1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

  1. ataglietti

    ataglietti Nuovo Iscritto

    Ciao A tutti,

    durante lo scorso dicembre ho fatto una proposta d'acquisto per acquistare 2 appartamenti adiacenti a scopo di investimento.
    La proposta d'acquisto (che poi è stata accettata) proponeva di acquistare entrambe gli appartamenti per un TOT di 140 000 euro anticipando in forma di proposta 3000 euro.
    Nella proposta era anche evidenziato che mi sarei impegnato a corrispondere all'agenzia un tot di 6000 euro per le provvigioni(trattate poi a 5000).

    L'agenzia uan volta accettata la mia proposta ha fortemente insistito al pagamento delle provvigioni chiedendomi 2000 euro che sommati ai 3000 anticipati nella proposta avrebbero saldato le loro provvigioni.

    Verso la fine dell'anno scorso ho dovuto affrontare diversi spese che mi hanno fatto cambiare idea sul fatto di comprarne due appartamenti ma di limitare il mio acquisto ad un solo appartamento.
    L'agenzia non ha trovato nessun problema nel rivedere la questione in quanto il contratto preliminare non era stato ancora firmato e nel frattempo erano arrivate altre proposte per uno dei due appartamenti che inizialmente volevo acquistare.

    La domanda è questa:

    Visto che io ho pagato 5000 euro (con ricevuta) di provvigioni per due appartamenti(140 000 euro), ora che in conclusione ne vado ad acquistare solo uno(70 000 euro) .. l'agenzia mi dovrebbe rendere metà delle provvigioni..giusto?

    L'agenzia mi ha risposto che avendo trattato l'affare dall'inizio con due appartamenti gli erano dovute le provvigioni già anticipate..

    Posso fare qualcosa in merito??

    grazie
     
  2. consim2002

    consim2002 Nuovo Iscritto

    Re: Percentuale provvigioni dell'Agenzia Immobiliare. Truffa leg

    ...leggendo il suo quesito mi vengono in mente alcuni interrogativi:
    1) l'assegno di 3000 Euro allegato alla proposta era intestato all'agenzia? Sicuramente si, altrimenti come faceva l'agenzia a incassarlo??
    2) avevate firmato un accordo che prevedeva il versamento delle provvigioni all'accettazione della proposta di acquisto? Sicramente si, altrimenti in relazione a cosa l'agenzia pretendeva il pagamento delle provvigioni??

    ...quando si firma qualcosa bisogna pensarci... qui tutti si lamentano delle agenzie e poi firmano con leggerezza qualsiasi cosa gli si metta davanti, senza pensare o informarsi ed attratti solo dalla simpatia o scaltrezza dell'agente truffaldino di turno... e poi i pentimenti e gli spari nel mucchio e le offese gratuite come il titolo del suo quesito: "provvigione agenzia: truffa legalizzata?".

    Sono 21 anni che percepisco la provvigione al preliminare di compavendita o compromesso o scrittura privata integrativa che dir si voglia, in modo che i Clienti siano sicuri della ratifica dell'accordo. Sono 21 anni che gli assegni allegati alle mie proposte vengono versati al proprietario in caso di accettazione e non a me.

    Ma come fa a firmare una proposta il cui assegno allegato è a nome dell'agenzia? E come fa ad accettare di pagare quest'agenzia all'accettazione? Ma la casa di chi è? Dell'agenzia o del proprietario???

    Noi agenti immobiliari siamo come TUTTE le categorie, ove ci sono i buoni e i cattivi... BASTA discriminare tutti, anche quelli che come me (e siamo tanti) tutelano il Cliente a 360° e gli ultimi soldi sono i nostri!!!

    Guardate ciò che firmate e rivolgetevi ad un legale prima di firmare qualcosa se non siete sicuri: un agente onesto non avrà problemi e perderà meno tempo perché con un avvocato ci si capirà al volo e tutto andrà liscio!!!
     
    A arianna26 piace questo elemento.
  3. Birillo

    Birillo Nuovo Iscritto

    Credo ci siano degli aspetti poco chiari nella faccenda!
    Innanzitutto lei ha firmato una proposta irrevocabile d'acquisto, quindi è lei, parte acquirente, che si impegna "irrevocabilmente" ad acquistare e, a fronte di questo, offre una prima somma di denaro del prezzo da lei offerto. Nel compromesso infatti sono entrambe le parti che si....compromettono appunto. La proposta d'acquisto non è convertibile in compromesso. La proposta irrevocabile d'acquisto è accompagnata da un assegno non trasferibile intestato alla parte venditrice e non all'agenzia. Sicuramente nella proposta d'acquisto troverà indicato quanto rendere all'Agenzia se la proposta d'acquisto sarà accettata dal venditore e, volendo, l'agenzia potrà chiederle il pagamento già all'accettazone della proposta da parte del venitore. Quello che a me non torna è come mai lei dice di aver dato 5000€ all'agenzia (3000+2000) se i 3000€ sono quelli della proposta irrevocabile d'acquisto e quindi denaro che dovrebbe invece intascare la parte venditrice a proposta accettata?
     
  4. ataglietti

    ataglietti Nuovo Iscritto

    Grazie per le risposte, chiedo scusa a chi della categoria si è offeso non era mia intenzione offendere chi con professionalità e lealtà svolge il lavoro di mediatore.

    Premetto di essere un neofita nell'acquisto di immobili in quanto non del mestiere e la mia idea riguardo alle agenzie immobiliari era di mediatore "utile" a chi imbranato come me in materia immobiliare si accinge a comprare casa.
    Purtroppo ho dovuto cambiare idea in seguito a quanto già raccontato in quanto mi sono trovato davanti persone senza scrupoli che hanno approfittato di questo mio status di incompetenza in materia, posso dire così perchè verbalmente a distanza di tempo mi sono state raccontate diverse versioni dal 3% IVA inclusa poi del 3 % IVA esclusa e poi ancora dei 3000euro di provvigione minimi per appartamenti al di sotto degli 80000 euro... etc... e non mi sembra che in materia giuridica ci siano delle soglie o delle regole prestabilite in merito..

    Ed è per questo motivo che sto cercando di capire se posso "fatto il pasticcio" recuperare o rimediare a qualcosa.

    I 3000 euro della proposta erano destianti al proprietario degli appartamenti, l'assegno l'ho intestato all'agenzia perchè così mi era stato detto di fare in quanto loro mediatori anche del denaro.Di questo ho anche una ricevuta.

    Il mio pensiero è che l'agenzia stia temporeggiando per trovare altri acquirenti che propongano una cifra più alta x gli appartamenti da me fermati ed è per questo che già più di una volta mi ha proposto appartamenti a dir loro "più interessanti" rispetto a quello che volevo acquistare.


    In questa condizione cosa posso fare adesso?

    grazie per le vostre opinioni.
     
  5. arula

    arula Membro Attivo

    Mi dispiace per te .... e per me che faccio parte di una categoria bistrattata proprio per colpa di chi è così scorretto!!!!
    Mai intestare un assegno all'agenzia in caso di proposta di acquisto!!! ma purtroppo tu lo hai saputo soltanto ora ....
    Quello che puoi fare ora è:
    - informarti della reale iscrizione al ruolo di chi ti ha seguito finora, e, nel caso non ci sia, segnalalo alla camera di commercio.
    - pretendere che la caparra che hai lasciato (i 3000 euro) vengano consegnati al proprietario, anche perchè se non c'è un impegno oneroso il contratto non è valido, se per esmpio il venditore non rispetta il contratto cosa ti restituisce a causa della sua inadempienza??? il doppio di niente????
    - in caso fai scrivere da un legale una lettera all'agenzia chiedendo che rispetti le condizioni della tua proposta di acquisto che, una volta accettata, è un contratto a tutti gli effetti di legge.
    Ti auguro e mi auguro che possa riuscire a far valere le tue ragioni contro la scorrettezza della'agenzia nella quale ti sei imbattuto ....... e raccontalo in giro il più possibile!!!! ;)
     
  6. consim2002

    consim2002 Nuovo Iscritto

    Re: Percentuale provvigioni dell'Agenzia Immobiliare. Truffa leg

    ...quel che le consiglio di fare, ormai, è farli contattare da un legale che, perlomeno, faccia uscire allo scoperto le reali intenzioni di questi improvvisati con una lettera scritta a mestiere (ovviamente un avvocato esperto in materia immobiliare...).
    Per ciò che attiene all'iscrizione dell'agente al ruolo agenti affari in mediazione sez. agenti immobiliari della Camera di Commercio, a cui si riferiva il/la collega dell'intervento precedente, beh questo è sicuramente un punto su cui insisterei, dato che ad essere iscritto (quindi avere il famoso "patentino") dev'essere non soltanto la società immobiliare che rappresenta l'agenzia, ma anche l'agente che ha seguito DIRETTAMENTE l'operazione. Se questi non fosse iscritto e si difendesse dicendo che opera per conto del legale rappresentante, direbbe l'ennesima bugia: infatti, ad essere iscritto, oltre la società, dev'essere anche chi gestisce la trattativa (colui/colei che aiuta il Cliente a decidere di acquistare, chi redige la proposta e chi sottopone la dichiarazione di provvigione da firmare al Cliente). Se il "collega" non fosse iscritto, nonostante lo siano sia la società che il legale rappresentante, potrete agire legalmente per il recupero delle provvigioni pagate.
     
  7. ataglietti

    ataglietti Nuovo Iscritto

    Vi ringrazio delle preziose informazioni, mi informerò immediatamente in camera di commercio.

    grazie
     
  8. ataglietti

    ataglietti Nuovo Iscritto

    Ecco un'aggiornamento sul mio caso:

    Sono stato in camera di commercio e mi sono aggiornato sullo stato di iscrizione delle persone che lavorano in quella agenzia e nessuno di quelli con cui ho avuto a che fare è iscritto al ruolo in camera di commercio. :rabbia:
    Va sottolineato che (di questo mi sono accorto in ritardo) riguardo la proposta d'acquisto che ho firmato la persona con cui ho trattato ha timbrato il documento con un timbro dell'agenzia il quale riportava il nome di una persona (mai vista) iscritta all ruolo.
    Tale timbro non è stato firmato da nessuno dell'agenzia.

    Mi chiedo ora .. ha una validità giuridica quel documento?

    poi..

    le ricevute che mi hanno rilasciato degli assegni che io ho dato loro non sono altro che delle fotocopie dell'assegno con la dicitura a penna "per ricevuta" il primo(3000 euro) e "per provvigioni" il secondo(2000 euro) scritto a penna e firmato dall'incaricato dell'agenzia che mi ha seguito.


    Non avrebbero dovuto rilasciarmi fattura per questo?Visto che a dir loro ho pagato delle provvigioni "IVA inclusa"...


    grazie per le vostre preziose opinioni.
     
  9. arula

    arula Membro Attivo

    Confermo quanto già detto....... vai da un legale!!!
     
  10. Valentina86

    Valentina86 Nuovo Iscritto

    ke bel casotto!!!.... :disappunto: :disappunto: :disappunto:
     
  11. StLegaleDeValeriRoma

    StLegaleDeValeriRoma Membro Assiduo

    Professionista
    E' ovvio che il lettore debba rivolgersi ad un legale esperto di diritto immobiliare ... ma spesso è più facile versare senza contestare ben 5000 euro con assegno intestato ad un mediatore, senza verificare se sia iscritto alla Camera di Commercio che spendere 1000 euro per una consulenza da un vero professionista che se richiesto e a costi inferiori lo avrebbe seguito sin dall'inizio nelle trattative dirette con il venditore.
    Luigi De Valeri:daccordo:
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina