1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. ralf

    ralf Nuovo Iscritto

    A cosa vado in contro se compro un immobile che è stato ceduto all'attuale proprietario tramite donazione??!?!!?
    Gioia
     
  2. Elisa Vicariotto

    Elisa Vicariotto Nuovo Iscritto

    Per poterti rispondere compiutamente, mi occorrerebbero ulteriori informazioni.
    Ad es. quali sono i rapporti tra donante e donatario? Il donante è ancora in vita?
    In generale, posso anticiparti che le donazioni sono suscettibili di revoca (per ingratitudine o sopravvenienza di figli), o di azione di riduzione (qualora ledano la quota di riserva).
     
  3. ralf

    ralf Nuovo Iscritto

    Non so ancora nello specifico ... ma credo che il padre l'abbia donato in vita ad uno dei due figli .... e adesso il padre è deceduto qualche mese fa .
    Mi era giunta voce che la banca potrebbe farmi dei problemio ad erogare il mutuo proprio perchè c'è una donazione.
    Gioia
     
  4. AlbertoF

    AlbertoF Ospite

    salve,
    in merito alla donazione di un bene immobile le banche di regola non concedono mutui in quanto per 20 anni dalla donazione potrebbero venir fuori altri eredi oltre quelli già esistenti

    Alberto
     
  5. giorgino

    giorgino Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    Non sono 10 gli anni in cui questo può succedere? :occhi_al_cielo:
     
  6. mark

    mark Nuovo Iscritto

    comprare un immobile da donazione può essere un pò pericoloso se non si è esperti in materia .La donazione può essere revocata dal donante in vita per igratitudine o per colpa grave del donatario si può estinguere dopo 20 anni se il donante
    è in vita o dopo 10 anni dalla morte del donante sempre che gli aventi diritto non chiedono la riduzione della donazione per salvaguardare le eventuali leggittime successorie. chiedere la risoluzione della donazione per mutuo dissenso o vendere delle quote dell'immobile in oggetto al donante e agli eventuali figli o moglie tutti poi vendono all'acquirente con questi espdienti si è quasi salvaquardati al 100% MARCO S:
     
  7. roberto.spalti

    roberto.spalti Nuovo Iscritto

    La donazione è un istituto particolare e può essere revocato entro 20 anni dal donante o impugnato entro 10 anni dalla sua morte.
    I motivi per la revoca possono essere relativi a:
    sopravvenienza di figli
    ingratitudine del donatario
    I motivi per l'impugnazione dopo la morte possono essere:
    sopravvenienza di figli non conosciuti
    lesione della quota di legittima spettanmte agli altri eredi.

    Qualsiasi azione relativa alla revoca di una donazione non ha effetto su un terzo acquirente ma ha effetto solo su chi ha ricevuto la donazione che quindi si potrebbe trovare nella condizione di dover risarcire gli altri eredi.
    Per la particolarità dell'istituto, comunque, le banche non erogano mutui su immobili provenienti da donazione.
     
  8. Oronzo Crescenzio

    Oronzo Crescenzio Membro dello Staff

    Se sono passati più di venti anni dalla donazione vai tranquillo. altrimenti lascia stare, anche perchè nel caso tu volessi chiedere un mutuo nessuna banca te lo concederebbe proprio per pericolo di rivalsa da parte degli altri eredi.
    ciao ciao. ;) ;) ;)
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina