• propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

gderiu

Nuovo Iscritto
buonasera a tutti sono nuovo del forum e vi scrivi per chiedervi cortesemente un vostro parere sulla mia situazione. ho ricevuto la donazione di un immobile da un prozio con coniuge ma senza figli. il dubbio è questo: se il mio prozio muore prima della moglie lei in qualità di erede legittimaria può impugnare la donazione ma se è lei a morire prima di mio zio c'è qualcun altro che può impugnare la donazione? mi riferisco agli eredi della moglie defunta o ai fratelli del mio prozio.
vi ringrazio
 

Ennio Alessandro Rossi

Membro dello Staff
Professionista
Avrei preferito Le rispondesse un avvocato; ma nel silenzio le dò il mio parere.
Come correttamente da Lei affermato in caso che il suo prozio premuoia al coniuge, questi potrebbe impugnare la donazione. Per l' altra questione le tabelle in tema di successione ( ed in assenza di testamento) indicano la presenza di possibili altri eredi in quote diverse rispetto al grado di parentela fra cui anche i fratelli del suo prozio

Comunque ritengo che la soluzione piu' consona transiti nell'effettuare testamento (anche olografo) da parte di suo prozio e coniuge preferibilmente indicandola come erede universale

Se riusciro' (con il computer sono un incapace) le invierò in seguito le tabelle accennate​
 

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Ultimi Messaggi sui Profili

Ho affittato a un inquilino con figli in età scolare un alloggio al 2° p. di un piccolo condominio. Il fornaio del p.t., si è lamentato "pesantemente" con me perchè i suddetti figli (ora in DAD) lo disturbano durante il giorno. Ho invitato civilmente il padre a moderare l'esuberanza dei ragazzi ma inutilmente. La domanda è: Qual è la mia responsabilità circa il diurno disturbo arrecato al fornaio?
Buongiorno. Mio figlio è proprietario di un locale di 35 mq. adibito a magazzino, classe C2 ubicato nel cortile di un palazzo, piano terra. Desiderando cambiare la destinazione d'uso, per realizzare ad esempio un piccolo laboratorio, deve avere il consenso del condominio, con delibera assembleare?
Alto