• propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

superlele

Nuovo Iscritto
Salve,
qualcuno sa dirmi, a Milano, cosa occorre fare per realizzare una tettoia sul proprio terrazzo al posto della classica tenda?

Grazie di cuore.
Lele
 

Adriano Giacomelli

Membro dello Staff
Proprietario Casa
Premetto, non sono di Milano, e la tipologia della domanda è molto tecnica e specifica al tipo di intervento, che desideri realizzare. In linea di massima la tenda è una chiusura non permanente e quindi facilmente autorizzabile, la tettoia crea cubatura e quindi in contrasto con le norme. Un tecnico potrà valutare.
Io posso dirti, se ti puo' interessare, che esistono delle tende (non in tessuto, ma in materiale rigido) con telai fissi, che stanno a cavallo tra una tenda e una tettoia, e potrebbe passare inosservata. Prova a guardare il sito della PRATC tende.
 

studente

Nuovo Iscritto
Ciao Lele,
che io sappia, per questi tipi di lavori non è necessaria la richiesta della DIA a Milano, ma basta una semplice comunicazione di inizio lavori, da inviare sempre all'ufficio urbanistica del comune di Milano.

Cmq sappi che nel realizzare una tettoia sul proprio terrazzo al posto della classica tenda, ci sono incentivi statali che ti permettono addirittura di abbattere i costi della realizzazione e ti danno la possibilità di avere un'ottima rendita.

Sto parlando di tutto ciò che riguarda gli incentivi statali nel fotovoltaico.
 

rdcostruzioni

Nuovo Iscritto
Utente Espulso
da febbraio e uscita la legge che bisogna fare antisismica a tutto all'edificio se ai una email ti invio la nova normativa
 

renzanna

Membro Attivo
In merito alla tettoia posso dirti che, avendola installata lo scorso anno, in un terrazzo ho preso atto della legislazione in merito e pertanto se la tettoia da installare è a sbalzo, cioè non ha pilastri in terra e poggia solo su una struttura ancorata al tuo muro, e non arreca danno al decoro dell'immobile, c'è solo bisogno dell'assenso dei 2/3 dei proprietari per l'installazione e di una DIA al comune di residenza con il pagamento di qualche tassa che non manca mai...
le cose cambiano quando invece ci sono colonne o pali che poggiano in terra (o pavimento della terrazza). In questo caso oltre al solito assenso condominiale c'è bisogno di un progetto autorizzato dal Comune in quanto le colonne fanno "cubatura" e quindi se non è tutto in regola potresti incorrere in un "abuso edilizio" con tutte le conseguenze del caso. Molto però dipende dal Comune. Spero di esserti stato di aiuto.
Ciao
Renzo
 

noel

Nuovo Iscritto
Per realizzare una tettoia occorre la DIA, in quanto tettoie o coperture sono disciplinate dalle Leggi Urbanistiche.
Comunque cio' non basta in quanto potresti avere anche difficolta' con il condominio se detta tettoia altera la fisionomia del fabbricato.
Per cui rivolgiti ad un tecnico o vai direttamente all'ufficio urbanistica ( edilizio) dal tuo comune.
Cordialmente
Noel
 

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Le Ultime Discussioni

Ultimi Messaggi sui Profili

Ho affittato a un inquilino con figli in età scolare un alloggio al 2° p. di un piccolo condominio. Il fornaio del p.t., si è lamentato "pesantemente" con me perchè i suddetti figli (ora in DAD) lo disturbano durante il giorno. Ho invitato civilmente il padre a moderare l'esuberanza dei ragazzi ma inutilmente. La domanda è: Qual è la mia responsabilità circa il diurno disturbo arrecato al fornaio?
Buongiorno. Mio figlio è proprietario di un locale di 35 mq. adibito a magazzino, classe C2 ubicato nel cortile di un palazzo, piano terra. Desiderando cambiare la destinazione d'uso, per realizzare ad esempio un piccolo laboratorio, deve avere il consenso del condominio, con delibera assembleare?
Alto