• propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

vitt1

Membro Supporter
Proprietario Casa
Buongiorno a tutti, due quesiti:
  1. in un condominio di 7 condomini di cui 3 possiedono 600 millesimi e 4 possiedono i restanti 400, per approvare, in seconda convocazione con tutti sono presenti, il bilancio consuntivo è sufficiente la maggioranza detenuta dai 4 ?
  2. l'impugnazione di una delibera da parte di chi, presente, ha votato contro, va fatta entro 30 gg dal giorno dell'assemblea o da quando viene distribuito il verbale ?
Grazie
 

Luigi Criscuolo

Membro Storico
Proprietario Casa
è sufficiente la maggioranza detenuta dai 4 ?
ni. Perché maggioranza dei presenti che detengano 1/3 dei millesimi vale se il bilancio consuntivo non contiene l'approvazione di lavori di straordinaria manutenzione. Quindi solo lavori di manutenzione ordinaria.
l'impugnazione di una delibera da parte di chi, presente, ha votato contro, va fatta entro 30 gg dal giorno dell'assemblea o da quando viene distribuito il verbale ?
il contrario presente ha 30 gg di tempo dalla data della assemblea; il contrario non presente ha 30 gg dal ricevimento del verbale della assemblea.
 

Dimaraz

Membro Storico
Proprietario Casa
in un condominio di 7 condomini di cui 3 possiedono 600 millesimi e 4 possiedono i restanti 400, per approvare, in seconda convocazione con tutti sono presenti, il bilancio consuntivo è sufficiente la maggioranza detenuta dai 4 ?
NO
I 4 non costituiscono di certo "maggioranza" perchè oltre al numero di teste serve anche la maggioranza di millesimi o almeno 500 millesimi.

l'impugnazione di una delibera da parte di chi, presente, ha votato contro, va fatta entro 30 gg dal giorno dell'assemblea o da quando viene distribuito il verbale ?
Dal giorno del voto per chi era presente. (dalla data di ricezione del verbale solo per gli assenti)
Posto che prima servirà passare dal "mediatore" è meglio che chi intende contestare in Giudizio non perda nemmeno un secondo.
 

vitt1

Membro Supporter
Proprietario Casa
ni. Perché maggioranza dei presenti che detengano 1/3 dei millesimi vale se il bilancio consuntivo non contiene l'approvazione di lavori di straordinaria manutenzione. Quindi solo lavori di manutenzione ordinaria.
grazie Luigi, in realtà si contesta solo una delibera relativa alla ripartizione dei costi di riscaldamento e non al totale del consuntivo. Aprirò un discussione specifica più tardi.
NO
I 4 non costituiscono di certo "maggioranza" perchè oltre al numero di teste serve anche la maggioranza di millesimi o almeno 500 millesimi.
grazie Dimaraz, ma allora come interpreto l'art. 1136 del c.c. quando dice che, in seconda convocazione, bastano " la maggioranza degli intervenuti ( quindi 4 su 7 ) e un numero di voti che rappresenti almeno 1/3 del valore ( quindi almeno 334 millesimi ) ?
 

Dimaraz

Membro Storico
Proprietario Casa
Rileggi meglio gli articoli del Codice Civile.
Qualsiasi delibera condominiale deve ottenere la "doppia maggioranza" di teste e di millesimi.

Se 600/1000 votano contro mi spieghi come si possa dire che i 400 siano maggioranza?
 

vitt1

Membro Supporter
Proprietario Casa
Rileggi meglio gli articoli del Codice Civile.
l'articolo è li da leggere, per tutti. Quindi in quel condominio se 4 su sette votano contro e i 600 millesimi votano a favore non si raggiunge MAI la "doppia maggioranza" , mi sembra improponibile.
 

vitt1

Membro Supporter
Proprietario Casa
Si definisce come situazione di "stallo".
secondo me, ma ripeto, secondo me, la prima clausola " ...la maggioranza degli intervenuti..." è una condizione necessaria ma non sufficiente che deve essere fortificata dal rispetto della seconda condizione "... almeno un terzo del valore …". Il legislatore, in questo modo, ha voluto premiare primariamente l'elemento umano, indipendentemente dal valore rappresentato, come d'altronde accade per molte assemblee in cui ad es. ogni socio, indipendentemente dal valore delle sue quote, vale uno, in accordo con una visione tanto di moda ai nostri giorni, sia che tu sia una piccola formica, una grossa cicala o ….. un grasso grillo.
 

Dimaraz

Membro Storico
Proprietario Casa
secondo me, ma ripeto, secondo me, la prima clausola " ...la maggioranza degli intervenuti..." è una condizione necessaria ma non sufficiente che deve essere fortificata dal rispetto della seconda condizione "... almeno un terzo del valore …".
Ripeto ...dimentichi la regola generale: doppia maggioranza significa che deve esserci maggioranza di teste e maggioranza di millesimi.

La norma prevede un "livello" differente di millesimi in funzione della delibera....ma mai potrà esistere che 400 millesimi votanti superino 600 millesimi votanti.
Questione diversa se i 600 fossero astenuti o assenti.
 

vitt1

Membro Supporter
Proprietario Casa
Ripeto ...dimentichi la regola generale: doppia maggioranza significa che deve esserci maggioranza di teste e maggioranza di millesimi.
in allegato una tabella prodotta da Confedilizia e uno dei tanti link relativi alle doppie maggioranze.
attendo commenti, grazie
 

Allegati

Dimaraz

Membro Storico
Proprietario Casa
attendo commenti, grazie
Stai cercando di "convertire" qualcuno al tuo credo?

Cass. civ. n. 6625/2004

In tema di condominio negli edifici, la regola posta dall'art. 1136, comma terzo, c.c., secondo la quale la deliberazione assunta dall'assemblea condominiale in seconda convocazione è valida se riporta un numero di voti che rappresenti il terzo dei partecipanti al condominio e almeno un terzo del valore dell'edificio, va intesa nel senso che, coloro che abbiano votato contro l'approvazione non devono rappresentare un valore proprietario maggiore rispetto a coloro che abbiano votato a favore, atteso che l'intero art. 1136 c.c. privilegia il criterio della maggioranza del valore dell'edificio quale strumento coerente per soddisfare le esigenze condominiali (In applicazione di tale principio, la Corte ha cassato la sentenza del giudice del merito che aveva ritenuto sufficiente il raggiungimento di una maggioranza di voti favorevoli, pari ad un terzo dei presenti, unitamente alla condizione che essi rappresentassero almeno un terzo della proprietà, ritenendo del tutto irrilevante che la parte contraria alla delibera detenesse un valore della proprietà superiore a quello della maggioranza del voto personale).



Quanto ho evidenziato dovresti essere in grado di capirlo... ma sei libero di incaponirti in tesi senza senso.
 

vitt1

Membro Supporter
Proprietario Casa
Stai cercando di "convertire" qualcuno al tuo credo?
non voglio convertire, non ho lo spirito del missionario, né incaponirmi ma cerco di capire l'apparente contraddizione tra i documenti.
L'art 1136 come citato dalla sentenza non esiste più ed è stato sostituito proprio nel comma che interessa le delibere in seconda convocazione:
vecchio articolo: … la deliberazione è valida se riporti un numero di voti che rappresenti il terzo dei partecipanti la condominio e almeno un terzo del valore dell'edificio.
nuovo articolo: … La deliberazione è valida se approvata dalla maggioranza degli intervenuti con un numero di voti che rappresenti almeno un terzo del
valore dell'edificio.
Questa correzione evidentemente corregge una situazione che poco gestibile.
Comunque, mi è noto il tuo punto vista che non condivido ma rispetto. Attendo altri autorevoli contributi che possano supportare una tesi o l'altra.
buona giornata
 

Aidualc

Membro Junior
Professionista
Non sono un amministratore e non abito in condominio, ma mi sembra pura matematica. Quanto sostieni @vitt1 a mio avviso si applica quando non tutti partecipano alle riunioni o non votano, come già indicato da @Dimaraz . Se la maggioranza vota contro come può valere il parere della minoranza?
Quelle 4 teste si dovranno rassegnare a dover convincere almeno un altro per poter aumentare la quota millesimi a favore delle loro proposte.
 

vitt1

Membro Supporter
Proprietario Casa
mi sembra pura matematica
è logica, non matematica
si applica quando non tutti partecipano alle riunioni o non votano
no
Quelle 4 teste si dovranno rassegnare a dover convincere almeno un altro per poter aumentare la quota millesimi
quindi se fossero 5 teste con 499 millesimi contro 2 teste a 501 millesimi la situazione cambierebbe ?
Non sono un amministratore e non abito in condominio
su quali competenze/conoscenze si basa dunque il tuo parere da professionista?
grazie
 

Dimaraz

Membro Storico
Proprietario Casa
quindi se fossero 5 teste con 499 millesimi contro 2 teste a 501 millesimi la situazione cambierebbe ?
No .
Sempre situazione di stallo sarebbe.

vecchio articolo: … la deliberazione è valida se riporti un numero di voti che rappresenti il terzo dei partecipanti la condominio e almeno un terzo del valore dell'edificio.
nuovo articolo: … La deliberazione è valida se approvata dalla maggioranza degli intervenuti con un numero di voti che rappresenti almeno un terzo del
valore dell'edificio.
Non mi pare che i 2 testi siano in contrasto sulla questione "millesimi"... la differenza riguarda solo il conteggio delle "teste"....mentre la quota "millesimi" rimane identica .

Poi, come detto, non è mia cura convincere... i "Tommaso" del momento.
 

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Ultimi Messaggi sui Profili

Ingegnere - Settore Edile
Salve, mio marito ed io siamo in separazione dei beni e risediamo nella casa di proprietà di mio marito. Abbiamo deciso di trasferirci in un'altra abitazione(situata nello stesso comune) per la quale io sola ho richiesto il mutuo, facendo mio marito da garante, e che verrà intestata a me. Quesito: ai fini fiscali, spostando la residenza di entrambi nella nuova casa in acquisto, la casa di mio marito come risulterà?
Alto