1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. salvatore gagliotta

    salvatore gagliotta Nuovo Iscritto

    nel mio condominio ci sono molti appartamenti invenduti, il costruttore si è riservato il diritto di non pagare gli oneri condominiali finché gli appartamenti non verranno venduti, mi domando può il costruttore presenziare all'assemblea? in questo condomini tutti i condomini proprietari messi insieme sono in minoranza nell'assemblea in pratica il costruttore fa quello che vuole c'è un legge che vieta l'uso dei mil.mi se non paga le quote condominiali? grazie per la risposta
     
    A piace questo elemento.
  2. salvatore gagliotta

    salvatore gagliotta Nuovo Iscritto

    millesimi

    il costruttore di un parco si è riservato il diritto di non pagare le quote condominiali per gli appartamenti invenduti ( e ne sono tanti) nell'assemblea lui ha sempre la maggioranza, decidendo quello che vuole come possiamo fare, è possibile non considerare i millesimi dei suoi appartamenti nell'assemblea? grazie
     
  3. Antonio Azzaretto

    Antonio Azzaretto Membro dello Staff

    Nel condominio vige il principio della doppia maggioranza (per teste e per millesimi).
    I proprietari (anche se si chiamano costruttori) non possono esimersi dal pagare le spese condominiali.

    Se esiste l' amministratore, chiedi rispettosamente di adoperarsi per far pagare le spese condominiali a tutti.

    Se non esiste l' amministratore, organizzati con la tua comunità residenziale e cercate di convincerlo a pagare.

    Se prosegue ostinato nel suo atteggiamento, smettete di pagare anche voi finchè non ritornerà al tavolo delle trattative con uno spirito conciliatorio.
     
  4. arianna26

    arianna26 Membro Senior

    Proprietario di Casa
    nel nostro condominio è stato costretto a pagare. seguite il consiglio di azzaretto. o imponete all'amministratore che deve esserci o esser nominato di procedere con il decreto ingiuntivo.
     
  5. Dante De Simoni

    Dante De Simoni Nuovo Iscritto

    ..."si è riservato il diritto di non pagare le quote condominiali per gli appartamenti invenduti" questo diritto è stato inserito nei rogiti di acquisto di tutti i nuovi acquirenti; se cos è, temo non ci siano possibilità di recuperare le spese del costruttore, ma basterebbe solamente un rogito dei nuovio acquirenti che non prevede espressamente questo esonero ed il costruttore sarebbe costretto a pagare le spese per gli appartametni invenduti.
     
  6. arianna26

    arianna26 Membro Senior

    Proprietario di Casa
    ma è legale? posso rappresentando la maggioranza esonerarmi da solo dal pagare le spese condominiali?
     
  7. Dante De Simoni

    Dante De Simoni Nuovo Iscritto

    non è un discorso di maggioranza o minoranza durante l'assemblea; in ogni caso il costruttore avrebbe solo la maggioranza dei millesimi e non quella delle teste, quindi avremmo una situazione di stallo.
    è un diritto che il costruttore potrebbe aver fatto inserire dal notaio nei rogiti di vendita, che viene prima del regolamento e delle delibere assembleari.
    Se così è, gli acquirenti hanno acquistato con questa clausola sul loro rogito ed a quella devono sottostare.
    Noi purtroppo abbiamo avuto un caso simile, terminato da poco dopo l'ultima vendita e i condomini, non attenti alla lettura dell'atto, hanno dovuto subirlo.
    ma deve essere riportato in tutti i rogiti; basterebbe uno solo che non lo preveda per cambiare le carte in tavola
    Quindi il consiglio per gli i condomini è quello di confrontarsi con tutti i rogiti di acquisto.
     
  8. Antonio Azzaretto

    Antonio Azzaretto Membro dello Staff

    Relativamente alla clausola contenuta nell' atto di vendita e/o nel regolamento contrattuale che preveda, a favore del costruttore/venditore, l' esonero delle spese condominiali sino a tanto che non abbia venduto o affittato tutte le unità immobiliari comprese nel fabbricato condominiale, è stato escluso che possa invocarsi la nullità del contratto a norma dell' art. 1354 del Codice Civile (Condizioni illecite o impossibili) o dell' art. 1355 Codice Civile (Clausola meramente potestativa) o dell' art. 1467 Codice Civile (Risoluzione per onerosità sopravvenuta, norma del tutto inapplicabile ai diritti reali).
    In senso parzialmente contrario, si veda però Corte di appello di Genova, 23 agosto 1996, n. 728.

    In quest' ottica, anche se non rinvengono specifiche pronunce giurisprudenziali, un autorevole orientamento dottrinale ritiene che possa invece applicarsi la disciplina di cui all' art. 1469bis in tema di clausole vessatorie, per il quale:

    "nel contratto concluso tra il consumatore e il professionista, che abbia per oggetto la cessione di beni o la prestazione di servizi, si considerano vessatorie le clausole che, malgrado la buona fede, determinano a carico del consumatore un significativo squilibrio dei diritti e degli obblighi derivanti dal contratto".

    Pertanto, consiglio di spedire una raccomandata all' amministratore invocando questa interpretazione, e chiedendo di imporre al costruttore il pagamento delle spese condominiali.
     
  9. Dante De Simoni

    Dante De Simoni Nuovo Iscritto

    Non credo che un atto pubblico stipulato da un notaio , possa essere paragonato ad un contratto stipulato tra un professionista ed un consumatore, come prevede l'Articolo 1469-bis. Clausole vessatorie.
    In ogni caso sarà necessaria una procedura legale.
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina