• propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

lodolupolo

Nuovo Iscritto
Proprietario Casa
Salve.
Vorrei avere gentilmente informazioni circa il seguente caso:
Nel 2009 Ex Equitalia, iscrive ipoteca legale su terreni e fabbricati. Nel 2009 la Commissione Tributaria Provinciale ORDINA la cancellazione dell'ipoteca a spese di Equitalia in quanto ipoteca illegittima, dopo 3 mesi emette SENTENZA CONTRO EQUITALIA e ribadisce cancellazione. Nel 2011 la Commissione Tributaria Regionale emette SENTENZA CONTRO EQUITALIA e ribadisce cancellazione ipoteca. Nel 2015 la Suprema Corte di Cassazione ribadisce cancellazione ipoteca a spese Equitalia. Tutte le pronunce sono esecutive e compiutamente notificate tramite UNEP ad Equitalia. Nel 2017 è stata sollecitata tramite legale di fiducia la cancellazione ipoteca con allegate sentenze contro Equitalia. C'è una procedura efficace per bypassare Equitalia dopo 11 anni di sentenza esecutiva? Grazie
 

lodolupolo

Nuovo Iscritto
Proprietario Casa
Dopo aver presentato istanza di cancellazione, non ha sollecitato la risposta che non ha ancora ricevuto. Ho chiesto aggiornamenti, ma nulla.
La Conservatoria, dice che bisogna sollecitare il creditore ed eventualmente invocare il giudizio di ottemperanza.
Ma lo stesso legale, non mi aveva mai prospettato questa facoltà.
Ora, dopo circa 12 anni, necessiterebbe davvero un giudizio di ottemperanza verso il creditore resistente?
 

Gianco

Membro Storico
Professionista
!2 anni per capire che il tuo legale non ha seguito con cura la tua pratica sono tanti. Chissà quale sarà il motivo?!
 

lodolupolo

Nuovo Iscritto
Proprietario Casa
!2 anni per capire che il tuo legale non ha seguito con cura la tua pratica sono tanti. Chissà quale sarà il motivo?!
In catasto il fabbricato era registrati come A3+A4. Attribuzione d'ufficio dei primi anni 2000. Il fabbricato era in costruzione dal 1980, ancora oggi grezzo.
 

Gianco

Membro Storico
Professionista
In catasto il fabbricato era registrati come A3+A4. Attribuzione d'ufficio dei primi anni 2000. Il fabbricato era in costruzione dal 1980, ancora oggi grezzo.
L'ho capito, ma non riesco a capire come mai il tuo legale non abbia risolto il problema dopo tanti pronunciamenti a tuo favore. Detto in parole povere: prova a rivolgerti ad un altro legale che ti ascolterà solo dopo che tu abbia liquidato il collega precedente o ti potrà dare le opportune dritte.
 

lodolupolo

Nuovo Iscritto
Proprietario Casa
L'ho capito, ma non riesco a capire come mai il tuo legale non abbia risolto il problema dopo tanti pronunciamenti a tuo favore. Detto in parole povere: prova a rivolgerti ad un altro legale che ti ascolterà solo dopo che tu abbia liquidato il collega precedente o ti potrà dare le opportune dritte.
Probabilmente mi sarò spiegato male. Il legale che ha seguito l'iter di ricorso fino alla Cassazione non è lo stesso che ha sollecitato la cancellazione dell'ipoteca al creditore soccombente. Entrambi sono stati regolarmente liquidati.
Ma il secondo legale, oltre la lettera di cancellazione ipoteca al creditore, non mi ha mai proposto altre soluzioni, quindi ha inviato una lettera istanza, ha riscosso onorario, non ha mai sollecitato risposta. Nè oggi mi suggerisce altro.
Credo di aver capito che sia necessario l'intervento di un legale per proporre una causa di giudizio di ottemperanza.
Ma non riesco a comprendere, perchè sia necessario il quarto grado di giudizio (non previsto dall'ordinamento italiano) per fare applicare la vittoria dei tre gradi precedenti.
 

Gianco

Membro Storico
Professionista
A questo punto un altro legale, preparato e volenteroso, potrà risolverti il problema annoso.
 

BeppeX88

Membro Attivo
Proprietario Casa
Probabilmente mi sarò spiegato male. Il legale che ha seguito l'iter di ricorso fino alla Cassazione non è lo stesso che ha sollecitato la cancellazione dell'ipoteca al creditore soccombente. Entrambi sono stati regolarmente liquidati.
Ma il secondo legale, oltre la lettera di cancellazione ipoteca al creditore, non mi ha mai proposto altre soluzioni, quindi ha inviato una lettera istanza, ha riscosso onorario, non ha mai sollecitato risposta. Nè oggi mi suggerisce altro.
Credo di aver capito che sia necessario l'intervento di un legale per proporre una causa di giudizio di ottemperanza.
Ma non riesco a comprendere, perchè sia necessario il quarto grado di giudizio (non previsto dall'ordinamento italiano) per fare applicare la vittoria dei tre gradi precedenti.
È evidente che senza fare niente, niente cambierà, per cui vedi tu cosa fare
 

Gianco

Membro Storico
Professionista
Poiché notoriamente la giustizia di casa nostra non è delle più celeri è necessario ricordargli i loro doveri e non solo una volta.
 

lodolupolo

Nuovo Iscritto
Proprietario Casa
Poiché notoriamente la giustizia di casa nostra non è delle più celeri è necessario ricordargli i loro doveri e non solo una volta.
In pratica quello che i contribuenti bnon pagano in debiti, vincendo le cause, li spendono in avvocati. A sto punto meglio pagare i debiti, così le ipoteche si cancellano prima?
 

BeppeX88

Membro Attivo
Proprietario Casa
In pratica quello che i contribuenti bnon pagano in debiti, vincendo le cause, li spendono in avvocati. A sto punto meglio pagare i debiti, così le ipoteche si cancellano prima?
Te lo dici da solo oppure lo dici a noi? Per capire
Molti anni fa, equitalia fece il fermo amministrativo dell'automobile di mia madre per un debito di 300 euro o poco più, per toglierlo sono serviti 3 giorni di ferie girando tra uffici, Aci e call center. Quando hai a che fare con il pubblico non hai idea dei problemi che ti creano per le operazioni più semplici. Eppure basterebbe estinguere il debito per cancellare ogni gravame, questo in un paese normale non nel nostro
 
Ultima modifica:

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Ultimi Messaggi sui Profili

Buongiorno, con un contratto di locazione con cedolare secca e a canone concordato è possibile inserire la possibilità di sublocazione per avere poi la possibilità di aprire un'unità ufficio amministrativo?
Ed inoltre, è possibile ridurre le motivazione e il tempo di recesso? L'articolo 8 "recesso del conduttore" parla di gravi motivi e 6 mesi di preavviso. Grazie per una Vostra gentile risposta.
Alto