• propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

aleaurleo

Nuovo Iscritto
Conduttore
buongiorno ,ho preso in affitto un negozio e ho versato a suo tempo un deposito cauzionale i 6 mesi,ora leggo che per legge di solito si possono richiedere i tre mesi,e' vero?
seconda cosa siccome sono in ritardo di 16 gg con il pagamento di un mese posso richiedere di poter utilizzare parte di uesti sei mesi?
grazie
 

Dimaraz

Membro Storico
Proprietario Casa
Se hai firmato un contratto con specificato 6 mesi significa che hai accettato tale clausola e non puoi modificarla a tuo piacimento.

In ogni caso essere moroso di 1 mensilità non permette di compensare con la cauzione salvo tu intenda recedere dal contratto.
 

uva

Membro Senior
Proprietario Casa
per legge di solito si possono richiedere i tre mesi,e' vero?
La norma a cui ti riferisci è l'art. 11 l. 392/1978 che recita:
Il deposito cauzionale non puo' essere superiore a tre mensilita'
del canone. Esso e' produttivo di interessi legali che debbono essere corrisposti al conduttore alla fine di ogni anno.


Controlla se nel tuo contratto è stata pattuita espressamente una deroga all'art. 11.
Trattandosi di una locazione commerciale la deroga non dovrebbe essere possibile, secondo quanto previsto dall'art. 79 l. 392/1978.
L'art. 79 è stato successivamente abrogato dalla l. 431/1998 limitatamente alle locazioni abitative.
Quindi per quelle commerciali il limite del deposito cauzionale rimane di tre mensilità del canone.
 

Dimaraz

Membro Storico
Proprietario Casa
Controlla se nel tuo contratto è stata pattuita espressamente una deroga all'art. 11.
Trattandosi di una locazione commerciale la deroga non dovrebbe essere possibile, secondo quanto previsto dall'art. 79 l. 392/1978.
L'art. 79 è stato successivamente abrogato dalla l. 431/1998 limitatamente alle locazioni abitative.
Quindi per quelle commerciali il limite del deposito cauzionale rimane di tre mensilità del canone.
Vero e confermo che per locazioni commerciali (secondo Cassazione del 2008) rimane la "nullità relativa" di qualsiasi eventuale clausola che deroghi alle disposizioni dellle norme di Legge... ma il locatario dovrà agire per farne dichiarare la nullità e per la restituzione della differenza.

Poi il locatore (viste le premesse) agirà di rimessa (esistono modi di farsi "garanzie" in barba alla citata normativa sulla locazione commerciale).

Ps.
Personalmente ho qualche reticenza nell'approvare la decisione della Suprema Corte che esclude le locazioni commerciali dalle variazioni intervenute nelle norme.
Tant'è che in entrambi 2 precedenti gradi si era disposto in modo difforme
 
Ultima modifica:

aleaurleo

Nuovo Iscritto
Conduttore
nel contratto ce' scritto che a garanzia dell'adempimento di tutte le obligazioni contattuali, la parte conduttrice si obbliga a consegnare alla parte locatrice alla stipula del contratto ,un deposito cauzionale di eu 3900 (pari a 6 mensilita') tale deposito verra' restituito al conduttore dal locatore entro il trentesimo g successivo alla data di riconsegna dell'immmbile se non ci saranno danni e senza pretendere interessi.

c'e' scritto cosi
 

Dimaraz

Membro Storico
Proprietario Casa
nel contratto ce' scritto che a garanzia dell'adempimento di tutte le obligazioni contattuali, la parte conduttrice si obbliga a consegnare alla parte locatrice alla stipula del contratto ,un deposito cauzionale di eu 3900 (pari a 6 mensilita')
Come su spiegato secondo la Corte di Cassazione tale clausola sarebbe affetta da nullità.
Verifica se non sia stata riportata come clausola vessatoria e da te accettata con doppia firma (cosa che comunque potrebbe non essere sufficente secondo il "parere" degli Ermellini).

Ora valuta tu se "agire" chiedendo la restituzione dei 3 mesi eccedenti.

Ps.
Nella sentenza di Cassazione del 2008 si partiva da un problema di affitto anticipato di 6 mesi ...da cui hanno esteso il giudizio anche per la cauzione eccedente le 3 mensilità.
 

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Le Ultime Discussioni

Ultimi Messaggi sui Profili

rpi
Buonasera, un fondo parte magazzino e parte garage è stato adibito ad abitazione, tramite CILA, avendo denunciato l'abuso al comune, questo ci ha dato ragione mantenendo le originarie categorie C/6 e C/2. Nonostante ciò il proprietario lo ha affittato ad una famiglia. A chi dobbiamo rivolgerci, Vigili urbani o denunciare il proprietario alla Magistratura?. Grazie, cordiali saluti.
buongiorno a tutti ho stipulato un contratto preliminare per l acquisto di un immobile definito chiavi in mano con scritto che sarebbe stato finito il giorno 31 maggio 2019 ovviamente d accordo con l imprenditore.Ad oggi 22 giugno 2019 la casa non e ancora finita ed ora l'imprenditore vuole una proroga del contratto a fine luglio 2019 qualcuno sa cosa mi comporta questa proroga?cioè dovrei firmarla?e perché la vuole?
Alto