• propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

giuvan99

Nuovo Iscritto
Conduttore
Buongiorno

Ho firmato un compromesso come acquirente in aprile 2019 per l'acquisto di un immobile libero (versando una caparra di 10.000 euro).
Le date scritte nel preliminare parlano di concludere la vendita entro luglio 2019.
La richiesta di mutuo è andata a buon fine ed è stata fissata la data del rogito a fine luglio 2019, ma la proprietaria è morta una settimana prima del rogito.
Ad agosto scopriamo che l'intero patrimonio della proprietaria è stato lasciato in eredità alla Curia. Nonostante però i documenti per la successione fossero pronti a fine novembre (a detta del notaio), la successione e l'accettazione dell'eredità sarà fatta solo settimana prossima (luglio 2020).

La domanda che vorrei porre è questa: io, come acquirente, posso chiedere l'annullamento del preliminare senza incorrere in penali? O, in caso di rinuncia, sicuramente "perderò" i soldi della caparra?
Recentemente ho visitato l'immobile e le condizioni in cui si trova adesso sono fatiscenti, estremamente lontane dallo stato di fatto in cui si trovava 15 mesi fa. Pertanto ritengo che la cifra pattuita a suo tempo non corrisponda più al valore attuale dell'immobile.
Grazie mille a chi saprà rispondermi.
 

vittorievic

Oggi è il mio Compleanno!
Proprietario Casa
sentenza n. 13224/2014 emessa dalla Corte di Cassazione:
L’obbligazione nascente dal contratto preliminare, cioè stipulare entro la data fissata un contratto di compravendita, non si estingue in caso di decesso del contraente. ......
...L’obbligo della prestazione in capo al soggetto deceduto si trasferisce, in virtù della successione, agli eredi. Con l’accettazione dell'eredità, anche con beneficio di inventario, si trasmettono non solo i diritti bensì anche i doveri tra i quali rientra l’obbligo di addivenire al rogito notarile per il trasferimento della proprietà.
 

Franci63

Membro Senior
Proprietario Casa
Recentemente ho visitato l'immobile e le condizioni in cui si trova adesso sono fatiscenti, estremamente lontane dallo stato di fatto in cui si trovava 15 mesi fa.
Spiega meglio : come fanno le condizioni dell’immobile ad essere cambiate in 15 mesi ? Vandali?
Perché hai aspettato così a lungo?
 

giuvan99

Nuovo Iscritto
Conduttore
Spiega meglio : come fanno le condizioni dell’immobile ad essere cambiate in 15 mesi ? Vandali?
Perché hai aspettato così a lungo?
In che senso "ho aspettato così a lungo"? Se gli eredi non accettano dal notaio l'eredità e non viene di fatto registrato il passaggio di proprietà, come potevo rogitare?

L'immobile adesso presenta infiltrazioni su tutto il piano terreno e perdite di acqua dal tetto all'ultimo piano. E chiaramente questi danni, dato che l'immobile è chiuso da almeno un anno, hanno conseguenze ben visibili. Oltre chiaramente all'evidente incuria a cui è soggetto un immobile non abitato e non mantenuto da nessuno.
 

Franci63

Membro Senior
Proprietario Casa
In che senso "ho aspettato così a lungo"? Se gli eredi non accettano dal notaio l'eredità e non viene di fatto registrato il passaggio di proprietà, come potevo rogitare?
Potevi farti parte attiva per la conclusione del contratto, senza aspettare i comodi altrui.
Potevi convocare a rogito i chiamati all'eredità , o l'eventuale curatore ( se, come pare gli eredi non avevano il possesso dei beni del defunto).
E potevi/dovevi consultare un avvocato per fare le giuste pressioni ed ottenere un rogito più rapido.
L'immobile adesso presenta infiltrazioni su tutto il piano terreno e perdite di acqua dal tetto all'ultimo piano.
E a nessuno, te compreso, è venuto in mente di verificare da luglio scorso ?
Immagino l'immobile fosse già in condizioni precarie, perché la chiusura per un anno di solito non determina danni ingenti, al massimo qualche manutenzione più incisiva alla riapertura ( ovviamente se prima tutto era in buono stato).

Hai cambiato idea sull'acquisto, o acquisteresti ancora, magari ad un prezzo diverso ?
Perché è ovvio che i danni di cui parli , se quando l'immobile ti è stato promesso in vendita non erano presenti, devono essere conteggiati nel prezzo, essendo il venditore venuto meno al suo dovere di conservare la casa con diligenza.
 

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Le Ultime Discussioni

Ultimi Messaggi sui Profili

Buona sera... Una domanda.. Il confine per delineare una proprietà si prende dal muro di confine o dal paletto della rete?
TomBolzo ha scritto sul profilo di maidealista.
Buonasera,
dovrei eliminare l'allegato che ho erroneamente allegato sul post Anticipo rogito rispetto compromesso
riuscite a risolvere? sulla pagina dell'assistenza quando seleziono i vari link mi dice che non ha trovato la pagina.
Scusa se non è la sezione giusta.
Buona serata!
Alto