1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. sandrotomei

    sandrotomei Nuovo Iscritto

    Purtroppo abito in un edificio con circa 134 abitazioni da anni mi lamento della scarsa efficenza del riscaldamento nella mia casa posta all'ultimo piano ma da quando è stato sostituito il bruciatore della caldaia centralizzata ormai logora la temperatura nella mia abitazione è drasticamente calata 18/con impianto in funzione da piu di tre ore .Pur lamentandomi l'amministratore fa orecchie da mercante Ho provveduto a sostituire gli infissi con altri con taglio termico ma mio malgrago batto ancora i denti .Cosa o come devo intrapredere questa battaglia nei confronti del condominio? Grazie per la collaborazione Sandro.
     
  2. acquirente

    acquirente Nuovo Iscritto

    devi prendere la temperatura nelle ore piu' fredde con i rilevatori del caso e poi denunciare il problema all'amministratore.
    di solito quando viene sostituito il bruciatore della caldaia vuol dire che quello vecchio aveva fatto il suo tempo.
    hai un riscaldamento a pannelli o termosifoni??
    ciao
     
  3. sandrotomei

    sandrotomei Nuovo Iscritto

    Il mio impianto è realizzato con caloriferi In riferimento alla sostituzione del bruciatore essendo una caldaia vecchia e estremamente grande il bruciatore potrebbe non essere adeguato alle kilocalorie della caldaia motivo per il quale in precedenza riuscivo a riscaldarmi mentre ora no L'amministratore con il maanutentore rimangono vaghi sia sull'origine del perzzo sostituito sia sulla prestazione che questo eroga esiste una fattura che non esplica tale rendimento posso inviarverla con le indicazioni del pezzo? Ringraziandovi nuovamente saluto cordialmenti
     
  4. acquirente

    acquirente Nuovo Iscritto

    Io non sono un tecnico in grado di capire il pezzo cambiato ma solo un proprietario come te che si e' trovato qualche volta in situazioni cone la tua.
    devi prendere la temperatura della casa magari con un tecnico del settore, questo e' il primo passo e far fare una relazione della temperatura alle varie ore della giornate e poi reclamare in assemblea, con l'amministratore e anche con i responsabili che gestiscono la caldaia per vedere se e' possibile aumentare di qualche grado la temperatura.
    ciao
     
  5. avettor

    avettor Nuovo Iscritto

    Sandro,
    non sono un termotecnico ma ho una discreta esperienza in materia.
    La causa potrebbe essere:
    - caldaia centralizzata non adeguata in termini di potenza, rispetto al volume da riscaldare: da approfondire con il condominio
    - caldaia centralizzata correttamente dimensionata ma che non eroga per un tempo sufficiente durante l'arco delle 24h: da approfondire con il condominio
    - isolamento termico insufficiente a casa tua (sicuramente i serramenti
    nuovi aiutano molto, sebbene la mansarda sia più esposta sia al freddo sia al caldo)
    - dimensionamento caloriferi a casa tua.

    In merito all'ultimo punto ti chiedo se i caloriferi sono bollenti, quando l'impianto è in funzione.
    Se questo è vero, bisogna vedere se sono correttamente dimensionati in termini di Watt (oppure di Calorie) rispetto al volume da riscaldare.
    E' possibile calcolare con esattezza la potenza di un calorifero. Ad es. puoi consultare le tabelle presenti sul sito IRSAP.it (produttore di caloriferi in acciaio) relative al modello TESI. Dovrai fare un piccolo calcolo che tiene conto di come è fatto il calorifero.
    Poi devi calcolare i metri cubi della tua abitazione (o meglio delle singole stanze e dei relativi caloriferi).
    Diciamo che, veramente "a spanne", se abiti in una città dal clima medio (ad es. Milano), il rapporto Watt / mc per ogni stanza deve essere di ALMENO 25. Per una mansarda o una stanza esposta a Nord, meglio avere un rapporto di ALMENO 30. Se si vuole un po' di extra calore, meglio avere un rapporto ancora maggiore.

    Se vuoi posso fare per te il calcolo della potenza dei caloriferi, usando le tabelle IRSAP citate sopra, ma mi occorre sapere, di ognuno: altezza in cm, numero di colonnine (guardando il calorifero di lato possono essere 3,4,5,6), numero di moduli in larghezza (ossia anche larghezza in cm del calorifero, guardandolo di fronte).

    Il tuo è un problema di tipo "tecnico" oltre che condominiale. Credo che prima tu debba fare qualche verifica in tal senso, meglio se con l'aiuto di un termotecnico.
     
  6. Ennio Alessandro Rossi

    Ennio Alessandro Rossi Membro dello Staff

    Professionista
    Vedi Home :troverà un articolo di chi scrive sulla utilità della valvole termostatiche e contacalorie per equlibrare l'impianto ( se chi ha troppo caldo- primi piani in genere - abbassa o chiude, il calore andrà ai paini alti in genere piu' freddi-è la teoria della camera d'aria )
    Lei ha diritto a un minimo di calore per legge (mi sembra 20 gradi). Per non spendere soldi tenti una conciliazione presso la cemera di commercio cui potrà rivolgersi ( costa poco ) per spiegazioni. Fra l'altro dal 20 marzo p.v. il tentativo di conciliazione sarà obbligatorio. Fra l'altro l'amministratore dopo gli ultimi chiarimenti puo' intervenire alla conciliazione liberamente
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina