• propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

possessore

Membro Senior
Proprietario Casa
@possessore, hai ragione! Non tenevo conto che l'ufficio di segreteria mi conosce da più di 50 anni.
Ma tu sei un caso particolare, da te l'ufficio segreteria accetta anche contratti verbali, ormai la tua parola per loro conta quanto il tuo scritto.

Ma in generale una segreteria di un Collegio o di un Ordine non prenderebbe mai disposizioni telefonicamente, per variare un indirizzo, fosse anche semplicemente per il numero civico.

La segreteria non può conoscere personalmente tutti gli iscritti, e quindi serve un mezzo tracciabile, anche gratis (p.e.c.: a parte il canone annuale, per fortuna inviare le email e riceverle è ancora gratis).
 

Gianco

Membro Storico
Professionista
La segreteria non può conoscere personalmente tutti gli iscritti, e quindi serve un mezzo tracciabile, anche gratis (p.e.c.: a parte il canone annuale, per fortuna inviare le email e riceverle è ancora gratis).
Concordo con te, il mio è un caso particolare!
 

possessore

Membro Senior
Proprietario Casa
@possessore, hai ragione! Non tenevo conto che l'ufficio di segreteria mi conosce da più di 50 anni.
A me invece l'ordine degli Ingegneri di Roma NON mi conosce da circa 20 anni, nel senso che pago i contributi annuali ma siamo così tanti che è impossibile che la segreteria conosca tutti. Tra l'altro non bazzico mai in sede per ovvia incompatibilità coi miei orari da lavoratore (schiavo) dipendente, e quindi...
 

fuffurugugliu

Membro Attivo
Proprietario Casa
Grazie per le risposte, e scusate il ritardo: da fine aprile io con i vicini abbiamo due ingressi indipendenti, entrambi con il numero 11, dato che loro, di loro iniziativa, dopo la divisione delle proprietà, hanno messo una nuova targhetta col numero 11 . La casa mia é quella più vecchia che già aveva sopra (e continua ad avercelo), il numero 11, e la nuova apertura verso la strada é la mia. A livello di contatori luce gas ora separati, quelli nel loro terreno risultano con l'aggiunta di 1/p e i quelli nel mio 0/p.

Il geometra che ha gestito i miei lavori ha detto che é il comune che chiusa la cila mi deve avvisare se devo aggiungere io o i miei vicini una lettera al numero civico.

Sono passati 5 mesi dalla fine lavori, ma a me non é giunto nulla. Posso continuare a vivere nornalmente finché non é il comune a rinumerare o me oppure loro?
 

fuffurugugliu

Membro Attivo
Proprietario Casa
Appena chiamato, il geometra mi ha ribadito che avendo la mia abitazione sulla facciata il numero civico 11 da 50 anni, ed i vicini lo hanno aggiunto da poco di loro iniziativa, dovrebbero essere loro a metterci una A, anche se l'accesso nuovo é quello mio.

Ha comunque detto che in ogni.caso non esistono sanzioni o altro, anche se tra 20 anni il comune se ne accorgesse. Per la posta non é un problema perché si tratta di due casette affiancate, e quando si arriva davanti ad uno dei due cancelli, vedi entrambi i numeri civici.

Ho partita IVA ma non faccio parte di ordini...a questo punto aspetto, tanto il.comune per via della cila chiusa sa del nuovo cancello, quindi sono loro a dover dare comunicazioni...o al limite ci penseranno i miei vicini

Rettifico quindi il mio primo post, dato che nessuno ha messo il civico sul mio nuovo cancello, essendo già presente,solo 11, sulla mia facciata
 
Ultima modifica:

Gianco

Membro Storico
Professionista
Seguendo la stessa progressione numerica, il primo avrà il numero 50 o 50/A, il secondo 50/A o B, ecc.
 

fuffurugugliu

Membro Attivo
Proprietario Casa
Grazie Gianco per la risposta. Il primo sono io che ho da 50 anni il civico sulla facciata con la casa più vecchia? O loro che hanno mantenuto il vecchio cancellobma senza aver mai avuto un civico nella loro proprietà (era ingresso in comune)? Sarà il comune a decidere? Il geometra che ha curato i lavori mi dice di fregarmene, dato che a me non serve cambiarlo

Io affaccio su strada, mentre loro sono i fondo ad un vialetto di 12 metri circa, quindi più lontani dalla strada. Come posizione dei cancelli loro sarebbero più vicini all'1
 

Gianco

Membro Storico
Professionista
Di regola i numeri civici vengono assegnati in ordine progressivo, ma se in un lotto vengono aggiunti altri ingressi, per non dover variare tutta la numerazione della strada, si aggiunge al numero precedente la lettera maiuscola in progressione.
 

fuffurugugliu

Membro Attivo
Proprietario Casa
Anche se avevamo ingresso in comune, a livello catastale abbiamo sempre avuto due lotti separati (diverso numero di mappale, stesso foglio).

Numero civico solo sul mio muro.

Caso curioso (ho verificato anche nello stradario) é che manca il numero dispari precedente, cioé il 9, che é giusto prima di una traversa con altra strada.

Al comune, nel caso di rinumerazione, gli risulterà mancante il 9 o devo dirglielo io se mi propongono un 11/A?
 

Gianco

Membro Storico
Professionista
Per lo stradario il catasto non ha alcun rilievo, i numeri civici vengono assegnati a tutti gli accessi, pedonali e carrabili. Probabilmente il n. 9 è stato assegnato, ma non ancora posizionato.
 

fuffurugugliu

Membro Attivo
Proprietario Casa
Ho dato un'occhiata al sito.del. comune, ma parla solo di nuove costruzioni, che non é il.mio caso. Dice anche che chi deve mettersi il civico, se non lo fa, il comune lo fa in automatico addebitando il costo dell'operazione, che immagino sia economico...é economico?
 

fuffurugugliu

Membro Attivo
Proprietario Casa
Nessuna notizia ad oggi.
Nel regolamento comunale si parla solo di nuovo fabbricato che ha nuovo ingresso. Del mio caso, cioé vecchio fabbricato (numerato su facciata da 50 anni dal comune) con nuovo ingresso, e del caso dei vicini, cioé fabbricato più recente con vecchio ingresso mai numerati (dal comune), non se ne parla.

Ho anche notato per città che l'ordine /A, /B /C non é in base all'ordine degli ingressi, ma disordinato: ti trovi ad es un 11/B, poi 11/A, poi 11/C.

Credo allora, che il comune, se interpellato, lascerebbe invariato il numero civico che é presente sulla mia facciata da 50 anni, e assegnerebbero un nuovo civico ai miei vicini, che non lo hanno mai avuto nella loro proprietà, anche se a loro é rimasto l'ingresso vecchio, ma mai numerato, ed io ho quello nuovo (non numerato, perché il numero é già sulla mia facciata bene in vista).
 

Gianco

Membro Storico
Professionista
L'assegnazione del numero civico spetta al Comune, come pure l'ordine o il disordine della progressione.
 

fuffurugugliu

Membro Attivo
Proprietario Casa
L'assegnazione del numero civico spetta al Comune, come pure l'ordine o il disordine della progressione.

Gianco, meno male che ho separato la proprietà da questi vicini! Anche sul civico vorrebbero litigare: non ne hanno uno e lo mettono uguale al mio anziché chiedere al comune cosa fare. Ma ora che non ho più nulla insieme a loro sto a posto, tanto il mio civico é del comune ed é a due metri dalla strada pubblica, mentre il loro se lo sono auto assegnati ed é a 12 metri dalla strada pubblica.
 

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Le Ultime Discussioni

Ultimi Messaggi sui Profili

i miei due figli sono proprietari (50% ciascuno) di una palazzina con 9 appartamenti e 4 negozi, volendo sostituire la caldaia centralizzata come e cosa possono fare per ottenere il 50%? grazie
dolcenera52 ha scritto sul profilo di mapeit.
Sono vittima di uno stalker!
Alto