1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

  1. carol49

    carol49 Nuovo Iscritto

    Inquilino/Conduttore
    Salve, ho affittato un appartamento, con contratto 3+2 e l'inquilino, attualmente, è piuttosto in arretrato con le rate di affitto. Il biennio del contratto scade a metà maggio, a novembre, con sei mesi di preavviso, gli ho mandato, tramite raccomandata RR (ritirata dall'interessato) l'avviso di intenzione di non rinnovare il contratto a scadenza. Nell'avviso non veniva fatto cenno alla morosità; ora l'inquilino mi chiede di prorogare il contratto, visto che abita da tanti anni nell'appartamento e ha trovato dei proprietari che hanno compreso e tollerato i suoi problemi economici. Siccome sta cercando azzerare il debito ed ha proposto di mettere per scritto il suo impegno in tal senso, se gli rinnovo per 3 anni il contratto, posso comunque, qualora non onorasse l'impegno scritto, interrompere anticipatamente il contratto facendo riferimento all'impegno privato non rispettato?
     
  2. Nemesis

    Nemesis Membro Storico

    Proprietario di Casa
    No. Il contratto si risolverà anticipatamente solo consensualmente. Oppure con un provvedimento giurisdizionale, in seguito all'’intimazione di sfratto, che risulterà indispensabile nel caso in cui il conduttore, anche se intervenisse l'eventuale clausola risolutiva espressa ex art. 1456 c.c., non rilasciasse spontaneamente l’’immobile.
     
    A uva piace questo elemento.
  3. moralista

    moralista Membro Senior

    Professionista
    Almeno smetterai di pagare l'IRPEF su canoni non riscossi
     
  4. carol49

    carol49 Nuovo Iscritto

    Inquilino/Conduttore
    Il contratto eventualmente rinnovato, però può risolversi anticipatamente per recesso da parte dell'inquilino; anziché mettere per scritto l'impegno ad estinguere il debito, potrei chiedergli di mandarmi una raccomandata, anche a mano, con recesso volontario; avrebbe così un lasso di tempo (6 mesi) per saldare le pendenze o, comunque, per cercarsi un altro alloggio. Potrebbe essere una soluzione per venirsi incontro reciprocamente?
     
  5. uva

    uva Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Secondo me è opportuno che l'inquilino ti comunichi la sua intenzione di recedere anticipatamente dal contratto di locazione con raccomandata AR (e non con raccomandata a mano), in modo da avere data certa.

    Potrebbe essere una soluzione, ma considera l'aspetto fiscale.
    Se il contratto viene risolto dal Giudice che convalida lo sfratto per morosità, puoi evitare di pagare le imposte sui canoni di locazione non incassati.
    Se invece l'inquilino recede e rilascia l'immobile di sua iniziativa, potrai risolvere il contratto all'Agenzia delle Entrate nel momento del rilascio. E dovrai pagare le imposte fino alla data di risoluzione, anche sui canoni eventualmente insoluti.
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina

  1. Questo sito utilizza i cookies. Continuando a navigare tra queste pagine acconsenti implicitamente all'uso dei cookies.
    Chiudi