• propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

sx7mac

Nuovo Iscritto
Proprietario Casa
Buonasera,
Sono nuovo del forum. Sto cercando di comprare un'abitazione facente parte di una villa con 4 porzioni indipendenti. Io andrò a comprare una di queste porzioni. Tale immobile, nella sua totalitá, aveva fino ad un mese fa un giardino comune. Con un atto di frazionamento (sia al catastale, sia notatile) il giardino é stato frazionato in 4 differenti subalterni. Le parti comuni sono state ridotte "all'osso". Ogni abitazione é servita da un cancelletto indipendente.

Tutti i vicini hanno stipulato un mutuo precedente al frazionamento. La relativa ipoteca quindi, era estesa al giardino comune? Nell'atto di frazionamento non leggo accordi sulla ripartizione dell'ipoteca relativa al giardino nelle singole proprietà. Se acquistassi l'abitazione col rispettivo giardino di proprietà, l'ipoteca altrui graverebbe anche sulla mia parte di giardino?
Grazie mille.

(Ho trovato questo thread, ma non riesco a capire se si estende anche al mio caso: Ipoteca su corte comune)
 

Gianco

Membro Storico
Professionista
Le ipoteche sono vincolate alle singole unità immobiliari ed il cortile evidentemente era condominiale. Ora l'operazione che è stata eseguita dovrebbe riguardare solamente la pratica catastale è servita a spartirsi la corte, facendo salve le parti comuni necessarie per il transito dei condòmini e per il passaggio degli impianti. Se anche avessero stipulato un atto di divisione del cortile ciascuna unità avrebbe preso possesso della sua quota corrispondente del precedente bene comune, per cui la banca non verrebbe danneggiata: il valore non dico che viene accresciuto ma certamente non diminuito.
 

sx7mac

Nuovo Iscritto
Proprietario Casa
Grazie mille della risposta. Quello che leggo dall'atto notarile però é che non é stata rispettata la divisione millesimale, ma piuttosto ciascun proprietario é entrato in possesso della parte antistante la propria unità immobiliare (con un conguaglio monetario).
Comprando, a quali problematiche potrei andare in contro?

Grazie mille
 

Gianco

Membro Storico
Professionista
Nessuna, perché l'area cortilizia ha un valore irrisorio nei confronti dell'abitazione. Per intenderci il suo valore a mq è circa 1/10 del valore dell'area edificabile.
 

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Le Ultime Discussioni

Ultimi Messaggi sui Profili

Buongiorno, io sono cointestatario dell' appartamento in cui vivo, con mia moglie; volendo acquistare un altro appartamento e per usufruire di determinate agevolazioni dovrebbe risultare mia prima casa, pertanto, dovrei lasciare la cointestazione della prima casa. Questa operazione dovrà avvenire tramite atto notarile? ma soprattutto, quanto mi costerà?
ALFONSO LANZARA ha scritto sul profilo di Rosanna Ricci.
Ciao Rosanna ti contatto per l'annuncio del tuo immobile su questo forum. Io rappresento un' agenzia immobiliare. Saresti disponibile a collaborare con noi per la vendita?
Alto