1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. ralf

    ralf Nuovo Iscritto

    Buongiorno, mi è stato detto che il governo ha pronto un nuovo condono edlizio, dato che debbo sanare qualche lavoro all'interno di un appartamento mi piacerebbe saperne di più. Se qualche iscritto del forum ha indicazioni al riguardo.....grazie.
     
  2. ralf

    ralf Nuovo Iscritto

    Ho letto ieri su un quotidiano di questa possibilità, veniva riportato che il testo sarebbe già pronto. Vedremo.
     
  3. Marco Giovannelli

    Marco Giovannelli Membro dello Staff

    Professionista
    è al vaglio del senato.....speriamo bene......che passi ovviamente!!!! :)

    saluti
     
  4. wally

    wally Membro Attivo

    Scusate l'ignoranza, ma perchè tanto entusiasmo per il condono? A me sembra la tragica ammissione di incapacità di far rispettare le regole. Invece di affrontare i problemi con queste tecniche "da rattoppo", non sarebbe preferibile avere regole chiare, praticabili, univoche e uguali per tutti?
    Nell'attesa più o meno speranzosa che si compia il "miracolo", è davvero vantaggioso per noi (inteso come utenti di propit.it) tifare condono? Io qualche dubbio ce l'ho...
    Wally
     
  5. Jrogin

    Jrogin Fondatore Membro dello Staff

    Professionista
    Per chi opera nel settore immobiliare, proprietari, tecnici, agenzie ecc. sicuramente è vantaggioso.:D
    Per il paese e per chi è abituato a rispettare le regole, credo che sia deleterio.:disappunto:
    Ma il mio è solo un parere personale.....
     
  6. Marco Giovannelli

    Marco Giovannelli Membro dello Staff

    Professionista
    allora, il condono di fatto è una scappatoia ad una insufficienza di controllo da parte delle autorità. L'altro risvolto della medaglia è però regolarizzare quelle situazioni venutesi a creare per l'emergenze abitative. Come per dire io ho tre figli e solo una camera da letto. se abusivamente ne ho fatta un'altra lo stato me lo fa condonare. questo è il principio in linea di massima, poi c'è il fattore del recupero delle oblazioni e delle tesse che assolutamente non è da tenere sottogamba.

    saluti
     
  7. ralf

    ralf Nuovo Iscritto

    Ciao Wally, mi accodo a Jrogin. Certamente chi ne trarrà vantaggio (se dovesse esserci) si augura in un condono rapido ed il più omnicomprensivo possibile, chi invece o non ne ha necessità e/o ritiene il condono una palese ingiustizia lo subirà appunto come l'ennesimo colpo alla credibilità di un paese che premia i furbi e penalizza gli onesti. Sappiamo però che in ambito edilizio vige una certa confusione, ad esempio, un appartamento dovrebbe avere l'abitabilità per potere essere venduto, però se le parti sono al corrente della situazione il problema può essere superato( se questo non fosse esatto al 100% perdonatemi, è per semplificare). Casi di questo tipo immagino se ne possano ulteriormente trovare. Partendo da questi presupposti magari si potrebbe individuare una graduazione negli effetti del condono, escludere ed anzi abbattere seduta stante gli immobili completamente abusivi e condonare una finestra aperta nel 1960 e che probabilmente i proprietari non sapevano neppure fosse irregolare. Mi fermo perchè se entriamo nei casi specifici non ne usciamo più. Ho espresso comunque un personale parere di come spererei un condono edilizio.
     
    A maristella bozzolo piace questo elemento.
  8. wally

    wally Membro Attivo

    Grazie a tutti per i chiarimenti! Tuttavia non mi avete convinto, e il motivo essenziale è proprio quello che esprime Ralf: un Paese così non mi sta bene, neanche quando sana "le emergenze abitative" (lo scempio delle nostre coste, per fare un esempio sotto gli occhi di tutti?).
    Cordiali saluti
    Wally
     
  9. Marco Giovannelli

    Marco Giovannelli Membro dello Staff

    Professionista
    infatti non va bene nemmeno a me sanare quelle costruzioni oggettivamente danneggianti bellezze naturali archeologiche ecc. infatti i condoni escludono queste possibilità. il nuovo condono al vaglio del governo darà si la possibilità di sanare opere su vincoli paesistici e ambientali ma tutto il resto è fermo! Poi scendendo nel tecnicismo, tutte le aree poste ad inedificabilità assoluta sono escluse da tale decreto, almeno nell'ultimo condono(invece anche se sottoposti a tutti i vincoli del mondo su molti lotti insistono vincoli di costruzione si restrittivi, ma anche che permettano di costruire quando sussistano determinati requisiti urbanistici, quindi alla fine dei conti sono certi COMUNI che hanno fatto lo scempio, non certo il condono!!)

    saluti
     
  10. ralf

    ralf Nuovo Iscritto

    Concordo con Giovannelli, la colpa è dei comuni, quando sorgono palazzi ville ecc. il comune non può non accorgersene, quindi non più di colpa si tratta ma di dolo.:disappunto:
     
  11. Adriano Giacomelli

    Adriano Giacomelli Membro dello Staff

    Proprietario di Casa
    Scusate ma il condono lo vedo come lo sciroppo in caso di tosse, utile, ma assolutamente inefficace in caso di tumore.
    Ci sono paretine divisorie, verande posticce, tettoie di protezione all'entrata di casa, tutti manufatti che non stravolgono i nostri edifici, ma li regolarizzano delle tante imperfezioni collezionate negli anni. Nessuno può, con lo strumento del condono, regolarizzare una casa sulla costiera, un condominio costruito su terreno franoso. Come ha citato Jrogin, gli addetti ai lavori, che spesso hanno lavorato male, nel tempo, ogni tanto hanno la possibilità di rimediare a questi annosi errori. I termini di azione dell'istituto del condono, vengono messi a punto dal legiferatore. In assoluto, nulla è giusto ma è il male minore che permette di andare avanti.
    La periodicità del condono è un'altra alea di discussione, se avviene di sovente, potremmo andare incontro ad abusi ricorrenti.
    Adriano Giacomelli
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina