• propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Adriano Giacomelli

Membro dello Staff
Proprietario Casa
Buongiorno,
se vai in una agenzia seria, dovrebbero fare tutte le verifiche e gli accertamenti del caso al posto tuo, viceversa se vuoi occupartene direttamente devi partire dall'atto notarile di provenienza, ovvero l'atto con cui tu o chi per te lo ha acquistato. Nell'atto sono contenuti tutti gli estremi catastali dell'immobile e di norma sono riportati eventuali vincoli, servitù, mutui. Se tu non disponessi di una copia, rivolgiti al notaio che ti fece l'atto e ti dovrà fornire una fotocopia senza spese. Se dopo l'acquisto hai acceso un mutuo, dovresti, di norma, sapere a che punto sei del rientro e comunque hai un rapporto con l'Istituto bancario che può darti le informazioni. Tutto ciò per dire che se devi vendere una proprietà devi dare la massima trasparenza, proprietà, vincoli o pesi, prezzo. Con i dati catastali, eventualmente è facile produrre una scheda catastale e/o planimetria catastale.
Adriano Giacomelli
 

linda

Nuovo Iscritto
... altra cosa nuova ma importante .... da luglio 2009 all'atto di vendita devi anche produrre certificazione energetica... questa te la compila un tecnico autorizzato e ti può costare dai 300 ai 500,00 €.
ciao!!!
 

federobe

Nuovo Iscritto
linda ha scritto:
... altra cosa nuova ma importante .... da luglio 2009 all'atto di vendita devi anche produrre certificazione energetica... questa te la compila un tecnico autorizzato e ti può costare dai 300 ai 500,00 €.
ciao!!!
Anche di più :applauso: perchè adesso i tecnici ,devono fare una doppia certificazione ( riscaldamento e raffrescamento).
 

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Ultimi Messaggi sui Profili

Ho affittato a un inquilino con figli in età scolare un alloggio al 2° p. di un piccolo condominio. Il fornaio del p.t., si è lamentato "pesantemente" con me perchè i suddetti figli (ora in DAD) lo disturbano durante il giorno. Ho invitato civilmente il padre a moderare l'esuberanza dei ragazzi ma inutilmente. La domanda è: Qual è la mia responsabilità circa il diurno disturbo arrecato al fornaio?
Buongiorno. Mio figlio è proprietario di un locale di 35 mq. adibito a magazzino, classe C2 ubicato nel cortile di un palazzo, piano terra. Desiderando cambiare la destinazione d'uso, per realizzare ad esempio un piccolo laboratorio, deve avere il consenso del condominio, con delibera assembleare?
Alto