• propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Oronzo Crescenzio

Membro dello Staff
Si si.
E’ obbligatorio nei seguenti casi :

- se si vuole vendere casa (sia se di nuova costruzione che esistente)

- se si vuole usufruire delle agevolazioni fiscali per le ristrutturazioni.

- dal 1° luglio 2010 lo sarà anche per affittare casa,ufficio ecc.....
 

Jrogin

Fondatore
Membro dello Staff
Professionista
ACE significa Attestazione di Certificazione Energetica.
E' una certificazione che attesta quanta energia occorre per riscaldare, raffreddare, ed illuminare un immobile, nonchè per riscaldare l'acqua sanitaria. Viene attribuita una classificazione che va da A+ a G (A, B, C, D, E F. G) dove A+ e l'immobile che "consuma" meno e G quello che "consuma" di più.
Mi preme ricordare che in Toscana, con l'attuale normativa, gli atti di compravendita non sono nulli in assenza di tale attestazione. E' necessario però indicare in atto se l'attestazione viene consegnata alla parte venditrice contestualmente o successivamente alla'atto, o in alternativa se provvedrà successivamente la parte acquirente a procurarselo.
JROGIN
 

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Ultimi Messaggi sui Profili

Ho affittato a un inquilino con figli in età scolare un alloggio al 2° p. di un piccolo condominio. Il fornaio del p.t., si è lamentato "pesantemente" con me perchè i suddetti figli (ora in DAD) lo disturbano durante il giorno. Ho invitato civilmente il padre a moderare l'esuberanza dei ragazzi ma inutilmente. La domanda è: Qual è la mia responsabilità circa il diurno disturbo arrecato al fornaio?
Buongiorno. Mio figlio è proprietario di un locale di 35 mq. adibito a magazzino, classe C2 ubicato nel cortile di un palazzo, piano terra. Desiderando cambiare la destinazione d'uso, per realizzare ad esempio un piccolo laboratorio, deve avere il consenso del condominio, con delibera assembleare?
Alto