1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. bali

    bali Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    Salve a tutti, eccomi qui ancora una volta a chiedere un vostro consiglio prezioso:
    da un paio di anni ho istallato un condizionatore/pompa di calore e per esigenze di spazio e di difficoltà di accesso ho dovuto istallare l'unità esterna sotto la finestra della stanza di mio figlio e comunque sulla parete del mio appartamento. Tutto bene fino a quando mi telefona la propietaria del piano di sotto dicendo che il rumore del condizionatore non le permette di riposare la notte (purtroppo la sua camera da letto è sotto quella di mio figlio) perchè e troppo forte al punto che e stata costretta a spostarsi a dormire nella stanza della figlia! Mi ha anche ricordato che dobbiamo esserle grata per averci dato il premesso di istallare l'apparecchio e che lei pensava sarebbe stato usato solo d'estate!:shock:
    Premetto che la signora non ci ha dato il permesso di accedere al suo balcone per posizionare l'unità esterna in modo migliore, magari lateralmente alla mia finestra, e l'istallatore si è rifiutato di scendere dal tetto come lei preteneva (abito all'ultimo piano di una villetta bifamiliare). Mio figlio poi usa l'apparecchio come pompa di calore sporadicamente (quando è solo in casa per evitare di accendere i termosifoni) e pochissimo d'estate perchè la stanza è esposta a nord ed è molto fresca, e comunqe in modalità nottunra che è più silenziosa. In un anno lo accenderà si e no una ventina di volte tra giorno e notte! Ho controllato i libretto delle istruzioni e ho trovato la scritta 39dB(A)/50dB(A) che suppongo si riferisca alla rumorosità interna/esterna del condizionatore. E' davvero così rumoroso? Ha ragione la vicina? Come devo comportarmi per evitare problemi?:occhi_al_cielo:
    Vi ringrazio anticipatamente:)
    Bali
     
  2. Gatta

    Gatta Membro Attivo

    In questo Forum sono stati già segnalati casi del genere e,quindi,è sufficiente andarseli a "spulciare".
    Succintamente posso soltanto dire che impianti del genere non devono essere rumorosi nè devono disturbare il vicino (cfr.art.844cc:pongo l'accento sulla "normale tollerabilità" ed art.659cp che tutela il riposo delle persone).
    Secondo i giudici "non vi è alcuna necessità di disporre una perizia fonometrica per accertare l'intensità dei rumori, quando esistono altre prove che rendono evidente come la fonte sonora emetta rumori fastidiosi di intensità tale da superare i limiti di normale tollerabilità, arrecando in tal modo disturbo alle occupazioni e al riposo delle persone" (Corte di Cassazione sentenza n. 23130/06 e n. 34240/05).
    Alla luce di queste considerazioni la lettrice saprà regolarsi.
    Gatta
     
  3. Ennio Alessandro Rossi

    Ennio Alessandro Rossi Membro dello Staff

    Professionista
    segnalo inoltre
    Cass. civ., sez. II, 10 novembre 2009, n. 23807
    Non può essere riconosicuto il danno morale al condomino che lamenta l'intollerabilità delle emissioni sonore prodotte dal dal ronzio di un condizionatore d’aria se non fornisce la prova dell'esistenza di un danno alla salute.
    Nè tantomeno detto danno può essere liquidato sulla base della sussistenza della contravvenzione ex articolo 674 c.p.. nonostante non sia mai stata dedotta in giudizio l'illiceità penale delle immissioni sonore. (nel caso di specie, il condizionatore installato era conforme ai requisiti di legge)
     
    A bali piace questo elemento.
  4. Gatta

    Gatta Membro Attivo

    Alla luce di queste considerazioni si ritiene che la lettrice potrà essere "relativamente"tranquilla.Tanto più in considerazione che queste "immissioni" sono sporadiche e,sembrerebbe,silenziose.
    Soltanto in un imprevedibile contenzioso,laddove si accertasse la propagazione molesta ex art.844cc,il G.stabilirà le eventuali misure per l'eliminazione.
    Gatta
     
    A bali piace questo elemento.
  5. Ennio Alessandro Rossi

    Ennio Alessandro Rossi Membro dello Staff

    Professionista
    Per l'installazione di un impianto di climatizzazione è necessario il rispetto delle distanze in verticale o in appiombo, di cui all'articolo 907 del Codice civile. Secondo questa norma, se si vuole appoggiare la nuova costruzione al muro in cui esistono vedute dirette od oblique, essa deve arrestarsi almeno a tre metri sotto la loro soglia.
    Il contenzioso sul punto è tuttavia assai meno consistente e può riguardare i condomini dei piani soprastanti per la violazione della distanza di 3 metri in verticale misurati dalla soglia della finestra o dei terrazzi del piano superiore.
    A questo proposito si tenga presente che, agli effetti del rispetto delle distanze verticali, per costruzione deve intendersi non solo il manufatto in mattoni e cemento, ma qualsiasi opera di qualsiasi specie che ostacoli l'esercizio della veduta (si vedano, ad esempio, le sentenze della Cassazione del 17/05/1955, n. 1445 e del 22/11/1955, n. 12907).

    Infine, oltre alle cautele per le immissioni di rumore di ha già accennato da Gatta (ex art. 844 del Codice civile) vanno aggiunte quelle relative allo stillicidio della condensa.
     
  6. bali

    bali Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    grazie a tutti per le risposte sempre precise e tempestive.
    per quanto riguarda lo stillicidio siamo riusciti a risolvere il problema senza coinvolgere la vicina. riguardo al rispetto delle distanze in verticale o in appiombo, di cui all'articolo 907 del Codice civile, invece, mi rendo conto di essere in difetto perchè l'unità esterna del condizionatore è stata posizionata proprio sotto il davanzale della mia finestra, e sulla mia parete, in quanto, come già accennato, l'altra parte non ha concesso l'accesso al suo balcone per posizionare l'unità esterna in modo migliore, magari lateralmente alla mia finestra , e l'istallatore si è rifiutato di scendere dal tetto come lei pretendeva.
    da quanto letto e avendo anche consultato la legge 477 del 26 ottobre del 1995 e il DPCM del 14 novembre 1997, mi pare di aver capito che posso tenere acceso il condizionatore solo fino alle ore 22 perchè il limite notturno di emissione di rumori, per la notte appunto, è di 40 dB(A) (la rumorosità interna/esterna del mio condizionatore è 39dB(A)/50dB(A) . che fregatura!:triste:. ma perchè mettono in commercio condizionatori con emissioni così alte se ci sono limiti ben precisi da rispettare :rabbia:. è vero che i valori di rumorosità sono indicati nel libretto di istruzione, ma fino ad ora chi ne capiva niente di dB(A) e cose del genere (mi riferisco a me stessa!), certi commessi poi,(non tutti sicuramente!!!) non ne parliamo nemmeno!
    scusate lo sfogo:confuso:.
    cordiali saluti.
     
  7. Adriano Giacomelli

    Adriano Giacomelli Membro dello Staff

    Proprietario di Casa
    Per scrupolo, mi sentirei di consigliare un sopralluogo del proprio tecnico a verificare l'impianto. Oltre a disfunzioni, spesso sono i carter esterni della macchina, che allentati, fanno fastidiose e rumorose vibrazioni, innalzando i decibel
     
    A bali piace questo elemento.

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina