• propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

madol

Membro Attivo
Proprietario Casa
Desidero porre alla vostra attenzione questo problema
Figlia unica, ho ereditato alla morte di mia madre un appartamento ed espletato tutte le pratiche notarili e pagato tasse dovute-
Scopro oggi , a distanza di 18 anni dalla sua morte, che mia madre , sorelle , ed altri parenti che non conosco, avevano un terreno agricolo ereditato da bisnonni in un'altra regione.
I miei cugini diretti , alla morte della loro madre , sorella della mia , lo avevano accettato in eredità.
Ora ,siccome possedere un terreno è solo gravoso di tasse e in più viene richiesto loro la pulizia dello stesso di tanto in tanto, mi hanno contattata e vogliono coinvolgermi .
Io vorrei disinteressarmi completamente di tutto e non mi interessa neppure questa proprietà divisa tra non so quanta gente oltre che loro . Posso disinteressarmi senza possibili conseguenze senza fare ne rinuncia nè nulla dopo ben 18 anni ?
Grazie a chi vorrà rispondermi.
 

Luigi Barbero

Membro Senior
Proprietario Casa
Occorre vedere l'albero genalogico perché come hai descritto la discendenza non è molto chiara su chi abbia ricevuto che cosa.
 

Gianco

Membro Storico
Professionista
Se questo immobile non è stato indicato nella dichiarazione di successione e addirittura tua madre non apparisse nella successione, se c'è stata, dei nonni, lascia perdere, puoi sostenere che non fosse di tua madre in quanto non lo possedeva ed è strano che i tuoi parenti si facciano vivi solo ora che ci sono costi da affrontare.
 

Luigi Criscuolo

Membro Storico
Proprietario Casa
secondo me prima fai una visura ipocatastale del terreno presso la conservatoria dei registri immobiliari della provincia dove si trova il terreno. Solo così potrai sapere a chi appartiene effettivamente il terreno. Se tua madre non compare tra i proprietari puoi tergiversare fra due anni può scattare la perdita della proprietà per usucapione.
 

Luigi Criscuolo

Membro Storico
Proprietario Casa
Si acquisisce per usucapione, non si perde per tale motivo.
certamente: forse mi sono espresso in modo equivoco. Coloro che hanno accettato la porzione di proprietà e che conducono in modo esclusivo la manutenzione di tutto il terreno, trascorsi 20 anni, acquisiscono il diritto di proprietà sulla parte di coloro che li hanno lasciati fare. Tutto sta a determinare quando è iniziata la conduzione del fondo perché se tale situazione inizia con gli zii della postante i cugini potrebbero vedere accorciare la loro tempistica.
 

1giggi1

Membro Assiduo
Proprietario Casa
Coloro che hanno accettato la porzione di proprietà
Hanno accettato la loro parte che è una porzione dell'intero.

che conducono in modo esclusivo la manutenzione
Se poi chiedono i soldi non è sicuro loro intenzione farlo in modo esclusivo.

, trascorsi 20 anni, acquisiscono il diritto di proprietà sulla parte di coloro che li hanno lasciati fare.
Non acquisiscono nulla, devono chiederlo e lo faranno solo se "conveniente". Poi un giudice deciderà se le loro richieste possono essere accolte.

Tutto sta a determinare quando è iniziata la conduzione del fondo perché se tale situazione inizia con gli zii della postante i cugini potrebbero vedere accorciare la loro tempistica.
I cugini non hanno interesse in tal senso, vogliono parte delle spese che anticipano.
 

madol

Membro Attivo
Proprietario Casa
Grazie per le risposte ma vorrei chiedere ancora alcuni chiarimenti circa la maniera di comportarmi
Credo che perché qualcuno possa pretendere qualcosa non basti fare delle telefonate ma debba presentarmi della documentazione scritta
1) l'asse ereditario
2)certificato catastale (come suggeritomi da voi)
3) Dimostrare il foglio notarile da cui si evince che mia madre avrebbe accettato l'eredità del fondo.
A questo proposito voglio specificare che alla sua morte mio nonno era nulla tenente e quindi mia madre non ereditò nulla e quindi non pagò nessuna tassa di successione( a meno che non abbia in seguito saputo e accettato quel fondo agricolo)
Diversamente da me , che avendo ereditato la casa potrei essere considerata accettante di tutta l' eredità compreso questo fondo di cui ignoravo l'esistenza
Non so se sia stata chiara .
 

Gianco

Membro Storico
Professionista
Se negli ultimi vent'anni l'immobile è stato posseduto da altri ed abbiano posto in essere operazioni prerogativa del proprietario, senza che tu abbia condiviso l'iniziativa, viene impossibile per i tuoi "cugini" coinvolgerti nel debito.
 

Luigi Criscuolo

Membro Storico
Proprietario Casa
A questo proposito voglio specificare che alla sua morte mio nonno era nulla tenente e quindi mia madre non ereditò nulla e quindi non pagò nessuna tassa di successione( a meno che non abbia in seguito saputo e accettato quel fondo agricolo)
Il diritto di accettare l’eredità si prescrive in dieci anni decorrenti dal giorno dell’apertura della successione e cioè dalla data di morte del de cuius. Il termine di dieci anni vale sia per la successione legittima che per quella testamentaria.
Non configura accettazione dell'eredità la presentazione della dichiarazione di successione in quanto è un obbligo previsto dal legislatore.

Quindi la accettazione della eredità (tacita; o espressa, con atto pubblico o scrittura privata autenticata da un notaio; o con beneficio di inventario) doveva essere fatta entro quei termini.
Mi sembra che qualcuno su quel terreno abbia fatto qualcosa di propria e spontanea volontà.
 

madol

Membro Attivo
Proprietario Casa
Il diritto di accettare l’eredità si prescrive in dieci anni decorrenti dal giorno dell’apertura della successione e cioè dalla data di morte del de cuius. Il termine di dieci anni vale sia per la successione legittima che per quella testamentaria.
Non configura accettazione dell'eredità la presentazione della dichiarazione di successione in quanto è un obbligo previsto dal legislatore.

Quindi la accettazione della eredità (tacita; o espressa, con atto pubblico o scrittura privata autenticata da un notaio; o con beneficio di inventario) doveva essere fatta entro quei termini.
Mi sembra che qualcuno su quel terreno abbia fatto qualcosa di propria e spontanea volontà.
Ti ringrazio , la notizia dei dieci anni per l accettazione la sapevo ma il mio pensiero è proprio questo : avendo accettato diciotto anni fa l' eredità di mia madre , non vorrei che risultasse che ho accettato anche questa che non conoscevo
Non so se sono stata chiara
 

Nemesis

Membro Storico
Proprietario Casa
non vorrei che risultasse che ho accettato anche questa che non conoscevo
La delazione ereditaria è un fenomeno unitario. La qualità di erede non è suscettibile di gradazioni quantitative.
Non è ammissibile un'accettazione parziale dell'eredità, ex art. 475, comma 2 c.c.
 

madol

Membro Attivo
Proprietario Casa
La delazione ereditaria è un fenomeno unitario. La qualità di erede non è suscettibile di gradazioni quantitative.
Non è ammissibile un'accettazione parziale dell'eredità, ex art. 475, comma 2 c.c.
Infatti è questa la mia preoccupazione
 

Antonio Abiuso

Membro Attivo
Proprietario Casa
Vedo parecchia confusione nella descrittiva del caso. Se ne legge un'approdo del fantomatico terreno in capo a tua madre, alle sue sorelle ed 'altri parenti' (?!) per successione dai nonni (quali?). Così è solo un bel minestrone. Per metterlo in tavola appare quindi indispensabile accertare bene come stanno attualmente le cose, considerato che in materia immobiliare non esistono...dissolvenze. A tale scopo i primi passi da fare, e che non possono esserti sicuramente inibiti, sono almeno due: a) una visura storica inerente il cespite in questione per appurarne le provenienze succedutesi nel tempo; b) l'acquisire copia della dichiarazione di successione della loro mamma fatta dai cugini (quelli venuti ora a romperti i ...cabassisi) per vedere se anche tu vi appari inserita in veste di coerede.
Qualcosa può già venirne di concreto alla luce. E' indubbio che sono non lievi seccature ma con un notaio amico, e quindi poca spesa, te le puoi togliere.
Peraltro, sulla base delle loro risultanze avresti modo di meglio regolarti nei rapporti con il cuginame assetato di chissà quali rimborsi spese, tutto considerato.
 

madol

Membro Attivo
Proprietario Casa
Vedo parecchia confusione nella descrittiva del caso. Se ne legge un'approdo del fantomatico terreno in capo a tua madre, alle sue sorelle ed 'altri parenti' (?!) per successione dai nonni (quali?). Così è solo un bel minestrone. Per metterlo in tavola appare quindi indispensabile accertare bene come stanno attualmente le cose, considerato che in materia immobiliare non esistono...dissolvenze. A tale scopo i primi passi da fare, e che non possono esserti sicuramente inibiti, sono almeno due: a) una visura storica inerente il cespite in questione per appurarne le provenienze succedutesi nel tempo; b) l'acquisire copia della dichiarazione di successione della loro mamma fatta dai cugini (quelli venuti ora a romperti i ...cabassisi) per vedere se anche tu vi appari inserita in veste di coerede.
Qualcosa può già venirne di concreto alla luce. E' indubbio che sono non lievi seccature ma con un notaio amico, e quindi poca spesa, te le puoi togliere.
Peraltro, sulla base delle loro risultanze avresti modo di meglio regolarti nei rapporti con il cuginame assetato di chissà quali rimborsi spese, tutto considerato.
Non conosco neppure io la grandezza di questo terreno ne il nome di tutti gli eredi perché oltre ai miei cugini diretti ce ne sono altri che non conosco
Chiedere la visura storica credo sia un buon consiglio sperando di trovare anche i nomi degli altri sconosciuti
Penso che anche affidarsi ad un avvocato vada bene ,non crede ?
 

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Le Ultime Discussioni

Ultimi Messaggi sui Profili

angelamura ha scritto sul profilo di elisabetta giachini.
sono proprietaria al 50% di un appartamento di una casa bifamiliare. L'altro 50% e di proprietà del mio ex marito,L'altro appartamento che si trova al piano di sotto e' di proprieta' al 50% sempre del mio ex marito e 50% di mia figlia. Ora ci sono delle spese da sostenere per il tetto della casa. Per quanto io devo partecipare ? grazie
Alto