• propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

mariook

Nuovo Iscritto
Buon giorno a tutti,vorrei comprare casa a mio figlio come prima casa facendo una donazione,tuttavia vorrei tutelarlo non concedendo a lui la possibilità di vendere o fare operazioni sul bene,eventualmente,senza il consenso dei genitori,quale tipo di soluzione mi consigliate?Grazie
 

mammamari

Nuovo Iscritto
così, ad occhio... penso che potresti donare solo la nuda proprietà, tenendo per te l'usufrutto. Ma forse mi sbaglio!
 
A

AlbertoF

Ospite
Secondo me la migliore soluzione per entrambi sarebbe quella di acquistare il bene intestandolo al figlio con l'usufrutto in favore dei genitori.
Una volta poi venuti meno i genitori ,l'usufrutto sparisce automaticamente ed il figlio acquista la piena proprietà.
A mio modesto parere è da escludere assolutamente la donazione.
Ciao
 

Ennio Alessandro Rossi

Membro dello Staff
Professionista
Condivido nella sostanza. A mio parere la soluzione piu' conveniente per i genitori è quella di intestare ( in sede di acquisto ) al figlio La nuda proprietà mantenedosi l'usufrutto con diritto di accrescimento ; i genitori se vorranno potranno tranquillamente dare l'appartamento in comodato al figlio per tutto il tempo che vorranno. Alla morte di entrambe i genitori il figlio diverrà pieno proprietario senza pagare alcuna imposta
 

mariook

Nuovo Iscritto
Ringrazio per i suggerimenti,tuttavia vorrei chiarire che noi genitori non andremo a vivere con nostro figlio pertanto tutte le tasse quali: ICI e IRPEF a chi spettano? La nuda proprità è una condizione esercitabile? Grazie
 

SweetHome

Nuovo Iscritto
Siccome l'usufruttuario gode del diritto reale è lui che paga ICI e IRPEF. Ad ogni modo, se non andate a vivere con lui, si può intestare la piena proprietà a lui con la clausola che per vendere l'immobile c'è bisogno anche della vostra firma.
 

Ennio Alessandro Rossi

Membro dello Staff
Professionista
prima casa .... donazione.....tuttavia vorrei tutelarlo non concedendo a lui la possibilità di vendere o fare operazioni sul bene,senza il consenso
La soluzione già prospettata era orientata a rispondere a quanto sopra sottolineato e in tutela dei genitori. Se l’obbiettivo è altro, in alternativa i genitori possono riservarsi la Nuda proprietà ed assegnare al figlio “l'usufrutto” o "il diritto di abitazione". Nel primo caso il figlio può affittare liberamente ( anche se ,per parte della giurisprudenza, questo "liberamente" non è assodato) mentre nel "diritto di abitazione" il figlio può solo abitare la casa direttamente, senza disporne in altro modo . In caso il figlio sia titolare dell’ usufrutto o del diritto di abitazione non sarà soggetto ad IRPEF o ICI se destinerà la casa ad abitazioneprincipale
Non pare possibile secondo l’opinione di chi scrive intestare la piena proprietà al figlio limitando o subordinando la disponibilità dei suoi diritti al consenso dei genitori . Potenzialmente sarebbe possibile inserire in atto la facoltà di esercizio di un diritto di prelazione a favore dei genitori in caso di rivendita, ma non pare in questo caso avere un senso logico. Ma attendo eventuali motivate eccezioni giuridiche contrarie
 

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Le Ultime Discussioni

Ultimi Messaggi sui Profili

Salve , vorrei chiedere se qualcuno conose la normativa riguardante la costruzione di una scala a rampe con pianerottoli in acciaio per accedere a tre appartamenti. Questa sarebbe costruita nella chiostrina in aderenza a più vicini in cui io ho una terrazzina con porta di accesso che risulteremme a 80 cm. di distanza grazie ha chi vorrà rispondermi
Salve a tutti , volevo porre un quesito. Ho acquistato una casa Novembre 2017, seconda casa , che fino ad oggi è stata la residenza di mia figlia e il figlio. Ho messo in vendita la casa e ho trovato un acquirente che mi offre quasi il doppio di quanto pagato. Ai sensi dell'art. 67 del TUIR essendo stata residenza di mia figlia devo pagare o meno la plusvalenza ?? Grazie per chi potrà darmi risposte
Alto