiviso, non è soggetta all'obbligo di dotazione dell'Attestato di certificazione energetica. Se la quota di proprietà identifica una parte specifica dell'immobile, che può essere distinta catastalmente dal resto, allora serve l'Attestato di prestazione energetica.
    ......io scrivo una riflessione: ma se è distinto catastalmente ed è la mia quota....come fa ad essere indiviso? boh...forse ho recuperato il sottotetto ho fatto una mansarda ed è accatastata separata? e sotto c è l'appartamento? boh.
    Morale:
    ho ricontattato la segretaria del notaio, che ha riaffermato: ok però la legge regionale è in contrasto con quella nazionale (che però dovrebbe essere linea guida - ho replicato...) per cui suggeriamo di farla ugualmente la certificazione, le sanzioni arrivano fino a 8000 euro, decida lei....
    ????????????????????che devo dire??? voi cosa ne pensate?
     
  18. basty

    basty Membro Senior

    Proprietario di Casa
    A quel che mi risulta, la più recente normativa sulla Ape fa capo al Dlgs 192/2005 aggiornato al 2013.
    Che fa obbligo alle regioni di allinearsi alle linee guida nazionali.

    ma pare piuttosato strano che ad oggi non ci sia corrispondenza.
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina