1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

  1. dizzi

    dizzi Nuovo Iscritto

    salve a tutti vi propongo questo argomento. Abbiamo affittato una camera con concontratto ad un anno registrato all' agenzia delle entrate e ora, dopo due mesi, l'affittuario, per suoi problemi lavorativi, ha dato la disdetta...Vorrei sapere come comportarci con agenzia delle entrate visto che il medesimo contratto è stato registrato on line all' agenzia delle entrate.....
     
  2. masagu

    masagu Membro Attivo

    Caro dizzi bisogna capire che tipologia di contratto hai stipulato. Ad ogni modo se l'inquilino ti ha avvisato tramite raccomandata entro i termini previsti e hai optato per la cedolare secca non devi fare altro che compilare il mod.69 e barrare la casella "ris" ossia risoluzione anticipata e consegni il tutto all'AdE. Tutto qui. Se hai bisogno di altro chiedi pure ;)
     
  3. JERRY48

    JERRY48 Ospite

    è sufficiente selezionare il contratto già registrato, scegliere il tipo di operazione da effettuare (per esempio, cessione,risoluzione, proroga ecc.) e inserire le coordinate del proprio conto corrente bancario o postale su cui addebitare le imposte (euro 67,00). la comunicazione di risoluzione anticipata serve proprio per segnalare all'AdE che non percepisci più reddito da locazione.
    saluti
    JERRY48
     
    A dizzi piace questo elemento.
  4. dizzi

    dizzi Nuovo Iscritto

    non bisogna fare l'F24??? comunque on line è senz'altro meglio visto che abbiamo la pasword....grazie
     
  5. mapeit

    mapeit Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Attenzione !
    Se il contratto è stato registrato online tramite Siria, perché si è optato per la cedolare secca, basta portare all'AdE un mod. 69 compilato barrando la casella Risoluzione Anticipata e mettendo la data di fine contratto (oltre che compilare tutti gli altri dati). Non si paga niente e non serve F23.
    Se invece il contratto è stato registrato online in maniera normale, quindi con l'addebito in conto dell'imposta di registro e dei bolli, altrettanto si fa per la risoluzione anticipata la cui imposta è 67 euro, come ha detto jerry48. Il F24 (semmai il F23) non serve poiché occorrerebbe solo per pagare. Il mod. 69 o CDC da recapitare all'AdE non serve poiché la procedura online richiede già i dati catastali dell'immobile oggetto di risoluzione del contratto.
    P.S. L'imposta di 67 euro bisognerebbe farsela rimborsare dall'inquilino che ha disdettato anticipatamente. Se il contratto fosse andato a termine non si sarebbe pagata.
     
    A dizzi piace questo elemento.
  6. dizzi

    dizzi Nuovo Iscritto

    GRAZIE LA SPIEGAZIONE è MOLTO DETTAGLIATA anche secondo me dovrebbe pagarla chi disdice anticipatamente il contratto.....se hai dei riferimenti di legge se è legata al buon senso....non credo ci si possa appellare...ehehehe comunque sei stato molto esauriente Noi l'abbiamo fatto on line con addebito sul conto corrente bancario
     
  7. mapeit

    mapeit Membro Senior

    Proprietario di Casa
    La legge parla solo di imposta di registro per la registrazione del contratto e per le successive annualità o proroghe, che è suddivisa a metà tra proprietario e inquilino.
    Non tratta l'imposta di registro per la risoluzione anticipata (anche perché quando è stata redatta la Legge 392/78 questa antipatica gabella non si pagava).
    Ne discende che la clausola che essa sia a carico di chi risolve anticipatamente può essere inserita nel contratto, così come quella che indica come vanno ripartiti i bolli per la registrazione e le eventuali quietanze.
    In mancanza di ciò, è solo la logica a suggerire che chi risolve anticipatamente ne paga le spese.
     
  8. dizzi

    dizzi Nuovo Iscritto

    scusase uno avesse optato per cedolare secca, come farebbe a farsi restituire parte del 20% versato inutilmente a seguito di un contratto rescisso??

    E' automatica la restituzione di parte del 20% dando la disdetta (parliamo sempre di cedolare secca) all ag entrate o occorre fare altre istanze?
     
  9. tovrm

    tovrm Membro Senior

    Proprietario di Casa
    L'eventuale eccedenza dell'imposta versata costituisce un credito del contribuente. Il rimborso può avvenire sia tramite sostituto d'imposta (datore di lavoro) oppure tale credito può essere compensato nel 730.

    «Per la cedolare secca si applicano le medesime regole dell'IRPEF per la liquidazione, l'accertamento, la riscossione, i rimborsi, le sanzioni, gli interessi ed il contenzioso» (AdE, Circ. 26/E del 2011).
     
  10. masagu

    masagu Membro Attivo

    Ottimo torv imparo sempre di più con voi! Bella domanda ottima risposta ;)
     
  11. mapeit

    mapeit Membro Senior

    Proprietario di Casa
    La risposta di tovrm è perfetta.
    Comunque mi sembra difficile che uno versi un acconto di imposta cedolare secca se l'inquilino rescinde anticipatamente. Infatti il primo acconto di fine Giugno si riferisce a quanto incassato nei primi 6 mesi, il secondo acconto di Novembre a quanto incassato nel secondo semestre dell'anno. Se per ipotesi l'inquilino se ne va il 31 Agosto, tu porti il mod. 69 per comunicarlo all'AdE entro il 30 settembre e l'appartamento resta sfitto settembre, ottobre e novembre, quando arriva il momento dell'acconto di novembre lo ricalcolerai in modo di versare, tra primo e secondo acconto, il 95% di quanto effettivamente percepito nell'anno fiscale.
     
  12. masagu

    masagu Membro Attivo

    uhm...allora non si fa una sola volta e cioè a maggio/giugno con il 730? Per chi invece inizia la locazione a dicembre? :occhi_al_cielo:
     
  13. tovrm

    tovrm Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Paga la cedolare per il mese di dicembre direttamente in sede di dichiarazione dei redditi
     
  14. masagu

    masagu Membro Attivo

    Cpt tovrm quindi intendi tra maggio e giugno....chiaro!
    Una curiosità: in caso di rimborso, per recesso anticipato, lo si avrà il prossimo anno cioè alla prossima dichiarazione dei redditi o sbaglio? Ancora una cosa...una locazione che parte a dicembre e si interrompe a marzo. A maggio dichiari solo 4 mesi oppure 1 mese (cioè quello di dicembre) in quanto relativo all'anno 2011? E ancora.... per una locazione che parte a gennaio per un anno, l'acconto si paga a maggio in sede di dichiarazione e poi anche a novembre? Se la risposta è si come si paga esattamente dato che si fa la dichiarazione una volta l'anno? Io ero convinto che si facesse una sola volta ossia in sede di dichiarazione dei redditi (cioè tra maggio e giugno) Thanks! ;)
     
  15. mapeit

    mapeit Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Stai facendo un po' di confusione.
    Intanto non esiste rimborso per la cedolare secca pagata. E' un semplice credito d'imposta che va conguagliato con gli altri debiti in sede di dichiarazione annuale (730 o Unico) o tramite il datore di lavoro.
    Per la cedolare secca fa fede quanto incassato nell'anno di imposta, cioè dal 1 gennaio al 31 dicembre.
    Durante l'anno si pagano 2 acconti (come per l'IRPEF), a giugno (40% del 95%) e a novembre (60% del 95%), per un totale del 95% di quanto incassato nell'anno stesso, considerando anche quanto probabilmente incasserai nel mese di dicembre.
    L'anno successivo, in fase di dichiarazione dei redditi, si paga il saldo (che dovrebbe essere il 5%).
    Se una locazione dura a cavallo di due anni fiscali, devi sempre considerare l'importo incassato in una annualità e quello incassato nell'altra annualità, quindi applicare ai due importi, nei due anni di competenza, acconti e saldi.
    E' come per tutti gli altri redditi soggetti a IRPEF.
     
  16. masagu

    masagu Membro Attivo

    Capito mapeit..quindi i due acconti di cui parli (giugno e novembre) vengono defalcati direttamente dal tuo stipendio in base a quanto dichiarato a giugno nel 730 in relazione all'anno passato? Quindi, se ho capito bene, avviene tutto in automatico non devo presentare moduli o altro e non devo effettuare pagamenti alla posta o alla banca in altri periodi dell'anno è corretto? Quanto detto sopra però vale per una locazione che parte da gennaio e termina a dicembre senza interruzioni..però mi chiedo se una locazione parte a novembre devo pagare qualcosa prima oppure attendo giugno per dichiararla? Scusa la mia confusione:occhi_al_cielo:
     
  17. masagu

    masagu Membro Attivo

    Ho letto qui e ho un pò di confusione: Agenzia delle Entrate - Cedolare secca contratto di locazione - Come si versa
    Nel sito si parla di "versare"... ma forse intende che il versamento avviene in automatico dopo che hai dichiarato la locazione in fase di 730? E per l'esattezza vengono decurtati dallo stipendio ad agosto e a novembre? E per chi invece è autonomo deve effettuare il versamento a parte? Ho interpretato bene?:occhi_al_cielo:
     
  18. mapeit

    mapeit Membro Senior

    Proprietario di Casa
    No, credo che per gli acconti sulla cedolare questi non vadano trattenuti dal datore di lavoro, ma versati a parte. Il saldo invece può essere trattenuto, una volta compilato il 730, anche dal datore di lavoro.
    Siccome è il primo anno che avverrà questa prassi, ti conviene chiedere lumi a un CAF.
    Se una locazione parte a Novembre, entro il 30 Novembre dovresti versare l'acconto pari al 95% dell'imposta sul canone di Novembre e Dicembre, sempre che tale acconto superi la soglia minima.
     
  19. masagu

    masagu Membro Attivo

    ok grazie ;)
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina