1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. nunzia

    nunzia Nuovo Iscritto

    aprofitto di questa discussione per porvi un quesito: poichè è stato detto che è meglio non fare donazioni per evitare che l'immobile diventi poco commerciabile mi domando cosa allora conviene fare nel caso in cui un genitore ancora in vita voglia dare un immobile al figlio?
     
  2. giuseppe

    giuseppe Nuovo Iscritto

    Credo non ci sia altra soluzione se non la vendita.
    giuseppe silvagni riccione
     
  3. Adriano Giacomelli

    Adriano Giacomelli Membro dello Staff

    Proprietario di Casa
    Prima di operare atti costosi è bene che tu chiarisca alcuni aspetti:
    Se tuo figlio è l'unico erede naturale tuo, vostro, la legge in vigore, prevede un bonus di eredità esentasse che dovrebbe essere di 500.000,00 euro. Prendi le mie informazioni con le pinze, ma il senso è prova a parlare con il tuo consulente di fiducia e probabilmente tuo figlio potrebbe ereditare con poca spesa la tua abitazione, se poi vale oltre tale cifra, questo è lo zoccolo esentasse. Fate due conti e forse non occorre fare nulla.
    Adriano Giacomelli
     
  4. Ennio Alessandro Rossi

    Ennio Alessandro Rossi Membro dello Staff

    Professionista
    Vendere la nuda proprietà (facendo "girare" i soldi) riservare l'usufrutto ai donanti con diritto di accrescimento. Si minimizza la tassazione richiedendo l' applicazione del prezzo-valore . Infatti i Notai hanno avuto modo di esprimersi cosi' riferendosi ali dubbi nascenti dal fatto che prezzo-valore si applica in sede di "cessione" : " si ritiene concordemente che la nozione di "cessione" comprenda oltre agli atti traslativi del diritto di proprietà anche quelli traslativi o costitutivi di diritti reali parziali e di godimento (ad esempio la nuda proprietà e l’usufrutto).
    All' atto della morte dei genitori si consolida l' usufrutto che si riunisce alla nuda proprietà (determinando la piena proprietà) con la sola piccola spesa di una comunicazione catastale.
    Fra l 'altro cosi' facendo preserverete l'immobile del figlio -che si coniugasse e che poi,malauguratamente, si separasse- dalle pretese del coniuge che avesse a vantare diritti sulla casa
    Fra l'altro cosi' facendo potete tranquillamente dare in comodato gratuito il bene al figlio finchè a Voi aggrada.
     
    A esimbad piace questo elemento.
  5. nunzia

    nunzia Nuovo Iscritto

    grazie a tutti per le risposte datemi da queste prenderò spunto anche se forse la cosa sarà un pò complessa poichè i figli sono 5!!!!!!
     
  6. Ennio Alessandro Rossi

    Ennio Alessandro Rossi Membro dello Staff

    Professionista
    piccola correzione (PARTE SOTTOLINEATA ) Vendere la nuda proprietà (facendo "girare" i soldi) RISERVANDOSI l'usufrutto con diritto di accrescimento. Si minimizza ....omissis
     
  7. oigiano

    oigiano Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    ma l,ICI chi la paga,risulta come prima casa del figlio? quindi non viene pagata la tassa?
     
  8. milly52

    milly52 Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    Cosa significa usufrutto con diritto di accrescimento:domanda:
     
    A nicc piace questo elemento.
  9. russo anna maria

    russo anna maria Nuovo Iscritto

    Per diritto di accrescimento si intende, l'usufrutto che è diviso al 50% dai coniugi, quando uno dei due viene a mancare automaticamente la metà dell'uno passa all'altro.
     
  10. maidealista

    maidealista Fondatore Membro dello Staff

    Proprietario di Casa
    L'usufrutto, che viene disposto contro il proprietario, può essere costituito anche a favore di una pluralità di viventi e, se disposto esplicitamente nell'atto che trattasi di usufrutto congiunto, opera fra questi il diritto di accrescimento, estinguendosi in questo caso l'usufrutto alla morte dell'ultimo superstite, diversamente, alla morte di ogni usufruttuario, la relativa quota si consoliderà con la nuda proprietà.
    Usufrutto - Wikipedia
    +
    Art. 678 cc : Accrescimento nel legato di usufrutto
    Quando a più persone è legato un usufrutto (978) in modo che tra di loro vi sia il diritto di accrescimento, l'accrescimento ha luogo anche quando una di esse viene a mancare dopo conseguito il possesso della cosa su cui cade l'usufrutto (982).
    Se non vi è diritto di accrescimento, la porzione del legatario mancante si consolida con la proprietà.
    :daccordo:
     
    A Adriano Giacomelli piace questo elemento.

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina