1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

  1. marco esposito

    marco esposito Nuovo Iscritto

    un vigile urbano fuori servizio ,rimuove un auto in prossimità di un passo carrabile a , una questione che i propri colleghi in servizio stavano trattando al comando di appartenenza, è possibile questa soluzione , o è un abuso
     
  2. Alessia Buschi

    Alessia Buschi Membro dello Staff Membro dello Staff

    Professionista
    Ciao,
    secondo me no, perchè se l'auto era su un passo carrabile e ostacolava l'entrata e l'uscita dei veicoli, qualsiasi persona chiamando i vigili, avrebbero fatto rimuovere l'auto.
     
    A marco esposito e annamaria66 piace questo messaggio.
  3. marco esposito

    marco esposito Nuovo Iscritto

    Ciao Alexia,
    ma i colleghi se ne stavano occupando .. così facendo , il vigile fuori servizio non ha fatto altro che mettere in cattiva luce l'operato dei colleghi in sevizio.. non c ' è nessuno di voi che conosce qualche norma a proposito?
     
  4. Alessia Buschi

    Alessia Buschi Membro dello Staff Membro dello Staff

    Professionista
    Il decreto legislativo n. 507793 (art. 44) definisce i passi carrabili "quei manufatti costituiti generalmente da listoni di pietra od altro materiale o da appositi intervalli lasciati nei marciapiedi o, comunque, da una modifica del piano stradale intesa a facilitare l’accesso dei veicoli alla proprietà privata".
    L’art. 158 del codice della strada vieta la sosta "allo sbocco dei passi carrabili" quindi nella zona antistante gli stessi, perché il titolare del passo carrabile paga un’apposita tassa che gli consente l’accesso dei veicoli alla sua proprietà privata.

    Le norme sul rispetto civile reciproco vengono dettate dal buon senso. ;)
     
    A felixgiovanni piace questo elemento.
  5. marcella

    marcella Membro Attivo

    Alexia, credo che la domanda fosse un'altra....... A meno che il vigile in questione non fosse proprio il proprietario del passo carrabile, allora si capirebbe il motivo del suo intervento.
    Credo comunque che il problema di quel vigile fosse quello di essere ligio al dovere, anche se fuori servizio e anche se due suoi colleghi in servizio si stavano già occupando della questione.
    Non so se esiste una legge o un codice penale per adottare o meno provvedimenti fuori servizio, ma so che in gergo potrei dire che costui è un impiccione ed egocentrico.:^^:
    Non esisteva alcuna impellenza e gravità che richiedesse il suo intervento, in quanto altri colleghi già stavano facendo il proprio lavoro.
    Non si può fare un servizio quando non si è in servizio, perchè se succedesse qualcosa, un incidente o qualsiasi altra cosa, l'assicurazione non paga. Altresì, se il proprietario ricevesse un danno (metti che spostando la vettura, urtasse contro la propria, o creasse intralcio), potrebbe appellarsi al fatto che il vigile ha svolto male il proprio lavoro intralciando la strada, e di conseguenza potrebbe chiedere un risarcimento danni, che il vigile penso a quel punto dovrebbe pagare in solido in quanto il suo operato non rientrerebbe nell'orario di lavoro.
    O forse voleva fare uno straordinario per arrotondare i mese? :sorrisone:
    Ho scritto una mia semplice opinione!

    Aggiunto dopo 15 minuti :

    Visto che poi il pagamento del passo carrabile prevede la tassazione del suolo pubblico antistante al passo, se non vado errata, potrebbe, il proprietario, sostare con la propria auto proprio di fronte al passo carrabile.
    Infatti nella mia zona, l'auto che sosta davanti ad un passo carrabile viene rimossa solo se è il proprietario a chiamare l'intervento.
    Bhò, vedete voi... attendo anche io di sapere, perchè ho un'amica che ha ideato questo sistema per far parcheggiare i propri amici quando non riescono a trovare posto.
    buonanotte a tutti
     
  6. maidealista

    maidealista Fondatore Membro dello Staff

    Proprietario di Casa
    Corte di Cassazione Civile, sezione seconda.
    Sentenza 5771 del 03/03/2008.

    Circolazione stradale - Verbale annullabile se l'accertatore, agente della Polizia Municipale, è in borghese e fuori servizio in quanto la qualifica di agente di polizia giudiziaria è subordinata alla limitazione spaziale (ambito territoriale dell’ente di appartenenza) e alla condizione che sia effettivamente in servizio.

    Il Vigile Urbano: Il sito per le forze di polizia :.
    +

    Il vigile urbano fuori servizio e non in divisa non può elevare multe | Studio Legale Lagreca
    +
    Ciò posto, in presenza di un reato per il quale è previsto dal Codice Penale l' arresto è possibile effettuarlo senza alcuna remora, notiziando tempestivamente, o facendo notiziare dai presenti, le FF.PP. per la formalizzazione di quanto effettuato e per le successive incombenze.
    +
    PALERMO - Rischia il carcere chi impedisce l'uscita di un'auto dal condominio. La condanna scatta, soprattutto, se il guidatore maleducato rifiuta di spostare subito la sua auto e chiede tempo per sbrigare i suoi comodi. Lo sottolinea la Cassazione con la sentenza 16571 della quinta Sezione penale, che ha reso definitiva la condanna per il reato di violenza privata, 10 giorni di reclusione (pena sospesa con la condizionale), nei confronti di Paolo B., un 37enne palermitano.
    L'uomo, andato a prendere la sorella Teresa sotto casa, era entrato con l'auto nel parcheggio del condominio impedendo l'uscita sulla pubblica via ai condomini del palazzo. Per la Suprema Corte impedire il passaggio all'esterno configura il reato di violenza privata. «Requisito - scrivono i giudici della V sezione penale nella sentenza 16571 - che si identifica con qualsiasi mezzo idoneo a privare coattivamente della libertá di determinazione e di azione l'offeso».

    Posteggi male e non la sposti? In carcere - Corriere della Sera

    +
    Quando il parcheggio può costituire reato
    Cassazione penale , sez. V, sentenza 16.05.2006 n° 16571
    Ai sensi del primo comma dell’art. 610 c.p. “Chiunque, con violenza o minaccia, costringe altri a fare, tollerare od omettere qualche cosa è punito con la reclusione fino a quattro anni”.
    Vedi :
    Quando il parcheggio può costituire reato

    :daccordo:
     
    A Alessia Buschi e marcella piace questo messaggio.
  7. marcella

    marcella Membro Attivo

    GRANDE!!! :daccordo:
     
  8. alexcannata

    alexcannata Nuovo Iscritto

    Mi preme chiarire quanto segue:
    il legislatore con Legge 7.31986 nr. 65 "Legge-quadro sull'ordinamento della Polizia municipale" ha fornito il quadro giuridico di riferimento relativo alle funzioni dell'agente di polizia municipale - per antonomasia "vigile urbano" ove all'art. 5, diversamente da quanto previsto per le funzioni di polizia giudiziaria (il cui effettivo esercizio è limitato, secondo l'art. 57 del vigente cpp. oltre cha dal territorio di competenza, anche dall'orario di servizio) che, per l'attività di "polizia stradale" non vi sono limiti di orario di servizio - h. 0/24 - anche al di fuori di un servizio comandato ed anche in abiti civili. Ovviamente il tutto può svolgersi nell'ambito del territorio di competenza.

    Quanto ciò richiamato, vuole solamente porre chiarezza nei fatti succintamente raccontati dal Sig. Esposito Marco cioè che il Vigile Urbano non ha commesso nessun "abuso" semmai in ogni caso ha posto in atto la titolarità di una funzione in materia di circolazione stradale.

    D'altro canto, nel caso del passo carraio, trattato dall'art. 22 del Codice della strada ed integrato dalle disposizioni 44:46 del Regolamento di detto codice, è pur vero che la normativa di riferimento trova sempre delle difficoltà nel momento in cui il passo carraio non è autorizzato. Vale a dire, la particolare tutela assicurata al titolare del diritto di accesso al passo carrabile, con la previsione di una sanzione a carico di chiunque ne impedisca il libero esercizio, ha per presupposto imprescindibile la sussistenza di un titolo giuridico di legittimazione dell'accesso (autorizzazione) senza la quale viene meno la tutela sanzionatoria.
    Ciò vuole dire, che un veicolo lasciato in sosta davanti ad un passo carraio non autorizzato o che non presenta il segnale regolamentare non può essere oggetto di sanzione di cui all'art. 158 del nostro codice della strada.

    Infine, è da sottolineare, che quando un'auto impedisce l'accesso ad una proprietà privata, solo in presenza di circostanze di effettivo ostacolo alla libertà delle persone ( sosta da parecchie ore) oppure quando la presenza del veicolo ponga in pericolo l'incolumità altrui, sussistono i presupposti di legittimità dell'ordine di rimuovere il veicolo impartito dal Vigile Urbano, con l'applicazione del reato di cui all'art. 650 del c.p. per inosservanza. E qui, sicuramente, il nostro Vigile Urbano, sicuramente, non poteva dare l'ordine in quanto non era in servizio!

    Un saluto!
     
    A marcella piace questo elemento.
  9. jac0

    jac0 Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Quando un vigile constata una violazione del Codice della Strada e non è in servizio, informa il Comando di appartenenza. Lo zelo è pericoloso.
     
    A marcella piace questo elemento.

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina