1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

  1. GREENAPPLE

    GREENAPPLE Nuovo Iscritto

    salve a tutti sono nuova e avrei bisogno di un vostro aiuto...

    dopo tanto tribolare finalmente abbiamo in mano qualche carta reltiva alla casa che dobbiamo ristrutturare

    una mansarda adibita a stenditoio ( ma una casa a tutti gli effetti!) che in principio non era nemmeno accatastata ma ora a detta del geometra è tutto ok..o meglio la mansarda è stata accatastata " in corso di costruzione"..a questo punto il geometra mi dice che dobbiamo richiedere una dia per ristrutturare il tutto e poi possiamo richiedere il cambio d'uso...

    ora..tutto questo quanto mi può costare? premesso che sono 78 mq ...

    grazie per l'aiuto
     
  2. Adriano Giacomelli

    Adriano Giacomelli Membro dello Staff

    Proprietario di Casa
    Il quesito non è chiarissimo! Sulla regolarità dell'immobile che é già tuo? o devi comprare? Comunque sia verifica bene, spendere dei soldi in un bene che ha problemi, vuol dire tribolare tutta la vita, un vicino ti denuncia, una rivendita è impossibile, una banca non ti accende un mutuo. Detto ciò, immagino sia una bella cosa, e quindi quanto andrai a spendere? Si ristruttura sia con 500,00 €*/mq sia con 3.000,00 €/mq. Sia per la difficoltà o meno di fare cantiere, ma soprattutto per le finiture che vorrai regalarti.
    Il cambio d'uso cerca di ottenerlo subito:
     
  3. GREENAPPLE

    GREENAPPLE Nuovo Iscritto

    l'immobile in realtà non lo devo acquistare perchè è di proprietà di mia suocera che ce lo lascia..però dobbiamo comunque metterlo in regola! anche perchè il geometra ha detto che non possiamo fare il lavori di ristrutturazione altrimenti...quello che mi interessava sapere è quanto mi costa però fare il cambio d'uso da immobile in costruzione a civile abitazione A2/A3 quello che sia!!
     
  4. Marco Giovannelli

    Marco Giovannelli Membro dello Staff

    Professionista
    sempre che sia possibile fare il cambio di destinazione d'uso ai sensi della normativa vigente sono dovuti gli oneri concessori che sono però relazionati alla grandezza dell'immobile. Per il resto quoto Giacomelli


    saluti
     
  5. geomtupputi

    geomtupputi Membro Attivo

    Professionista
    è accatastata "in corso di costruzione" ma la Concessione Edilizia c'è? se hai una copia, leggila e cerca ke destinazione d'uso doveva avere una volta ultimata.
    Se nella Concessione dice ke deve essere un'abitazione, basterebbe fare una variazione catastale, e puoi partire con i lavori con una semplice comunicazione
     
    A piace questo elemento.
  6. metronos

    metronos Nuovo Iscritto

    Cambio di destinazione d'uo da A/10 a A/2 . Alla richiesta di modifica della destinazione d'uso (chiaramente predisposta da un geometra abilitato) il COmune deve rispondere con un provvedimento scritto per dire che la variazione è accettata o no?
    Esiste il silenzio assenso?
    Ho bisogno di questa informazione al piu' presto, grazie e auguri.
     
  7. metronos

    metronos Nuovo Iscritto

    potete darmi una risposta, grazie tonino
     
  8. geomtupputi

    geomtupputi Membro Attivo

    Professionista
    dipende che pratica ha presentato il geometra!
    affacciati all'ufficio tecnico e chiedi lumi
     
    A Adriano Giacomelli piace questo elemento.
  9. metronos

    metronos Nuovo Iscritto

    VARIAZIONE DI DESTINAZIONE D'USO SENZA MODIFICHE DA A/10 a A/2
     
  10. Adriano Giacomelli

    Adriano Giacomelli Membro dello Staff

    Proprietario di Casa
    se accettato in Comune.... allora non ti resta che per perfezionare il tutto, accatastare la nuova posizione, ovvero aggiornare, con una tariffa che il tuo professionista saprà indicarti.
     
  11. metronos

    metronos Nuovo Iscritto

    LA MIA DOMANDA E' LA SEGUENTE:
    Alla richiesta di modifica della destinazione d'uso da A/10 a A/2 .(chiaramente predisposta da un geometra abilitato) il COmune deve rispondere con un provvedimento scritto per dire che la variazione è accettata o no?
    Esiste il silenzio assenso?
    Ho bisogno di questa informazione al piu' presto, grazie e auguri.
     
  12. Adriano Giacomelli

    Adriano Giacomelli Membro dello Staff

    Proprietario di Casa
    Il Comune deve rilasciare un risposta scritta in caso di variazione di destinazione d'uso senza opere, ma potrei forse affermare che vale il silenzio assenso. Quindi se dopo 60 gg. senza nessuna comunicazione da parte del Comune, che interrompa i termini, potresti essere certo dei tuoi diritti.
     
  13. metronos

    metronos Nuovo Iscritto

    scusami guru ma dici due cose opposte: il comune deve rilasciare una risposta scritta..... vale il silenzio assenso.
    Secondo me, considerata la delicatezza della materia, il COmune deve sempre rilasciare apposita licenza edilizia.
    Ritengo che piccole variazioni, come spostamento tramezzi ecc, non richiedono il rilascio di un atto amministrativo scritto.
    c'è qualcuno nel forum che ha chiesto una variazione da ufficio ad abilitazione senza intervento di opere?
    Ha avuto la risposta dal COmune interessato? grazie guru comunque a presto Tonino
     
  14. Adriano Giacomelli

    Adriano Giacomelli Membro dello Staff

    Proprietario di Casa
    Intendevo dire che al comune spetta una accettazione della richiesta di variazione d'uso senza opere, ma se lasciasse trascorrere i termini, potrebbe valere il diritto silenzio assenso.
     
  15. metronos

    metronos Nuovo Iscritto

    perdonami guru ma ci sara' pure una norma precisa! deve o non deve rilasciare una licenza scritta?
    si applica o non si applica il silenzio assenso? Pensa se stai per comprare un appartamento per il quale'
    il proprietario ha fatto una richiesta di variazione di destinazione da A10 a A2: il comune non ha risposto
    sono passati 60, 90 giorni. Che fai ti fidi a comprare l'immobile? E' vero che puoi sempre impugnare il tutto,
    pero' credo che la certezza che il Comune abbia accettato la richiesta sia d'obbligo!
    sarebbe interessante sapere, inoltre, quali imposte il notaio applica (10% o 1a casa) o se la banca applica
    o meno i tassi agevolati.
    Concludo con questa domanda che mi resta ancora inevasa!!
    I comuni sono tenuti a confermare per iscritto o no le richeste di cambio di destinazione d'uso?
    grazie comunque guru della tua attenzione. Tonino
     
  16. Adriano Giacomelli

    Adriano Giacomelli Membro dello Staff

    Proprietario di Casa
    Capisco la tua apprensione e il tuo coinvolgimento in prima persona, ma pur non essendo io un tecnico, ho una esperienza analoga e cercherò di darti una sintesi di essa.
    A) Il tuo tecnico ha presentato richiesta di variazione di destinazione d'uso, l'ha protocollata in Comune e quindi fa fede la data di presentazione.
    B) Il Comune avrebbe dovuto rispondere: La Legge "silenzio assenso" vige per tutelare il cittadino, qualora il Comune "cialtrone" non riesca ad espletare la pratica nei termini.
    C) Scaduti i termini per la risposta e in base alla Legge "silenzio assenso" il tuo tecnico và in Catasto e introduce la categoria variata, in base alla documentazione della domanda di presentazione.
    D) Dal Notaio, andrai coni dati catastali aggiornati e rogiterai in base ad essi.

    N.B. Se la voltura è stata fatta dalla parte venditrice ti consiglio di tutelarti. Consigliati con il tuo Notaio, e predisponi in atto una cauzione a garanzia di eventuali complicazioni eventualmente avanzate nei successivi 12-24 mesi. La Cauzione rimane depositata dal Notaio e se allo scadere della data non vi sono state contestazioni alcune, il venditore passerà a ritirare la cauzione, se tu, invece, produrrai lettere, notifiche, ti riservi o di riprenderti la cauzione o di annullare l'atto.
     
  17. metronos

    metronos Nuovo Iscritto

    Grazie Adriano per la gentile risposta
     
  18. Tyler

    Tyler Nuovo Iscritto

    mmm....forse...mi sembra...sembrerebbe...che l'uso del condizionale sia un po troppo inflazionato da parte degli "esperti":^^:
     
  19. vaivalentina

    vaivalentina Membro Junior

    Proprietario di Casa
    Io per un passaggio da c2 a A2 di una casa di circa 75 mq pagherò 3300 eur al comune +3500 ai geometri che se ne stanno occupando ma i coefficienti variano da comune a comune credo
     
  20. metronos

    metronos Nuovo Iscritto

    sei di Roma o della provincia?. il tuo piano servizi è nel centro urbano o in una zona agricola?
    L'altezza del piano e' di mt 2,4 o di meno.?Ho saputo che alla Regione Lazio stanno facendo di tutto per abbassare l'altezza da mt 2,40 a mt 2,2, come era logico anche perche' pochi sono i piani servizi autorizzati al di sopra di mt 2,2
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina