1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. etneo

    etneo Nuovo Iscritto

    Salve :applauso: complimenti x il sito ed il forum,e' la prima volta che scrivo su questo forum che trovo interessantissimo.Il mio quesito e' il seguente:io e mia moglie abbiamo in comunione di beni, circa 15 anni fa comprato un immobile con le agevolazioni 1° casa, adesso vorremmo comprare un secondo immobile senza vendere il primo,quindi dato che la vendita verrebbe da una ditta pagare il 10% di i.v.a..Io vi chiedo se fosse possibile intestare previo separazione dei beni,il 1° immobile ad uno solo dei coniugi in modo che l'altro potrebbe comprare l'altro immobile come prima casa.E' fattibile tale mia idea? e se si quali sarebbe il rapporto costi/benefici? Vi ringrazio anticipatamente x la risposta :sorrisone:
     
  2. La soluzione da te proposta è fattibile...ma a conti fatti non credo sia conveniente. Prima bisogna sostenere i costi dell'atto di separazione dei beni, poi bisogna che un coniuge VENDA all' altro la metà dell'appartamento (ti sconsiglio vivamente la donazione, per i motivi che puoi leggere in tante risposte di questo forum) con i costi conseguenti. Per poter quantificare i costi dei vari passaggi devi chiedere il preventivo a un notaio, ma credo che l'eventuale convenienza sia minima, a meno che il prezzo del nuovo appartamento non sia molto elevato. Ciao
     
  3. etneo

    etneo Nuovo Iscritto

    Grazie x la risposta...l'importante e' al momento che la cosa sia fattibile...x la convenienza dovro' valutarne i costi,ma visto che si tratterebbe di comperare su un valore attorno ai 350.000 euro x 10% IVA sarebbero 35.000 contro il 4% 18.000,qundi una differenza di circa 19.000 euro..potrei risparmiare un bel po' credo..Grazie ancora :ok: ;)
     
  4. Ennio Alessandro Rossi

    Ennio Alessandro Rossi Membro dello Staff

    Professionista
    A parere di chi scrive bisogna valutare anche gli effetti civilistici . In sostanza a prescindere dal risparmio fiscale bisogna che la quota di proprietà sia il riflesso del rispettivo sforzo finanziario. Troppo spesso si assiste a coppie che per mere ragioni di convenienza fiscale intestano beni "a caso" solo per risparmio fiscale appunto; In sede di separazione e/o divorzio poi si pagano le conseguenze.



    cordialità
    www.realessandro.it
     
  5. Jrogin

    Jrogin Fondatore Membro dello Staff

    Professionista
    Sicuramente si..... ma tieni in considerazione le interessanti osservazioni di Loretta Grazia e di realessandro che a mio parere hanno scritto cose molto sensate.
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina