• propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

CECERE.RAI

Nuovo Iscritto
Proprietario Casa
Buongiorno, avrei la necessità di porvi questo quesito:
Ns. padre è deceduto a gennaio 2020 e nostra madre nel 2017. Ci h lasciato in eredità un'appartamento.
Gli eredi siamo n. 5 tra fratelli e sorelle.
2 dei 5 eredi vivono ancora nella casa dei genitori perchè non spostati, uno ha 53 anni e l'altro ha 40 anni.
Siccome stiamo facendo la pratica di successione dove ogni fratello diventerà proprietario dell'immobile al 20%, la domanda è:
una volta fatta la successione quindi ognuno avra' diritto al 20% dell'immobile, i 2 fratelli che vivono in casa per legge possono ancora restare nella casa oppure hanno come penso io 3 sole opzioni, cioe' o pagano il fitto fino a quando non vendiamo l'immobile oppure avendo il diritto di prelazione possono acquistare loro l'immobile oppure l'immobile si vende e si divide tutto in parti uguali.
Grazie a chi saprà rispondermi
 

plutarco

Membro Attivo
Proprietario Casa
Se i tuoi fratelli vorranno, dovrete pagare loro la quota di affitto per la quota di loro proprietà. Inoltre da coeredi avete il diritto di prelazione. IN caso di vendita, otterrete la quota in liquidi pari alla quota di rproprietà.
 

basty

Membro Storico
Proprietario Casa
E per vendere occorre il consenso di tutti. I due che restano in casa, se richiesto, pagheranno i 3/5 di un potenziale canone di locazione.
Improbabile la vendita di quote parziali.
 

plutarco

Membro Attivo
Proprietario Casa
E per vendere occorre il consenso di tutti. I due che restano in casa, se richiesto, pagheranno i 3/5 di un potenziale canone di locazione.
Improbabile la vendita di quote parziali.
Potrebbero però venderle agli abitanti della casa, affinché dispongano in proprietà dell'immobile intero.
 

basty

Membro Storico
Proprietario Casa
Potrebbero però venderle agli abitanti della casa, affinché dispongano in proprietà dell'immobile intero.
Se sono d’accordo e ne hanno la disponibilità gli acquirenti. L’unica alternativa poi rimane la divisione giudiziaria con vendita all’asta è relativo bagno di sangue
 

CECERE.RAI

Nuovo Iscritto
Proprietario Casa
Ma tu fai parte dei fratelli residenti nella casa familiare? Per il resto, per non arrivare a quel punto, bisognerebbe trovare un accordo con le controparti.
no , io faccio parte dei 3 fratelli che non viviamo in quella casa, il problema sono i due che sono in casa che non vogliono dividere nulla, perchè secondo loro hanno diritto a restare in casa perchè non sposati.
 

plutarco

Membro Attivo
Proprietario Casa
no , io faccio parte dei 3 fratelli che non viviamo in quella casa, il problema sono i due che sono in casa che non vogliono dividere nulla, perchè secondo loro hanno diritto a restare in casa perchè non sposati.
Allora ti posso assicurare che non hanno alcun diritto particolare sull'immobile, ma qualora essi si dovessero trovare in grave stato di bisogno, sareste costretti a versare gli alimenti (non il mantenimento).
 

plutarco

Membro Attivo
Proprietario Casa
non credo, l'appartamento è composto da cucina, bagno e due camere da letto molto grandi , saranno circa 90 mq.
In questo caso, se le parti sono proprio inconciliabili, è auspicabile l'intervento di un mediatore esterno alla famiglia che supporti tutti nel piano divisionale al fine di evitare liti e future contestazioni.
 

CECERE.RAI

Nuovo Iscritto
Proprietario Casa
Allora ti posso assicurare che non hanno alcun diritto particolare sull'immobile, ma qualora essi si dovessero trovare in grave stato di bisogno, sareste costretti a versare gli alimenti (non il mantenimento).
dei 2 fratelli uno lavora e l'altro non ha mai lavorato.
 

Franci63

Membro Senior
Proprietario Casa
perchè secondo loro hanno diritto a restare in casa perchè non sposati.
E’ vero che hanno diritto a restare in casa, non perché celibi, ma perché comproprietari.
Però devono pagare l’affitto per le vostre quote.
hanno come penso io 3 sole opzioni, cioe' o pagano il fitto fino a quando non vendiamo l'immobile oppure avendo il diritto di prelazione possono acquistare loro l'immobile oppure l'immobile si vende e si divide tutto in parti uguali.
C’è l’opzione 4, ovvero che la casa non venga venduta, e che continuino a vivere lì pagandovi l’affitto.
 

CECERE.RAI

Nuovo Iscritto
Proprietario Casa
In questo caso, se le parti sono proprio inconciliabili, è auspicabile l'intervento di un mediatore esterno alla famiglia che supporti tutti nel piano divisionale al fine di evitare liti e future contestazioni.
rischiamo che ci facciamo veramente un bagno di sangue tra cause, diritti di successione e tutto il resto
 

CECERE.RAI

Nuovo Iscritto
Proprietario Casa
E’ vero che hanno diritto a restare in casa, non perché celibi, ma perché comproprietari.
Però devono pagare l’affitto per le vostre quote.

C’è l’opzione 4, ovvero che la casa non venga venduta, e che continuino a vivere lì pagandovi l’affitto.
l'opzione 4 per loro potrebbe essere che lasciano la casa, ma per dispetto non venderanno mai l'immobile
 

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Ultimi Messaggi sui Profili

perchè non ricevo più propit.it la mattina da almeno 10 giorni? , cosa è successo al mio collegamento? non so a chi rivolgermi , ho provato a reiscrivermi ma , poichè già lo sono , mi hanno risposto che non è possibile, chiedo al gestore del gruppo di ripristinarmi nei collegamenti che avevo prima con propit.it.
Buongiorno e grazie fin d'ora a chi potrà rispondere.
L'inquilino, sempre quello simpatico,ora prova a creare zizzania anche nei confronti di altri conduttori che finora, educatamente tacciono.Pensavo di convocare tutti in riunione stilando poi un verbale di accettazione delle regole (stavolta scritto nero su bianco e non solo verbale).Sarebbe la prima volta in trent'anni ma c'è pur sempre una prima volta!
Alto