1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. Vinc

    Vinc Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    Ho bisogno di sapere se l'amministratore del condominio, senza rvolgersi ad alcuna autorità, può procedere quindi direttamente alla rimozione forzata di un'autovettura in sosta da mesi nel cortile condominiale, quando questa possibilità è prevista da una regolamentazione approvata dall'assemblea nell'uso del cortile come parcheggio temporaneo. Grazie a quelli che vorranno darmi una risposta.
     
  2. paolo ferraris

    paolo ferraris Nuovo Iscritto

    ma l'auto si sa di chi è?...ha le targhe?...è assicurata regolarmente?...perchè in qualche caso l'unica e spingerla per strada e lasciarla nottetempo fuori da qualche parte...dopodichè ci penseranno i vigili eo le autorità competenti a portarla via...perchè non penso che si possa "prelevare" un auto in sosta "vietata" da un area comune...salvo non intralci il passo carraio ecc...
     
  3. ralf

    ralf Nuovo Iscritto

    Ciao Paolo, non sono un esperto legale ne condominiale, però prima di spingere fuori l'auto farei qualche altro tentativo. Non è che se si sposta l'auto e le succede qualche cosa o causa qualche cosa essa stessa poi i danneggiati potranno prendersela con chi ha effettuato lo "spostamento" ? Aspettiamo altri parteri perchè il quesito è interessante e non certamente un caso isolato. :D
     
  4. Manuela Fragale

    Manuela Fragale Nuovo Iscritto

    Innanzittuto, Le faccio notare che l'uso del cortile come parcheggio temporaneo è cosa ben diversa dalla sosta prolungata prevista dalla delibera assembleare: nel secondo caso, infatti, si impedisce l'uso equo delle parti comuni.
    Pertanto, dovreste essere voi condomini a richiedere all'amministratore di attivarsi per la rimozione forzata di un'autovettura. In determinati casi il giudice può ordinare la rimozione forzata.
     
  5. Manuela Fragale

    Manuela Fragale Nuovo Iscritto

    Dimenticavo....
    Corte di Cassazione, sentenza n. 3640/2004
    "Il condomino che mantiene parcheggiata per lunghi periodi di tempo la propria auto in uno spazio condominiale come il cortile, manifesta la volontà di possedere il bene in maniera esclusiva, trattandosi di occupazione stabile di uno spazio comune, andando ben oltre, quindi, a quanto consentito dall'art. 1102."
     
  6. Ennio Alessandro Rossi

    Ennio Alessandro Rossi Membro dello Staff

    Professionista
    A pare di chi scrive ed in aggiunta a quanto pertinentemente osservato da Manuela.
    L'amministratore portando a conoscenza dell' infrattore la nuova norma *** potrebbe ammonirlo ed
    ottenere un effetto dissuasivo . In sostanza il negligente deve sapere che se fino ad ieri non esisteva sanzione disincentivante, oggi potrebbe indurre il condominio a ricorrere al Giudice dal quale ottenere un provvedimento , ed in caso di inosservanza, diversamente da ieri, potrebbe ritrovarsi in caso di inadempimento a pagare somme pesanti
    ***
    Art. 614-bis. Codice Procedura Civile
    (Attuazione degli obblighi di fare infungibile o di non fare)
    Con il provvedimento di condanna il giudice, salvo che ciò sia manifestamente iniquo, fissa, su richiesta di parte, la somma di denaro dovuta dall’obbligato per ogni violazione o inosservanza successiva, ovvero per ogni ritardo nell’esecuzione del provvedimento. Il provvedimento di condanna costituisce titolo esecutivo per il pagamento delle somme dovute per ogni violazione o inosservanza. Le disposizioni di cui al presente comma non si applicano alle controversie di lavoro subordinato pubblico e privato e ai rapporti di collaborazione coordinata e continuativa di cui all’articolo 409.
    Il giudice determina l’ammontare della somma di cui al primo comma tenuto conto del valore della controversia, della natura della prestazione, del danno quantificato o prevedibile e di ogni altra circostanza utile. ( Articolo aggiunto dalla Legge 18 giugno 2009, n. 69).

    Preventivamente si potrebe far ragionare il soggetto previo procedura conciliativa presso la CCIAA,poco costosa

    www.realessandro.it
     
  7. paolo ferraris

    paolo ferraris Nuovo Iscritto

    Sposo in toto quello che ha scritto la Fragale...per quanto mi riguarda lo "spingere fuori nottetempo"...era ovviamente da farsi in maniera fraudolenta e senza farsi "beccare"...sono passibile di istigazione a delinquere?...eheheh...però con certi condomini piuttosto che intraprendere la "filera" che ci indica Realalessandro...non trovate?...
     
  8. ralf

    ralf Nuovo Iscritto

    Hai proprio ragione Paolo :D :D Solo che mi hanno nominato "moderatore", allora modero :triste: ma quanto mi piacerebbe spingere fuori la macchina :^^: :^^:
     
    A bartolini3 piace questo elemento.

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina