• propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

maluciani

Nuovo Iscritto
Buonasera a tutti, ho bisogno di un consiglio urgente: da circa quattro mesi sono il nuovo amministratore di un condominio, ma nonostante le richieste scritte il mio predecessore non ha ancora effettuato il passaggio di consegne. Ho incaricato un avvocato di procedere ex art.700 cpc e l'udienza è a giorni. Nel frattempo il precedente amministratore si è dichiarato disposto ad effettuare il passaggio a patto che solo io sia presente.I condomini, visto l'ingiustificato ritardo , pretendono che le spese legali siano poste a carico dell'amministratore uscente che con la propria condotta omissiva ha ritardato ingiustificatamente l'adempimento. Sono un po' in imbarazzo, cosa mi suggerite di fare? Vi ringrazio fin d'ora. Maluciani
 

Antonio Azzaretto

Membro dello Staff
Ti consiglio di tenere i problemi separati.

Da una parte è necessario salvaguardarti da rischi potenziali; pertanto vai all' appuntamento con l' amministratore decaduto con un testimone che ti aiuti a controllare con attenzione il verbale di consegna, e che possa potenzialmente aiutarti per eventuali contestazioni future.

D' altra parte devi agire in qualità di rappresentante del condominio, e pagare le spese legali dovute per il supporto legale all' applicazione dell' art.700 cpc

Infine, nulla ti vieta di scrivere una raccomandata A/R all' amministratore decaduto chiedendo il rimborso delle spese legali sostenute e minacciando eventuali azioni legali; ciò ti farà fare una bella figura di fronte ai condòmini che sono giustamente adirati.

Però ricordati di sconsigliare le azioni legali, e di mettere per iscritto il tuo dissenso, in modo da separare la tua volontà da quella dei condòmini che potrebbero chiederti di iniziare una causa legale lunga, incerta e molto onerosa.
 

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Ultimi Messaggi sui Profili

Ho comprato una casa e nel giardino si trova un palo del Enel "morto", nel senso che nessun cavo elettrico è attaccato e secondo me nessun cavo era mai stato attaccato, il precedente proprietario non lo dava fastidio, ed io vorrei togliero ,
vorrei un consiglio a chi devo contattare per rimuoverlo,
al comune o al enel
grazie
Salve ho in comproprietà una strada privata i miei dirimpettai hanno l'accesso pedonale di servizio possono entrarci anche in macchina tengo a precisare che hanno il passo carrabile è l'ingresso principale con numero civico su altra strada
Alto