• propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Z

zuliani

Ospite
#1
Intorno a metà maggio abbiamo fatto presente al nostro futuro locatore di voler prendere in affitto la sua casa. Ci ha detto che il contatore (della luce o del gas, non lo sapeva) era in mora. Il giorno dopo gli abbiamo detto che ad essere in mora era quello della luce, che lui in quanto proprietario doveva fare la cessazione amministrativa di modo che sbloccassero il contatore in mora (il precedente conduttore non aveva provveduto a pagare le ultime fatture), che avrebbe dovuto avviare il procedimento per cessazione amministrativa, che sarebbe durato circa 12 gg lavoratori, e dall'esito incerto.
Tale locatore ha tergiversato e perso tempo, fino al 28 maggio che ha avviato il procedimento per cessazione amministrativa, assicurandoci che ci sarebbero voluti 5 giorni per l'allaccio della luce nell'appartamento.
Il 29 maggio abbiamo sottoscritto il contratto (non ancora registrato), il 30 maggio abbiamo provveduto al versamento di 3 caparre e il canone mensile di giugno, anticipato. Il 31 maggio ci ha dato le chiavi per procedere con il trasloco.
Ad oggi. 8 giugno, nell'appartamento non c'è luce (ed essendocil'autoclave non c'è nemmeno l'acqua), il locatore fino a stamattina diceva che enel gli diceva di aspettare ancora 24-48 ore. Forse la luce ci sarà lunedì 11, se siamo fortunati secondo me l'avremo mercoledì (12 giorni lavorativi come sapevo da quando mi ero informata sulla cessazione amministrativa).

Il mio quesito è, alla luce anche e soprattutto
dell'art 1575 del cc (Il locatore deve: 1) consegnare al conduttore la cosa locata in buono stato di manutenzione; 2) mantenerla in stato da servire all'uso convenuto; 3) garantirne il pacifico godimento durante la locazione),
del fatto che il contratto non registrato decorre dal 5 giugno,
questo nostro locatore è tenuto a sopperire alle mancanze dell'abitazione? es: pagandoci un albergo vicino alla casa locata?
 

Gianco

Membro Storico
Professionista
#2
Se il locatore ha inoltrato le richieste necessarie a sbloccare la situazione, non è lui il responsabile, semmai è l'ENEl. Ma si sa quelli trovano ogni scusa per scaricare le responsabilità. Credo che dobbiate attendere pazientemente ancora qualche ora. Altrimenti dovrete inviare una raccomandata di lamentela sia al proprietario del locale che all'enel minacciando di richiedere danni. In tal caso sarebbe opportuno consultare un legale.
 

luciano1949

Membro Attivo
Proprietario Casa
#3
Cominciare una locazione con dei problemi non è mai il massimo, ma questa volta le colpe devono dividersi fra locatore/conduttore/servizio elettrico, il locatore avrebbe dovuto chiudere al più presto la fornitura dell'energia elettrica, e avrebbe dovuto dare al conduttore la possibilità di aprire l'utenza nuova a suo nome, a secondo del fornitore nella mia zona, l'utenza viene aperta in un giorno se il contatore elettronico è installato (e dovrebbe esserlo) o al massimo in un paio di giorni lavorativi se sono apposti dei sigilli, è vero che sui contratti sta scritto "... 12 giorni lavorativi" ma è altrettanto vero che a volte tirano in lungo per "malavoglia", fai un colpo di telefono e fai un po' la voce grossa con l'ufficio dove hai fatto il contratto, chiedi il nome dell'impiegato e quello del capoufficio, in genere dopo poche ore hai corrente, specialmente se sei al limite dei giorni di attesa.
Una domanda, ma stai vivendo in casa senza energia? o hai semplicemente portato i tuoi mobili e oggetti?
auguri.
 

basty

Membro Storico
Proprietario Casa
#4
Dalle mie parti (piemonte) il gestore di rete gas, toglie il contatore ad ogni domanda di disdetta: ed i tempi di riattivazione sono a carico del prossimo inquilino.

Quanto ad Enel, non ho mai sentito di "cessazione amministrativa" (è sicuramente una mia ignoranza): ma non è affare del sig. Y che chiede la fornitura, se il precedente sig. X ha lasciato dei debiti ed è moroso. Enel (o chi per esso) deve provvedere.

Se invece il precedente contratto era intestato al locatore, che non ha mai dato disdetta ed era pure moroso, forse le cose cambiano.
 

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Le Ultime Discussioni

Ultimi Messaggi sui Profili

Brigantes83 ha scritto sul profilo di Gianco.
Salve Gianco, sono nuovo del forum, desideravo esporle una questione, io ho ricevuto un testamento universale olografo da un'amica, quest'ultima era vedova e non aveva figli, ma esiste una cugina (figlia della sorella di sua madre) e una nipote (figlia del fratello del marito defunto)
essendo il testamento universale a mio favore questi ultimi due persone rientrano comunque nell'asse ereditario? grazie
Salve a tutti vorrei sapere come faccio a regolarizzare la mia cantina alta 2,78 e lunga mt 8 e larga mt 6 seminterrata la quale è stata accatastata risulta sulle planimetrie insieme alla casa.La casa era abusiva ed è stata condonata ma la cantina non risulta il condono non capisco il perché dato che risulta sulle planimetrie.Ora dovrei vendere il tutto ma non vorrei avere problemi in futuro o davanti al notaio.
Alto