• propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Lizzie

Membro Attivo
Proprietario Casa
Buongiorno,

ho affittato un locale commerciale a un ufficio che lo ha modificato secondo le sue esigenze e ha presentato la nuova planimetria al catasto (che io ho avallato firmandola).
In pratica una parte del c1 lo ha fatto diventare C2 e deposito. Ora siccome lo vorrei vendere mi chiedevo se devo fare di nuovo il certificato energetico visto che la planimetria ha subito dei cambiamenti oppure è valido quello che ho. (il riscaldamento è rimasto identico)
Grazie mille per le risposte!
 

Fift@

Membro Attivo
Professionista
Devi aggiornare l'ape
Cerca su internet o su Groupon che magari lo fai con 50 euro ed è valido lo stesso ai fini di legge . Spendere di più non ha senso
 

Franci63

Membro Senior
Proprietario Casa
lo ha modificato secondo le sue esigenze e ha presentato la nuova planimetria al catasto
Parli solo di Catasto; hai verificare che i lavori effettuati e il cambio di destinazione parziale siano stati eseguite con le giuste procedure autorizzative anche in Comune ?
Se no, verifica, poiché metteresti in vendita un immobile non in regola, molto peggio che non avere Ape aggiornato.
 

basty

Membro Storico
Proprietario Casa
Non sempre tale operazione comporta un intervento fisico di suddivisione. Mi è nota una variazione catastale a fronte di una assegnazione “virtuale” dell’area C1 rispetto a C2: senza alcun intervento edilizio.
Impatterebbe sulla Ape?
 

moralista

Membro Senior
Professionista
La variazione è stata fatta solo catastale oppure anche all'ufficio tecnico comunale, x il declassamento da c/1 a c/2
 

marcanto

Membro Attivo
Professionista
Ci sono a monte gravi lacune di natura edilizia e urbanistica, va fatta prima la variazione della destinazione d'uso e poi l'aggiornamento catastale.
Rivolgiti ad un tecnico per chiarimenti.

PS: gli APE fatti online hanno carattere non proprio regolare, andrebbe fatto sopralluogo per le caratteristiche dell'immobile, si spendere poco perché è un lavoro fatto male ed è facilmente contestabile......quindi evitiamo di pubblicizzare queste forme di richieste online. Si immagini tipo chi lo fa sta a Roma ma l'immobile a Milano....rende l'idea della qualità finale
 
Ultima modifica:

moralista

Membro Senior
Professionista
Ci sono a monte gravi lacune di natura edilizia e urbanistica, va fatta prima la variazione della destinazione d'uso e poi l'aggiornamento catastale.
Rivolgiti ad un tecnico per chiarimenti.

PS: gli APE fatti online hanno carattere non proprio regolare, andrebbe fatto sopralluogo per le caratteristiche dell'immobile, si spendere poco perché è un lavoro fatto male ed è facilmente contestabile......quindi evitiamo di pubblicizzare queste forme di richieste online. Si immagini tipo chi lo fa sta a Roma ma l'immobile a Milano....rende l'idea della qualità finale
di solito questi certificatori a distanza, utilizzano visure e dati rilasciati da altri tecnici su loro incarico
 

basty

Membro Storico
Proprietario Casa
Ma è anche vero che al venditore la Ape non può interessare di meno, e per lui serve solo come obbligo da allegare al rogito.
 

griz

Membro Storico
Professionista
Ma è anche vero che al venditore la Ape non può interessare di meno, e per lui serve solo come obbligo da allegare al rogito.
vero, allora si dovrebbe definirne l'inutilità, se però dovesse sorgere una contestazione su quanto riportato nell'APE, penso che chi consapevolmente incarichi un professionista che tratta una certificazione come un foglio di carta inutile, potrebbe essere citato per "culpa in eligendo" :)
 

basty

Membro Storico
Proprietario Casa
Non sono esperto, ma mi pare che il Decreto che ha introdotto l’ape attribuisca tutte le responsabilità al certificatore, Che deve essere abilitato ed iscritto ad un albo, non al committente.
 

Nemesis

Membro Storico
Proprietario Casa
Art. 4, comma 6 del decreto del 26 giugno 2015 del Ministro dello sviluppo economico di concerto con i Ministri dell’ambiente e della tutela del territorio e del mare, delle infrastrutture e dei trasporti e per la semplificazione e la pubblica amministrazione:
In ogni caso, il soggetto abilitato di cui al comma 4 che redige l’APE, deve effettuare almeno un sopralluogo presso l’edificio o l’unità immobiliare oggetto di attestazione, al fine di reperire e verificare i dati necessari alla sua predisposizione.

Ex art. 15, comma 3 del D. Lgs. n. 192/2005, il professionista qualificato che rilascia un attestato di prestazione energetica degli edifici senza il rispetto dei criteri e delle metodologie previste, è punito con una sanzione amministrativa non inferiore a 700 euro e non superiore a 4200 euro. L'ente locale e la regione o la provincia autonoma, che applicano le sanzioni secondo le rispettive competenze, danno comunicazione ai relativi ordini o collegi professionali per i provvedimenti disciplinari conseguenti.
 

griz

Membro Storico
Professionista
In ogni caso, il soggetto abilitato di cui al comma 4 che redige l’APE, deve effettuare almeno un sopralluogo presso l’edificio o l’unità immobiliare oggetto di attestazione, al fine di reperire e verificare i dati necessari alla sua predisposizione.
diventa comunque difficile dimostrare che non sia stato fatto
 

marcanto

Membro Attivo
Professionista
due professionisti per una pratica da 50€ dovrebbe creare qualche dubbio
mi hai tolto le parole di bocca.

Nel precedente #13 sono state richiamate le sanzioni come previste dalla norma statale, ma si immagini che il professionista firmatario rischia anche condanne penali in caso di false attestazioni > in quanto alcune regioni (di sicuro la mia) hanno emanato proprie disposizioni in materia che contemplano anche questa sanzione non secondaria.
 
Ultima modifica:

marcanto

Membro Attivo
Professionista
Non sono esperto, ma mi pare che il Decreto che ha introdotto l’ape attribuisca tutte le responsabilità al certificatore, ........., non al committente.
Vero ! cosa vuoi che ti dica .......che chi lo fa per 50€ è un cretino che si assume le responsabilità in modo consapevole.

Purtroppo per causa di questi soggetti, diciamo a buon mercato, vi sono professionisti con una maggiore etica che pur di non scendere a questi livelli economici NON dignitosi preferiscono con certificare APE
 

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Ultimi Messaggi sui Profili

Buongiorno, ho una questione da porvi per chi mi può aiutare : nel condominio, l'impianto citofonico è stato sostituito da un cellulare. Tutte le comunicazioni dei portieri arrivano o tramite WhatsApp o per chiamata vocale. A questo punto, bisogna comunque versare indennità per conduzione di citofono o no? Grazie anticipatamente
perchè non ricevo più propit.it la mattina da almeno 10 giorni? , cosa è successo al mio collegamento? non so a chi rivolgermi , ho provato a reiscrivermi ma , poichè già lo sono , mi hanno risposto che non è possibile, chiedo al gestore del gruppo di ripristinarmi nei collegamenti che avevo prima con propit.it.
Alto