1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. titti83

    titti83 Nuovo Iscritto

    Innanzi tutto ciao a tt
    vorrei parlarvi del mio problema e se ci sono vie di uscita dal preliminare di compravendita
    SITUAZIONE:
    ho appurato dopo aver visionato il preliminare di compravendita stipulato e firmato in presenza di un notaio e gia' registrato presso l ag delle entrate che il venditore indica cosi scritto "la parte promittente alienante dichiara che gli impianti relativi agli immobili in oggetto sono stati realizzati in conformita' alla normativa vigente in materia al momento della realizzazione degli stessi ma nn ne garantisce la conformita' alla normativa attualmente vigente"

    ORA MI CHIEDO E' POSSIBILE USCIRNE ILLESI O SONO COSTRETTO A PAGARE CLAUSOLA COME DA CONTRATTO?
    mi rendo conto della totale superficialita' che ho avuto nel momento della firma ma l'impiato elettrico visionato dopo e' in cattivo stato (vecchi fili di rame utiizzati negli anni '50 ) ora tra una settimana ho il ROGITO

    VI ringrazio della vostra disponibilita!!!!!
     
  2. Adriano Giacomelli

    Adriano Giacomelli Membro dello Staff

    Proprietario di Casa
    Re: La parte venditrice dichiara che gli impianti della casa ven

    Buongiorno,
    si tratta, con tutta probabilità, dell'acquisto di una casa usata e come tale ha un livello generale di usura degli impianti. Immagino che anche il prezzo sia stato di conseguenza appropriato allo stato delle opere dell'unità. La dicitura, a mio avviso corretta, risponde alle normative vigenti. O il venditore avrebbe dovuto rifare l'impianto e in base alla certificazione di legge che deve rilasciare l'elettricista, ti vendeva l'unità rispondente alla norma e magari ad un prezzo superiore, o si tutelava con tale dicitura. Se posso consolarti ora hai mano libera a rifare o ristrutturare l'impianto elettrico secondo i tuoi voleri e comodità, forse sull'altare di un acquisto che avrai soppesato sufficientemente, non inciderà più di tanto.
    Non vedo nessun appiglio per svincolarsi dal rogito.
    Auguri. Adriano Giacomelli
     
  3. GianfrancoElly

    GianfrancoElly Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    Credo che Giacomelli abbia ragione
     
  4. carlo.b

    carlo.b Membro Attivo

    Buongiorno,
    concordo con Giacomelli, non credo Tu abbia la possibilità per tirarti indietro, anzi credo che il venditore abbia agito correttamente.
    Sicuramente, se l'attuale proprietario avesse messo mano all'impianto elettrico, avrebbe certamente messo in conto l'intervento.
    Vedi il lato positivo della cosa, se l'impianto è davvero messo male, ora puoi rifarlo secondo le tue esigenze.
    Però lasciami essere "cattivo" ;) , non è che Ti sei pentita dell'acquisto che Ti accingi a perfezionare e stai cercando l'appiglio per mandare tutto all'aria?
    Capisco l'agitazione e l'euforia per l'acquisto della "nuova" casa, ma mi pare strano che durante la lettura del contratto da parte del notaio, ti sia sfuggito questo particolare.
    Comunque in bocca al lupo per l'acquisto.
    Saluti.
    Carlo
     
  5. Mauro Sambucini

    Mauro Sambucini Nuovo Iscritto

    Perchè è stato firmato un Contratto Preliminare senza leggerlo osenza portare la giusta attenzione a quello che leggeva il notaio,quella dicitura, più o meno, è la dicitura che si scrive normaòmente sui contratti preliminari quando l'immobile venduto ha gli impianti non a norma. Mi chiedo inoltre come è possibile che non ci si renda conto dello stato degli impianti fin dalla prima visita all'immobile.
     
  6. ralf

    ralf Nuovo Iscritto

    Ciao Titti, le risposte che hai avuto sono univoche, prendo però spunto dal tuo caso per una considerazione generale su questo argomento: la assoluta complicazione per persone non esperte, un acquirente non è normalmente in grado di districarsi in una miriade di normative che a volte anche persone preparate in materia faticano ad interpretare, in questo caso gli impianti, ma anche l'abitabilità (agibilità)... si può vendere quando manca? Non sono quindi meravigliato dell'incertezza di Titti. Propit ringrazia Adriano Giacomelli, Gianfranco Elly, Carlo.b, Mauro Sambucini per l'apporto. :D :D :D
     
  7. Adriano Giacomelli

    Adriano Giacomelli Membro dello Staff

    Proprietario di Casa
    Re: La parte venditrice dichiara che gli impianti della casa ven

    Questo è la vera messa a fuoco del problema. Ad alcuni di noi sembra tutto facile e scontato, forse perchè un minimo di esperienza ci ha aiutato a districarci, ma un giovane, neofita, esperto in tutt'altri settori come deve comportarsi?
    Le agenzie immobiliari, spesso e non sempre, sono in mano a inesperti ancor più sprovveduti e i vari consulenti sembrano operare solo per ingrossare le parcelle. A chi si deve richiedere assistenza. Diciamo che spesso l'utente vuole fare da solo tutto perchè vuole risparmiare e si crede all'altezza. Apriamo un forum, le varie categorie di Geometri, agenzie immobiliari, avvocati cosa ci consigliano?

    COMPRARE CON QUALI ACCORGIMENTI E CONSULENTI?

    Adriano Giacomelli
     
  8. cappottone

    cappottone Nuovo Iscritto

    Bhe', che gli impianti possano essere quelli originali e' possibile e non e' assolutamente fuori legge.
    Dipende tutto dal prezzo di acquisto ovvero, se il valore di mercato dell'immobile e' 100.000 euro (la valutazione e' fatta in base a condizioni di mantenimento medie) e quindi la casa e' in condizioni decentei, tutto ok.
    Ovvio che se l'impianto elettrico ha i fili di fuori, le placchette rotte e le prese penzolanti, magari si scende un pochino dal prezzo.
    Non e' una svista tua ne tantomeno un approfittarsi da parte del venditore, ha solo scritto la verita', ovvero che gli impianti ci sono, sono stati fatti rispettando la normativa vigente a quel tempo e che ora non puo' garantire che siano ancora a norma con la normativa attuale, mi sembra sia stato corretto.
    Non e' fatto obbligo a nessuno di rimettere a nuovo gli impianti in base alla normativa vigente attuale prima di vendere la casa, altimenti capisci che ogni 2 o 34 anni la gente dovrebbe rifare tutti gli impianti...la vedo dura ehhh !!!
    Se il prezzo e' congruo e sono state tenute presenti tutte le varie PECCHE nella sua valutazione, direi che puo' firmare col cuore in pace. Certo che se gliel'ha venduto a prezzo del nuovo...bhe', magari bisognava farci un pensierino prima...
     
  9. pantaleo

    pantaleo Nuovo Iscritto

    :disappunto: buongiorno a tutti,a proposito di questo argomento io chiedo se il venditore deve allegare al"atto le certificazioni di conformità sia del"impianto elettrico, che energetico .grazie
     
  10. Jrogin

    Jrogin Fondatore Membro dello Staff

    Professionista
    Avendo inserito nel preliminare la dicitura citata nel primo post di questo argomento, il venditore non è obbligato a allegar all'atto definitivo le dichiarazini di conformità degli impianti.
    Per quanto riguarda l'ACE (Attestazione di Certificazine Energetica), se non pattuito diversamente, è obbligo del venditore consegnarlo all'acquirente (eventualmente anche dopo il rogito, specificandolo nel rogito stesso).
     
  11. cappottone

    cappottone Nuovo Iscritto

    L'ace e' da consegnare prima del rogito, altrimenti, sanzioni da 5000 a 20000 euro. Se non si dispone dell'ace, i Notai corretti NON procedono al rogito. A meno che non sia dichiarato espressamente che l'appartamento e' PRIVO di impianti, cosa che tra l'altro viene anche comunicata all'ente preposto che poi potrebbe controllare.
    Il 19 Febbraio rogito, sono piuttosto sicuro di quanto ho scritto !!!

    cordialmente
     
  12. leoleo

    leoleo Nuovo Iscritto

    Bisognerebbe andare a visitare l'appartamento / casa che si intende acquistare con cacciavite, martellina, PRETENDERE di visionare TUTTE le documentazioni che ci dovrebbero essere, aprire le scatole di derivazione nell'impianto e diffidare dei locali dove luce acqua e gas sono stati disattivati. Troppe volte i venditori sono disonesti e pirati che sostengono i soli interessi del proprietario venditore o della loro agenzia. Non si può sostenere che la caldaia è "a norma", perchè "ho visto personalmente il libretto" per poi scoprire, dopo il rogito, verificando il documento, che l'ultima verifica risaliva solo a NOVE anni prima. L'agente immobiliare onesto non può dire che hai accettato, firmando il modulo appositamente predisposto di n pagine, l'immobile nello stato in cui si trova, dopo che verbalmente ha detto che l'impiantistica è in regola, ma con fili impianto elettrico direttamente sotto gesso (senza tubi) e con giunzioni con fili "arrotolati" lungo il percorso ed isolate con un po' di nastro ci carta da carrozziere. Verificare anche il funzionamento di TUTTO, senza fidarsi delle cose dette "a voce": ad esempio il citofono aveva la parte microfono-amplificatore- altoparlante completamente vuota!
    Certamente non tutti gli agenti immobiliari si comportano come quello capitato a mio figlio, ma di sicuro, così facendo gettano discredito sulla categoria e invece di acquistare credibilità con il loro comportamento, saranno citati per la loro disonestà.
    Come posso rivalermi nei confronti di questo individuo?
    Grazie
    Leo
     
  13. Franca68

    Franca68 Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    certo che è proprio un disgraziato! :rabbia:
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina