1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

  1. soreli

    soreli Nuovo Iscritto

    Salve. Già il 29 maggio avevo chiesto il vostro aiuto perchè l'impresa costruttrice del condominio dove ho acquistato un negozio non vuole partecipare alle spese condominiali su tutta la parte invenduta (più della metà). Al momento del mio acquisto non era stato redatto nessun Regolamento Contrattuale nè Regolamento Condominiale (quindi nel rogito non sono citati) e io, a mia volta, non ho potuto sottoporli alle persone cui ho affittato il bene.
    Ora l'impresa ha dato incarico ad un professionista di redigere il Regolamento Condominiale dove c'è appunto la clausola che l'impresa costruttrice viene esonerata dal pagamento delle spese di condominio.
    Mi avevate già risposto che l'impresa è invece tenuta a partecipare ma che è possibile che facciano approvare in Assemblea questa norma.
    Vi chiedo cortesemente che maggioranza è necessaria per una approvazione di questo tipo (i costruttori detengono come detto oltre il 50%). Io che non ho firmato alcun Regolamento Contrattuale come posso oppormi considerato che ho una piccola parte dei millesimi. Basterebbe il mio diniego per non essere approvata?
    I conduttori del mio negozio mi hanno ovviamente detto che loro pagano quanto dovuto per i millesimi che hanno preso in affitto da me e non intendono farsi carico di spese dovute da altri. Se passa la clausola dell'esenzione come mi devo comportare, anche nei confronti dei conduttori (ai quali come detto al momento del contratto di affitto non ho sottoposto ne Regolamento Contrattuale nè Condominiale?).
    Vi prego, indicatemi la strada per uscire da questo tunnel che non mi piace per nulla.
     
  2. condobip

    condobip Membro Storico

    Proprietario di Casa
    Per derogare dall'art. 1123 cc (ripartizione spese condominiali) è necessaria l'unanimità, cioè tutti i condomini devono essere concordi, quindi basterà il tuo voto contrario che la norma non passi, se vuoi o lo desideri, fai vedere questa massima al costruttore;

    E' affetta da nullità la delibera dell'assemblea condominiale con la quale, senza il consenso di tutti i condòmini, si modifichino i criteri legali (art. 1123 cod. civ.) o di regolamento contrattuale di riparto delle spese necessarie per la prestazione di servizi nell'interesse comune.
    Ciò, perché eventuali deroghe venendo a incidere sui diritti individuali del singolo condomino attraverso un mutamento del valore della parte di edificio di sua esclusiva proprietà, possono conseguire soltanto da una convenzione cui egli aderisca --- Corte di Cassazione, n. 17101/2006
     
    A ergobbo piace questo elemento.
  3. soreli

    soreli Nuovo Iscritto

    Grazie per la tua risposta! Devo precisare una cosa che, non intendondomene molto della materia non ho specificato bene. Quello che siamo chiamati ad approvare, e che contiene la norma nella quale la ditta costruttrice si esenta dal pagamento delle spese condominiali, è denominato: "Regolamento di Condominio - Atto Costitutivo". Valgono le stesse regole?
     
  4. condobip

    condobip Membro Storico

    Proprietario di Casa
    A parte il fatto che il condominio non si costituisce ma nasce spontaneo dal momento in cui l'unico proprietario (costruttore) vende una U.I. ed i condomini diventano 2 o più, il Regolamento Contrattuale "costitutivo" (diciamo così) deve essere allegato ai rogiti per essere valido per tutti, questo non è stato fatto ed ora il costruttore cerca di rimediare proponendo un regolamento a suo esclusivo favore, ci prova ma voi potete negarlo, avrebbe dovuto pensarci prima di vendere.
    Per cui è sempre necessaria l'unanimità (1000/1000) e la relativa registrazione alla Conservatoria per renderlo opponibile ai futuri acquirenti.
     
  5. soreli

    soreli Nuovo Iscritto

    Sempre grazie condobip. Tu mi parli di futuri acquirenti. Ma chi, come me ha già acquistato, senza che esistesse nè Regolamento Contrattuale nè Regolamento di Condominio, cosa è giusto che faccia affinchè questa norma non venga approvata?
    Volevo chiedere anche se è obbligatorio per Legge che all'atto di acquisto di una U.I. al rogito sia allegato il Regolamento Contrattuale.
     
  6. condobip

    condobip Membro Storico

    Proprietario di Casa
    Perchè non sia approvata una regola del genere, ti avevo già risposto che è sufficiente che tu voti contrario, perchè è necessaria l'unanimità.
    Per quanto riguarda il Regolamento Contrattuale, NON è obbligatorio sia inserito al rogito. Per cui stai tranqullo/a senza il tuo voto favorevole la delibera è nulla.
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina