• propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

FROST

Membro Attivo
Proprietario Casa
Sono in possesso di una villetta, come seconda casa, con un giardino di 2.100 mq. Sto pensando di fare un frazionamento in quanto tutto edificabile e di venderne la metà. È possibile che la rendita della villetta rimanga invariata?
 

Gianco

Membro Storico
Professionista
Frazionare il lotto, non vuol dire che la metà poi possa essere edificata allo stesso modo: il volume è legato al lotto urbanistico. Se il frazionamento stralcia un tratto di area cortilizia, essendo il volume dell'intero lotto totalmente edificato, quella porzione non potrà permetterà alcuna edificazione ed il cortile così stralciato potrà essere destinato a giardino o ad area di sosta, se ammissibile. Lo stralcio di un tratto di cortile potrà interferire in misura minima sulla consistenza e quindi sulla rendita catastale.
 

FROST

Membro Attivo
Proprietario Casa
Trattasi di zona di completamento B3 con indice 1/1 ed edificata solo parzialmente.
 

marcanto

Membro Attivo
Professionista
Frazionare il lotto, non vuol dire che la metà poi possa essere edificata allo stesso modo: il volume è legato al lotto urbanistico. Se il frazionamento stralcia un tratto di area cortilizia, essendo il volume dell'intero lotto totalmente edificato, quella porzione non potrà permetterà alcuna edificazione ed il cortile così stralciato potrà essere destinato a giardino o ad area di sosta, se ammissibile. Lo stralcio di un tratto di cortile potrà interferire in misura minima sulla consistenza e quindi sulla rendita catastale.
giusto .......ma troppo ermetico per la comprensione dei non addetti.
 

Gianco

Membro Storico
Professionista
Se ti trovi in una zona urbanizzata, credo che dovrai presentare una proposta per l'edificazione sui due lotti previsti.
 

marcanto

Membro Attivo
Professionista
Intanto con 2.100 mq non parliamo di giardino ma di vero e proprio terreno, se è stato incluso nel "processo" di accatastamento dell'immobile .......allora una volta distaccato da esso la rendita potrà scendere anche se non in modo troppo sensibile.

POI dev'essere valutato se è possibile distaccare quel terreno dall'immobile.
Se quel terreno è stato già sfruttato / usato per gli indici urbanistici per produrre il fabbricato ........allora il distacco non sarà possibile come già veniva indicato nel #2.
E l'eventuale lotto libero non potrà essere oggetto di nuove costruzioni.
In caso contrario di un non suo utilizzo allora il distacco sarà possibile.

Ti devi consultare con un tecnico dell'ambito edilizio: ing. arch. geo,.
 

Gianco

Membro Storico
Professionista
Non ti resta che proporre un plani-volumetrico per l'edificazione sui due lotti dell'intero terreno.
 

marcanto

Membro Attivo
Professionista
Il problema non è se la zona è urbanistica ma se quelle superfici sono state già impiegate per la cubatura esistente
 

FROST

Membro Attivo
Proprietario Casa
No non è stata utilizzata da nessuno, solo da noi 200 mq per la casa su 2200 totali e posizionati a lato del lotto, lasciando liberi circa 2000 mq
 

griz

Membro Storico
Professionista
diciamo che la cosa è potenzialmente fattibile, senti un tecnico che valuterà tutto quanto sopra ti hanno scritto e avrai le idee chiare
 

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Le Ultime Discussioni

Ultimi Messaggi sui Profili

dove è il tasto invio per mandare il messaggio che ho scritto
Alto