1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag:
  1. nicolettag

    nicolettag Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    Il condominio dove abito (proprietaria) ha 4 scale con tutti i servizi in comune (portiere/riscaldamento...).
    A seguito un incidente un condomino della mia scala e' divenuto recentem invalido motorio al 100% e chiede di eliminare ogni barriera architettonica e di porre un montascale che lo conduca sino all'ascensore. Preventivo oltre 10.000 eu.

    Nel condominio tutto esiste grande simpatia vs tale persona e molti si dicono propensi ad ogni spesa pure a quelle per le quali un invalido viene normalmente risarcito.
    Parecchi propendono per la soluzione di una suddivisione della spesa che sia uguale per ogni condomino senza tener conto della tabella millesimale o dell' appartenenza ad altre scale.
    Ritengo pero' che nell assemblea atta a deliberare qualcuno sollevera' obiezioni a tale idea che quindi non sara' votata ottenendo l'assoluta maggioranza.

    Mi chiedo se esistano sentenze o decreti leggi che possano suffragare tale ripartizione della spesa sovvertendo la ripartizione a millesimi o l'utilizzo dei nuovi ausilii per una sola delle 4 scale.

    GRAZIE per ogni utile informazione
    Nicoletta
     
  2. Dimaraz

    Dimaraz Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Esiste Legge che prevede riparto sempre su base millesimale ed eventuale Condominio parziale.
    Criteri diversi sono possibili solo con voto unanime (1000/1000).

    Esse do innovazione è possibile anche escludersi dalla spesa.
     
    A nicolettag piace questo elemento.
  3. Dimaraz

    Dimaraz Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Essenddo.
    Dal telefono capita.
     
  4. Luigi Criscuolo

    Luigi Criscuolo Membro Storico

    Proprietario di Casa
    secondo te se si rompe la colonna di scarico dei gabinetti degli appartamenti di una scala le spese di riparazione e sostituzione si dividono secondo gli appartamenti serviti dalla colonna o vengono divise secondo tutti i condomini?
    Il “condominio parziale” si ha quando i beni comuni sono destinati all’ utilizzazione di solo una parte dei condomini.
    Inserisco alcune sentenze riguardanti gli ascensori ma che a mio avviso si possono applicare ai montascale.

    - Trib. civ. Milano, 12 aprile 1990
    In un condominio ove siano due scale è da applicarsi per il collocamento dell'ascensore il condominio parziale; inoltre in applicazione dell'art. 2, L. n.° 13/1989 le maggioranze sono quelle previste dall' art. 1136 secondo e terzo comma c.c.

    - Cass. civ., sez. II, 12 febbraio 1993, n. 1781.
    La installazione in un edificio in condominio (o in una parte di esso) di un ascensore di cui prima esso era sprovvisto costituisce, ai sensi dell'art. 1120. primo comma, c.c., una innovazione
    , con la conseguenza che la relativa deliberazione deve essere presa con la maggioranza di cui al quinto comma dell'art. 1136 c.c., secondo cui l'approvazione deve avvenire "con un numero di voti che rappresenti la maggioranza dei partecipanti al condominio e i due terzi del valore dell'edificio" (oggi però la maggioranza richiesta è quella riportata dalla Legge 220 del 11 dicembre 2012 “Riforma del Condominio” cioè maggioranza degli intervenuti che rappresentino almeno metà dell’edificio) . In questo caso scala.
    L'installazione di un ascensore in un edificio in condominio (o parte autonoma di esso), che ne sia sprovvisto, può essere attuata, riflettendo un servizio suscettibile di separata utilizzazione, anche a cura e spese di taluni condomini soltanto, purché sia fatto salvo il diritto degli altri di partecipare in qualunque tempo ai vantaggi della innovazione, contribuendo nelle spese di esecuzione dell'impianto ed in quelle di manutenzione dell'opera
    .
     
    Ultima modifica: 14 Novembre 2016
  5. Luigi Barbero

    Luigi Barbero Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Servirebbe anche informarsi presso l' ASL che con una pratica ad hoc potrebbe intervenire su buona parte della spesa .
     
  6. Nemesis

    Nemesis Membro Storico

    Proprietario di Casa
    Nel caso in cui il condominio rifiuti di assumere, o non assuma entro tre mesi dalla richiesta fatta per iscritto, le deliberazioni necessarie, il portatore di handicap potrà installare il servoscala a sue spese.
    Se invece l'installazione è deliberata dall'assemblea, trattandosi di un'innovazione molto gravosa, i condomini che non intendono trarne vantaggio sono esonerati da qualsiasi contributo nella spesa. Quindi la spesa sarà suddivisa solamente tra i favorevoli e sempre sulla base dei millesimi di proprietà.
     
    A Elisabetta48 piace questo elemento.
  7. Nemesis

    Nemesis Membro Storico

    Proprietario di Casa
    Non presso l'ASL. Occorre presentare domanda al sindaco del comune in cui è sito l'immobile con indicazione delle opere da realizzare e della spesa prevista entro il 1 marzo di ciascun anno.
    Il sindaco, nel termine di trenta giorni successivi alla scadenza del termine per la presentazione delle domande, stabilisce il fabbisogno complessivo del comune sulla base delle domande ritenute ammissibili e le trasmette alla regione. La regione determina il proprio fabbisogno complessivo e trasmette al Ministero delle infrastrutture e dei trasporti la richiesta di partecipazione alla ripartizione del Fondo speciale per l'eliminazione e il superamento delle barriere architettoniche negli edifici privati.
    Il fondo però non è stato alimentato da parecchi anni. Quindi non è possibile stabilire tempi precisi per il ricevimento del contributo, poiché sono soggetti all'effettiva erogazione da parte della regione.
     
  8. Luigi Barbero

    Luigi Barbero Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Da quel che so io, era l' ufficio invalidi dell' asl (mia moglie ci ha lavorato gli ultimi 10 anni di attività ) ad istruire la pratica dietro preventivo di alcune ditte specializzate . Poi chi autorizzava la spesa era l' INPS .
     
  9. Marinarita

    Marinarita Membro Supporter

    Proprietario di Casa
    Non esiste una norma specifica, per l'abbattimento delle barriere architettoniche che obblighi il condomonio, nel quale abita un condomino disabile, all'adeguamento del caseggiato. La legge N°13 del 09/01/1989 tutela il diritto del disabile, ma non obbliga i condomini a partecipare alla spesa per installare un montascala o un ascensore per favorire la sua mobilità. Nicolettag, informa che il condominio dove abita, è composto da 4 scale; lei e il condomino disabile abitano nella stessa scala, e pone la domanda se anche le altre 3 scale devono partecipare all'Assemblea condominiale per deliberare l'installazione del montascala. Nicolettag, l'intervento per installare il montascala riguarda soltanto la tua scala, perchè si tratta di un servizio suscettibile di utilizzazione separata, pertanto le altre 3 scale, sono escluse. La deliberazione per l'abbattimento di una barriera architettonica, seguita dalla collocazione di un montascala, rappresenta un'innovazione e pertanto occorre che l'assemblea, in seconda convocazione, esprima il voto favorevole della maggioranza dei presenti che rappresentino almeno la metà del valore millesimale (riferito alla vostra scala) Alla spesa:soldi:, saranno interessati solo coloro che avranno votato a favore. Nel caso che tutti i condomini diano parere sfavorevole, il disabile, (o chi ne esercita la tutela o la potestà) ha il diritto di fare installare ugualmente il montascale, ma le spese (anche per la manutenzione) saranno solo a suo carico:soldi: Il disabile, può fare la domanda al Sindaco del Comune nel quale risiede, per ottenere il contributo quale tutela ed aiuto per la spesa sostenuta per l'installazione del montascala:affermazione:
     
    A Elisabetta48 piace questo elemento.
  10. Dimaraz

    Dimaraz Membro Senior

    Proprietario di Casa
    A ben rileggere nelle pieghe la situazione potrebbe non essere così netta:

    Dubito che un montascale per arrivare fino all'ascensore possa costare 10.000 Euro.
    Con simile cifra l'ascensore dovrebbe partire da oltre il 3° piano.
    Facile siano altri gli interventi da dover porre...e alcuni potrebbero colpire aree comuni anche alle altre scale.

    Fosse questo il caso...la cosa si farebbe ardua per il disabile che speri di non dover affrontare la spesa da solo.
     
    A Marinarita piace questo elemento.
  11. nicolettag

    nicolettag Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    In effetti le modifiche in argomento sono :
    1) montascale
    2) portone totalmente diverso
    3) ampia pedana che elimini il gradino tra portone e marciapiede ( marciapiede interno al condominio)
    4) ....
    Tutto cio' senza dire né assurdamente richiedere una sola parola
    riguardo un eventuale risarcimento d'assicurazione
    ( la persona era alla guida di un'auto e nulla si sa ca. le dinamiche dell'incidente) né riguardo ovvi risarcimenti statali.
    Spesa ugualmente imprecisata tra 10.000 e 15.000 eu.

    Si e' discusso parzialmente di cio' nell'ambito di una recente assemblea
    in cui da ordine del giorno era scritto precisamente :
    "Punto 5- Eventuale delibera su modifiche e suddivisione spese per opere di abbattimento barriere architettoniche".

    Si e' iniziato a parlare dell'argomento dopo vari lunghi punti precendenti.
    Dato il tardo orario la maggioranza ha votato SOLO (come da verbale) :
    " Punto 5- L' Assemblea accetta la richiesta della famiglia XX per l'abbattimento delle barriere architettoniche della scala A.
    Restano da definire la modifica, l'attribuzione e la suddivisione spesa,
    punti che verranno dibattuti nella prossima assemblea del 15/Dicembre".

    In tale assemblea varie voci condominiali (esistono condomini o con pochissimi o moltissimi millesimi ) paiono voler proporre :
    * 1) lasciare la "patata bollente" delle spese alla sola scala A,
    ma cio' e' possibile dato che e' stata, come dal suddetto verbale, l'assemblea delle 4 scale a deliberare il Punto 5 ??? .
    * 2 ) non definire alcun preciso intervento a carico condominiale (lasciandone pertanto l'onere alla famiglia richiedente ) salvo aprire una libera sottoscrizione d'aiuto con una media indicativa di 150 eu ad unita' immobiliare. Aiuto che ovviamente e' fine a se stesso e quindi, per es., mai usufrira' di sgravi fiscali.

    Mi chiedo, dato che gradirei avvenisse, se possa intendersi valido concludere la prox assemblea al riguardo con la delibera del sovrastante * 2) che tutelerebbe sia i condomini della scala A che quelli che, nell'ambito di tutto il Condominio, hanno molti millesimi ?

    Grazie per ogni risposta
     
  12. Dimaraz

    Dimaraz Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Occorre distinguere la competenza o la proprietà dei singoli beni oggetto dei vari interventi.
    1) montascale: compete alla sola Scala dove viene installato e visto il suo uso specifico nonchè la caratteristica di "innovazione" ...andrà ripartito solo fra chi lo vuole.
    2) portone totalmente diverso: non essendo innovazione e vista la propreità a tutto il Condominio se (evidenzio il se) una maggioranza ne approverà la sostituzione...tutti saranno tenuti a versare la rispettiva quota su base millesimale.
    3) ampia pedana che elimini il gradino tra portone e marciapiede ( marciapiede interno al condominio): ritengo improbabile la si possa identificare come innovazione e pertanto vedi il punto precedente.
    4) ....

    Attenzione a non confondere l'approvazione di una delibera con cui si autorizzi/ammetta la possibilità di modifiche (come spiegato in riferimento al punto 5 discusso) a beni condominiali con una delibera che decida di affrontare la spesa.
    Solo con la seconda ci si prende l'onere della spesa...altrimenti tutto ricade sulla facoltà dell'interessato e sul suo solo portafogli.

    La "libera sottoscrizione" a favore del malcapitato è avulsa dalal gestione condominiale.
    Qualsiasi "offerta" sarà libera e non deve figurare nella contabilità del Condominio.
     
    A nicolettag e Marinarita piace questo messaggio.

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina