• propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

fiorenza

Membro Attivo
Conduttore
L'iniquità ampiamente dimostrata ora sostenuta
dalla recente Cassazione 13 dicembre 1919 n. 32993 dove, per l'art. 67 per le spese condominiali non si antepone l'escussione prioritaria del debitore principale (nudo proprietario o usufruttuario) ma si predilige il nudo proprietario assegnando decreto ingiuntivo per spese straordinarie all'usufrruttuario che dovrà rivendicare suoi diritti nel rapporto interno con il nudo proprietario. E perchè non considerare decreto ingiuntivo al nudo proprietario per spese ordinarie? Per l'usufruttuario si parla di mere difese.
 

fiorenza

Membro Attivo
Conduttore
Perchè mettere l'usufruttuario in condizione di difendersi (mere difese definite) da decreti ingiunivi per spese straordinarie e non esigere corretto comportamento da parte dell'amministratore?
 

fiorenza

Membro Attivo
Conduttore
Leggo su Condominio Web di qualche tempo fa: "amministratore bravo e scrupoloso quanto meno ad evitare contestazioni, le spese richieste al nudo proprietario o all'usufruttuario dovevano ritenersi di loro effettiva spettanza (fermo restando il loro diritto a contestarle",
Ora l'art.67 ottavo comma disp. att. c.c. non richiede più quelle qualità all'amministratore che si può sbizzarrire nella scelta di chi pagherà, provocando inevitabili contestazioni. .Sceglierà la parte più cedevole, usufruttuari ultraottantenni.
 

fiorenza

Membro Attivo
Conduttore
Quindi ricapitolando l'amministratore bravo e scrupoloso assegnava al nudo proprietario e all'usufruttuario quanto di loro spettanza ora non più per l'art. 67 si sono eclissati gli amministratori scrupolosi e bravi? perchè questa decadenza?
 

fiorenza

Membro Attivo
Conduttore
Ancora oggi l'amminisratore del supercondominio , il cui importo molto elevato è a carico dell'usufruttuario, impone all'usufruttuario spese strutturali chiaramente a carico del nudo proprietario.
 

fiorenza

Membro Attivo
Conduttore
Una propista scrive in questi termini: "E'vero. Anche io non riesco a comprendere la profondità della nuova norma. Se vi è una ragione che avvalora la legge passata in Parlamento. Certamente si è voluto semplificare la gestione condominiale, non certo la vita all'interno di un condominio. Credo che questa legge l'abbiano scritta quei tanti amministratori di condominio presenti in parlamento. Avvocati e amministratori.
 

fiorenza

Membro Attivo
Conduttore
Perchè, secondo quanto detto giustamente da Dimitri, non rivolgersi prima al debitore principale e, al suo rifiuto dopo averlo messo in mora, fare scattare il principio della solidarietà Solo allora sarà necessario il ricorso alle vie legali da parte di chi ha indebitamente pagato per ottenere il rimborso. Assurda la procedura opposta come può lasciare intendere , da amministratore scorretto, l'art. 67 con la recente riforma.
 

fiorenza

Membro Attivo
Conduttore
Condominio: i dieci nodi della riforma. Alcune norme risultano inapplicabili Cosimo Ferri sottosegretario alla Giustizia afferma "Serve tempo per giudicare" Ancora?
 

fiorenza

Membro Attivo
Conduttore
Ribadisce un propista "Come già disposto in altro ambito, la riforma doveva prevedere l'aggressione dell'usufruttuario solo dopo l'infruttuoso tentativo fatto verso il nudo proprietario (e viceversa)."
 

fiorenza

Membro Attivo
Conduttore
Contro le asserzioni del mio amministratore così un propista: "Non mi risulta che con la riforma del condominio l'amministratore sia libero di chiedere indifferentemente ad usufruttuario o nudo proprietario . Proprio con la riforma ha il diritto/dovere di conoscere i titolari dei diritti reali , quindi è maggiormente in grado di indirizzare la richiesta al "contribuente" appropriato. La responsabilità solidale viene dopo, in caso di mancato incasso. "
 

fiorenza

Membro Attivo
Conduttore
Così un membro attivo del forum:"Ai propisti chiedo quando sarà che vi indignerete per questo modo di legiferare? Mi sembrate tutti proni ad accettare qualsiasi obbrobrio che l'infame legislatore continua ad elargirci , dove la famosa certezza del diritto diventa certezza del suo contrario. Liti infinite".
 

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Le Ultime Discussioni

Ultimi Messaggi sui Profili

Buongiorno,sono unica proprietaria di un immobile,ho una mamma di ottanta anni e due figlie che vivono con me,sono divorziata. Vorrei sapere, nel caso in cui dovessi mancare prima di mia mamma,la casa a chi andrebbe?
grazie.
dolcenera52 ha scritto sul profilo di mapeit.
*******e
Alto