• propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

mix1977s

Nuovo Iscritto
Proprietario Casa
Salve a tutti nel 2011 ho acquistato un'appartamento sito in besenello (tn) con centrale termica condominiale.
La manutenzione della stessa è stata affidata a un'impresa suggerita da un condomino, l'impianto (nuovo) ha iniziato a presentare guasti e blocchi ogni anno e dopo 5 anni il manutentore dichiarava che lo stesso andava sostituito perchè lui non poteva piu garantirne il funzionamento (ovviamente ci forniva preventivo per la sostituzione).
Da un sopralluogo del produttore (ho insistito io che venisse chiamato) emerge la totale mancanza di manutenzione del bruciatore e dello scambiatore (addirittura nell'impianto non era stato mai sostituito il liquido della prova riscaldamento ma usata comune acqua) e che i depositi hanno causato un'accumulo di calore che ha di fatto bucato lo scambiatore...
Possiamo chiedere i danni al vecchio manutentore (alla quale abbiamo tolto l'incarico) alla luce di questi fatti? E contestagli la parcella degli interventi effettuati a manutenzione (che ovvviamente non ha fatto)?
Ho poi appurato da un'agente immobiliare della zona che è prassi di quel manutentore far cambiare gli impianti dopo alcuni anni in cui subentra a far la manutenzione...
Grazie a tutti.
 

Dimaraz

Membro Storico
Proprietario Casa
"Chiedere" potete chiedere...ma se, come presumibile, nega le accuse di "negligenza/mancata manutenzione" dovrete iniziare causa legale.
Qui diventa fondamentale avere certezza delle accuse altrimenti vi si ritorcerà contro.
Contestabile pure la dichiarazione del "costruttore"...e non hai spiegato quanti anni abbiano caldaia e impianto.
 

mix1977s

Nuovo Iscritto
Proprietario Casa
Impianto nuovo come dedotto il post sopra... Il tutto con la stessa etá dell'appartamento ovvero 2011
 

Dimaraz

Membro Storico
Proprietario Casa
Impianto nuovo come dedotto il post sopra... Il tutto con la stessa etá dell'appartamento ovvero 2011
Presumo fosse un suggerimento e non una deduzione.

5 ani sarebber pochini per una caldaia.
Resta la problematica di intentare una causa dagli esiti dubbi.
Le garanzie di Legge sono ormai passate.
Tentare comunque un accordo stragiudiziale si può fare...bluffando e facendo la voce grossa.
 

Dimaraz

Membro Storico
Proprietario Casa
Abbiamo la dichiarazione del costruttore... Che ci fá le riparazioni....
Il quale però mai si sognerà di accusare il manutentore e farsi carico delle eventuali spese legali ...qualora un CTU non confermi la sua "diagnosi".

Salvo che il manutentore si "preoccupi" di una eventuale azione legale e convenga un "rimborso" (cosa di cui dubito)...dovreste anticipare le spese per un procedimento con un esito non scontato.
Siete disposti ad "rischiare" qualche migliaio di Euro?
 
Ultima modifica:

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Ultimi Messaggi sui Profili

dove è il tasto invio per mandare il messaggio che ho scritto
Alto