1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

  1. gattaccia

    gattaccia Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    com'è possibile passare oltre, dopo fatti del genere? forse attivando una prevenzione ad hoc?
    sono piuttosto allibita
     
  2. Dimaraz

    Dimaraz Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    Indipendentemente dalla nazionalità degli autori ...a simili "gesti" la polizia dovrebba sparare (esistono i proiettili di gomma) ad altezza gambe.
     
    A rita dedè piace questo elemento.
  3. rita dedè

    rita dedè Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    In casa ho una vecchia mazza da baseball,in macchina ho un coltellino,che uso per andare a funghi, e quando vado in Italia (1056 km),mi piace viaggiare di notte,la mazza da baseball accompagna la sottoscritta!
    Ho fatto un corso per imparare difesa personale,
    Ed un corso per dare il primo aiuto!!
    Le femmine pure bisogna che si danno una svegliata, invece di star sempre e solo a lamentarsi che non vengono rispettate!
    Altro che leggi che difendono i diritti della donna,se non vengono temute che faccio? Mi attacco al tram?
    Non ci penso proprio!
    I mezzi per, difendersi ce ne sono abbastanza......usiamoli,impariamo ad usarli,
    Il capodanno lo si può pure festeggiare,beatamente,in luoghi un pó più sicuri,che c' azzecca,andare ingiro in mezzo alla strada?
    Di questi tempi?
     
    A alberto bianchi e quiproquo piace questo messaggio.
  4. Elisabetta48

    Elisabetta48 Membro Assiduo

    Credo siano giorni di riflessione per tutti. L'argomento è scottante e la necessità di sintesi rischia invece di far dire banalità.
    A Rita dico che a casa mia vorrei girare senza avere paura e non voglio essere costretta a cambiare le mie abitudini per colpa di gente che o viene qui e rispetta le regole o se ne deve andare a delinquere a casa sua. Di delinquenti ci bastano i nostri. Non è solo questione dell'ultimo dell'anno. Se uno arriva di sera in una delle nostre stazioni, c'è da avere paura. Possibile che nel 2016 se ti arriva una figlia in stazione di sera la si debba andare a prendere perché si ha timore di quello che le può succedere? Si deve viaggiare solo in fascia protetta? Tu dici che ci dobbiamo difendere: anche io a volte mi sono presa appresso un coltello, ma grazie al cielo non l'ho mai dovuto usare: ti immagini, circondata da una decina di animali come sarebbe finita col mio coltello?
    Ma il problema ora mi sembra un altro. Temo che avessero ragione i più critici sulla questione della immigrazione: ci siamo messi in casa un mare di gente che ci odia, organizzata o facilmente organizzabile tramite Internet e telefoni. Questa volta il piano preordinato era quello di molestare donne dando loro una lezione per la loro autonomia, la prossima volta quale sarà il piano?
    Inoltre è emersa la nostra totale impotenza: stavolta erano molestatori. Fossero stati terroristi?
     
    A quiproquo e rita dedè piace questo messaggio.
  5. quiproquo

    quiproquo Membro Senior

    Proprietario di Casa
    A malincuore devo dare ragione a chi dei nostri politici grida..."al diavolo..."
    Quando ero in Germania fino al 1967 il problema esisteva già...anche in Italia ed
    io da buon ragioniere starnazzavo a destra e a manca con questa indicazione:

    Se l'Italia ha bisogno di mille spazzini ( lavoro negletto come altri del genere dagli italiani...) e ne arriva 1001...quell'uno in più è destinato a vivere sotto i ponti ed
    essere facile preda della delinquenza...o lui stesso a scegliere tale percorso.

    Volevo dire che non si può prescindere dal controllo alle frontiere. E a quei politici starnazzatori dell'esempio Americano a fine 800 ed oltre , ricordo che gli Italiani partivano su grandi navi oceaniche e al molo di arrivo a New York (???) venivano tutti identificati e "schedati" ...senza dimenticare i grandi spazi americani e il loro
    fabbisogno di mano d'opera...L'italiano non entrava sulla nave con spirito clandestino..tutt'altro...anche con incultura marcata manteneva decorosamente
    l'origine territoriale e quella familiare.

    La guerra. La guerra ci spaventa solo a pronunziarla. Se il tuo vicino di casa ti aggredisce per qualsiasi suo indegno e indebito motivo e lo reitera in continuazione
    tu non puoi non difenderti ricorrendo , a parte la magistratura, ad un corrispondente mezzo usato dall'aggressore nel tempo stesso dell'azione.
    In sostanza è "guerra" o se volete una lite esasperata...Io credo che i musulmani
    nutrono verso gli occidentali una forma di odio alimentato dalla loro storia e
    dalla loro pratica religiosa...Il tutto da circa 1500 anni...Ora, forti di una arma
    esclusiva e terribilmene efficace che noi non possiamo avere, mirano al dominio
    mondiale...L'unica difesa possibile è disarmarli impedendo il commercio libero
    delle armi. "Salvo che al potere economico faccia comodo la riduzione stragista
    delle popolazioni troppo affollate e che fanno temere altri disastri mondiali
    come il clima..." ???.... E' solo una battuta...Qui chiudo e saluto cordialmente Gattaccia, RitaDedè ed Elisabetta48. qpq.
     
    A Elisabetta48, gattaccia e rita dedè piace questo elemento.
  6. Un giocatore

    Un giocatore Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    Penso che se la cosa fosse capitata in Italia, che non ha la Polizei , ma le Polizie (Polizia, Carabinieri, Corpo Forestale, Vigili Urbani, etc.) sarebbe stato necessario il coordinamento di tutte queste forze rendendo più difficile l'azione di contrasto.
     
    A quiproquo piace questo elemento.
  7. griz

    griz Membro Senior

    Professionista
    E' un evento imprevedibile quindi imprevisto, che tutti questi soggetti siano in grado, come sembra, di organizzarsi per provocare deliberatamente questi problemi, dà da pensare, la soluzione non è facile anche perchè loro sono già qui e comunque nel numero degli immigrati ci sono sicuramente anche persone per bene che vogliono la stessa nostra tranquillità. Sicuramente gridare allo scandalo non produrrà ma è certo che bisogna fare qualcosa
     
    A Elisabetta48 piace questo elemento.
  8. gattaccia

    gattaccia Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    sono d'accordo un po' con tutti...desidero aggiungere che le donne europee hanno conquistato faticosamente nel tempo il diritto di "circolare" ovunque, almeno così sembrava
    comunque vorrei aggiungere una considerazione, forse sbagliata per carità: da quello che vediamo e leggiamo da mesi, sembrerebbe che dobbiamo accogliere le famiglie che scappano dalle guerre...invece a me sembra che in Europa ormai c'è un numero altissimo di giovani maschi soli (anche i minorenni, che hanno diritto di restare, sono tutti ragazzi), il che secondo me è uno dei motivi che hanno provocato le vigliacche aggressioni di gruppo contro le donne
    aggiungiamo che i musulmani non hanno un'alta opinione delle donne occidentali, il che ovviamente mi fa dubitare fortemente di una possibile reale integrazione
     
    A Elisabetta48 e quiproquo piace questo messaggio.
  9. moralista

    moralista Membro Attivo

    Professionista
    Se tutto questo fosse successo nel loro paese come si sarebbero comportati?
    forse irriconoscibili dato che vige il BURQA
    quali integrazioni???????
     
  10. gattaccia

    gattaccia Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    però se è vero che si sono organizzati con i cellulari, è anche vero che non dovrebbe essere difficile individuare chi era effettivamente sul posto, con il monitoraggio delle celle telefoniche e gli orari delle aggressioni, più i filmati
     
    A rita dedè piace questo elemento.
  11. Un giocatore

    Un giocatore Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    Dopo però occorre passare per la Giustizia (c'è la presunzione di innocenza, occorrono le prove) e qui i tempi si allungano, sia pure non come in Italia. Non a caso in Italia l'A.N.M. invoca l'abolizione del reato di immigrazione clandestina (legge Bossi-Fini) allo scopo di non intasare le aule di tribunale e rendere pertanto problematici i processi agli scafisti.
     
    Ultima modifica: 11 Gennaio 2016
  12. gattaccia

    gattaccia Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    ho dimenticato di citare le telecamere di sorveglianza
    comunque secondo me basterebbe eliminare dalla lista le donne, fine delle indagini
     
  13. Luigi Criscuolo

    Luigi Criscuolo Membro Storico

    Proprietario di Casa
    non l'hanno mai voluta applicare. E' una delle leggi largamente osteggiate.... l'altra è quella della interruzione volontaria della gravidanza.
     
  14. Elisabetta48

    Elisabetta48 Membro Assiduo

    Solo per i fatti dell'ultimo dell'anno... Non ci sono solo angioletti nemmeno tra le donne. Ho raccontato di recente di uno sfratto in un appartamento. E' poi emerso che sia la nonna (giovane) che la mamma rubavano in negozi e supermercati. Una ora è in prigione, la macchina sequestrata per infrazioni varie mai pagate, rette scolastiche, bollette... mai pagate e così via. Intanto il ramo maschile si dava da fare su altri fronti (uno è in prigione). Avvocati d'ufficio pagati da noi, assistenti sociali (pagate da noi) che tentano di salvare il salvabile per i bambini. E noi dobbiamo continuare a sopportare tutto questo? In compenso una delle carte abbandonate nell'appartamento era il calendario con gli orari delle preghiere del mese in corso presso il centro islamico.
    @griz giustamente dice che sono già tra di noi e che preoccupa la facilità che hanno nel passaparola. In novembre a Reggio Emilia una pattuglia della Guardia di Finanza ha iniziato a controllare alcuni venditori abusivi: la reazione è stata violenta; sono accorsi in pochi attimi in tanti che hanno messo sotto numericamente la pattuglia della GdF, i vigili urbani e i carabinieri accorsi per rinforzo.
    E non solo sono già tra di noi: ci tornano pure. Se vi interessa vi metto il link a un articolo del 2007 su una cellula smascherata a Reggio Emilia.
    «Fratello, tu stai per morire, sei ancora convinto, vero?» - Cronaca - Gazzetta di Reggio
    Bene, uno dei condannati, scontata la pena, è stato espulso ed è già rientrato in Italia su un barcone nel novembre scorso. Grazie al cielo dalle impronte lo hanno riconosciuto e rispedito, ma la cosa non è più tollerabile. E lo dico con tanta tristezza perché io ero di quei cretini che sperava davvero in un mondo migliore fatto di pace e tolleranza.
     
    A quiproquo piace questo elemento.
  15. Un giocatore

    Un giocatore Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    E va bene che speri in un mondo migliore, solo che poiché ci vuole tempo per vedere i risultati, bisogna continuare a sperare.
     
    A Elisabetta48 piace questo elemento.
  16. quiproquo

    quiproquo Membro Senior

    Proprietario di Casa
    No caro amico...Il tempo è contro di noi...la speranza va deposta in un cantuccio e sostituita da un atteggiamento fermo e severo di guerra difensiva..E prima che sia troppo tardi...L'infiltrazione è cospicua e loro hanno un'arma destabilizzante che non possiamo adottare: La bomba corporale...tante in tutto il mondo in orari diversi o identici...sui treni, sugli aerei, sulle navi,negli ospedali,nelle chiese,
    nelle scuole, negli alberghi, negli stadi, nei teatri, nelle terme ecc...Coniugando in negativo il famoso "come, quando,fuori, piove e quanto...Il potere mondiale
    retto da poche decine di persone sembra godere delle carneficine imminenti.
    Nel frattempo gli stessi continuano a produrre armi e venderle ai nostri carnefici.
    Come fai a parlare di speranza lo sai solo tu e l'altro camaleonte che ci guarda dall'alto. C'è qualche altro propista che condivide la speranza così caldamente
    prospettata??? Oppure pende dalla parte di quiproquo ???
     
    A Elisabetta48 e rita dedè piace questo messaggio.
  17. Luigi Criscuolo

    Luigi Criscuolo Membro Storico

    Proprietario di Casa
    la pace e la tolleranza nel mondo sono il presupposto per un mondo migliore.
    Purtroppo ci sono anche il razzismo, l'integralismo e la non volontà di integrarsi che rendono vana la speranza.
    E dove mettiamo la riconoscenza e la gratitudine?
    Io sono sempre stato dell'opinione che chiunque viene in Italia per aiutare a tirare il carretto della nostra economia è ben accetto; chi viene per portarci i suoi problemi deve essere rispedito da dove viene.
     
    A Elisabetta48 e rita dedè piace questo messaggio.
  18. quiproquo

    quiproquo Membro Senior

    Proprietario di Casa
    D'accordo per il presupposto...molto meno se detto presupposto viene solo
    declamato e per niente attuato...Se ne prenda atto definitivamente e pur
    restando sui nostro valori consolidati dopo secoli di guerre e di relative carneficine
    (52 milioni di morti nell'ultima grande guerra iniziata da quel pazzoide di Hitler...) teniamo fermo il timone per rispondere colpo su colpo alle aggressioni che già ci sono copiose e ce ne saranno ancora di più e per molto tempo...
    Il problema è che stare in pace ci piace moltissimo e ci siamo tanto abituati alla
    cosa che ci sembra impossibile solo parlare del suo contrario...vedi fa specie anche a me solo ripeterla...Io poi sono il più vecchio dei propisti e di anni pacifici ne ho goduto più degli altri. tuttavia mi sento costretto ad aprire gli occhi e non farmi intontire dai buonisti. Qui mi stoppo e ti risaluto. qpq.
     
    A gattaccia piace questo elemento.
  19. gattaccia

    gattaccia Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    capisco, tuttavia credo che le donne musulmane siano o non siano angioletti più o meno nella stessa percentuale delle altre donne (con la differenza che spessissimo sono oppresse dai loro uomini)
    quello che invece secondo me risulta particolarmente odioso sono le aggressioni di uomini (con l'aggravante dei gruppi organizzati ad hoc) contro donne sole, almeno io la vedo come una "novità" estremamente negativa e preoccupante, che sottende una "cultura" inaccettabile da ogni punto di vista
     
    A quiproquo e Luigi Criscuolo piace questo messaggio.
  20. Elisabetta48

    Elisabetta48 Membro Assiduo

    Perfettamente d'accordo e questo era anche il tema della discussione. Ma ho esordito dicendo che per me, e forse per tutti, sono giorni di riflessione e di ripensamenti, per questo mi sono allargata. In quell'appartamento abbiamo ritrovato fasci di multe (di persone diverse) per violazioni al codice della strada di varia natura, vi dicevo in altra discussione della casa sfasciata, i condomini da tempo segnalavano comportamenti inaccettabili. Mi sono fatta l'idea di un disprezzo totale delle nostre regole (e probabilmente anche di noi) che accomuna maschi e femmine. Per i maschi, in più, è scattata anche la "lezione" da dare alle donne occidentali.
    Nel frattempo è trapelata, e anche questo per me è grave, la notizia che le polizie dei vari stati hanno minimizzato quanto accaduto probabilmente per evitare che si allarghi il fronte del "no allo straniero" e quello che sta ora succedendo, la caccia agli immigrati.
    Quanto al fatto che il tutto sia stato preordinato, direi che non ci sono dubbi: lo dimostrano i filmati. Le azioni si sono svolte ovunque con le identiche modalità.
    Secondo me si deve riconoscere che siamo in una fase di emergenza e si devono adottare leggi speciali: se delinqui, te ne vai e senza aspettare i tre gradi di giudizio.
     
    A gattaccia e quiproquo piace questo messaggio.

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina