1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

?

Secondo te la Certificazione Energetica serve a qualcosa oppure no?

  1. Bah, il solito sistema per incassare quattrini. Non serve se non alle tasche dei soliti noti!

    49,1%
  2. Un buon principio, applicato malamente.

    35,5%
  3. Una legge indispensabile, finalmente un passo verso il risparmio energetico "vero". Era l'

    15,4%
  1. possessore

    possessore Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Grazie Jerry, preciso e disponibile come sempre.
     
    A JERRY48 piace questo elemento.
  2. JERRY48

    JERRY48 Ospite

    :ok: di niente.
     
    A possessore piace questo elemento.
  3. Luigi Criscuolo

    Luigi Criscuolo Membro Storico

    Proprietario di Casa
    è necessario perché lo vuole una legge europea e l'italia è stata avvertita di sanzioni se glissa (facendo l'autodichiarazione di appartenenza alla classe peggiore) sulla certificazione.[DOUBLEPOST=1392137088,1392136874][/DOUBLEPOST]
    Massimiliano non so quanto costa a Genova ma a Roma l' APE si è calmierata attorno alle 120/150 euro. Un appartamento costerà mediamente 180.000 euro. Ti hanno tolto il pane dalla bocca?

    non so se sei una certificatrice ma quante case costruite prima del 1990 hai trovato in classe G? Quante in classe F? e quante in classe E? e quante in classe D?
    Se non sei una certificatrice fermati a guardare le vetrine degli agenti immobiliari e ti puoi toglie questa curiosità.
    Il fatto è che, poi, certi appartamenti anche facendo i lavori previsti dall'analisi dei parametri dell'edificio in classe C, che è la classe alla quale tutti gli appartamenti divrebbe arrivare, non ci arrivano ugualmente perché bisogna coibentare tutto l'edificio, se non addirittura rifarlo.
    Come è già stato detto non è che l'acquirente tratta il prezzo perché la casa appartiene ad una classe energetica scadente.
     
    Ultima modifica di un moderatore: 11 Febbraio 2014
    A bolognaprogramme piace questo elemento.
  4. Stef@no

    Stef@no Nuovo Iscritto

    Inquilino/Conduttore
    Mah, io quando ebbi bisogno di "certificare" dal punto di vista energetico un immobile, comprai un coupon a circa 70 euro, e la "certificazione" (valida a tutti gli effetti di legge) la ottenni.
     
  5. GEOPI

    GEOPI Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    gent.mo Jerry 48, dando per scontato che per un contatto transitorio a studenti - durata 1 anno - io abbia l'obbligo di far visionare l'Ape ai conduttori, chiedo a lei ed a chiunque possa aiutarmi: 1) va bene la semplice dicitura nel contratto in apposita clausola come definita nell’articolo 6 del Dl 4 giugno 2013, n. 63, da lei citata, oppure devo far esplicito riferimento precisando anche data e nome del tecnico che l'ha redatta? - 2) per la città di Roma esiste o meno, in caso di unica unità immobiliare, l'obbligo di allegare l'Ape al contratto in fase di registrazione dello stesso? - 3) l'Ape sarà valida anche per i futuri contratti e che periodo di validità avrà se ne è mai stata prevista una scadenza? - grazie:stretta_di_mano:
     
  6. JERRY48

    JERRY48 Ospite

  7. Nemesis

    Nemesis Membro Storico

    Proprietario di Casa
    Il proprietario deve rendere disponibile l'attestato di prestazione energetica al nuovo locatario all'avvio delle trattativa e consegnarlo alla fine della medesima.
    Nel contratto deve essere inserita apposita clausola con la quale il conduttore dichiara "di aver ricevuto le informazioni e la documentazione, comprensiva dell'attestato, in ordine alla attestazione della prestazione energetica degli edifici".
    No, non esiste. Né per la città di Roma, né per qualunque altro comune della Repubblica.
    Sì.
    L'attestato di prestazione energetica ha una validità temporale massima di dieci anni a partire dal suo rilascio ed è aggiornato a ogni intervento di ristrutturazione o
    riqualificazione che modifichi la classe energetica dell'edificio o dell'unità immobiliare. La validità temporale massima è subordinata al rispetto delle prescrizioni per le operazioni di controllo di efficienza energetica dei sistemi tecnici dell'edificio, in particolare per gli impianti termici, comprese le eventuali necessità di adeguamento, previste dai regolamenti di cui al D.P.R. n. 74/2013, e al D.P.R. n. 75/2013. Nel caso di mancato rispetto di dette disposizioni, l'attestato di prestazione energetica decade il 31 dicembre dell'anno successivo a quello in cui è prevista la prima scadenza non rispettata per le predette operazioni di controllo di efficienza energetica. A tali fini, i libretti di impianto previsti dai decreti di cui all'articolo 4, comma 1, lettera b) del D. Lgs. n. 192/2005, sono allegati, in originale o in copia, all'attestato di prestazione energetica.
     
  8. GEOPI

    GEOPI Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    Grazie a tutti per i chiarimenti preziosissimi. :applauso:
     
  9. AZALEA

    AZALEA Membro Ordinario

    Proprietario di Casa
    Sottoscrivo ogni parola : Nuovo balzello sulla casa e Nuovo lavoro per tecnici disoccupati !!!
     
  10. domenico10

    domenico10 Nuovo Iscritto

    Professionista
    sarei anch'io un certificatore energetico, avendo frequentato un secondo corso da 80 ore, con test e votazione finale per intendereci, ma io il cerificatore energetico non lo farei mai neanche col coletllo alla gola, e vi spiego perchè:
    1- ho visto i "prezzi" dei cosidetti APE, da allegare alla ultimazione o agli atti di trasferimento dei diritti o ai contratti di locazione, bene sembrano piu elemosine da clochard, tentativi abominevoli che seguendo la logica della quantita, possano facendone una decina al giorno portare all'arricchimento dei cosidetti "certificatori massivi". in realta si tratta di copia e incolla anche malamente confezionati.
    2- gli APE ai fini della legalità civile e penale di un atto hanno la stessa importanza dei titoli edilizi, dell'accatastamento, dei certificati di destinazione urbanistica, e mai e poi mai mi esporrei per una elemosina a entrare in questa concorrenza criminale e irresponsabile buttando fumo negli occhi dei proprietari, i quali pensano (poverini) che la loro unita con 150-200 euro la si possa certificare e tracciare dal punto di vista energetico, e non vi parlo di altri "prezzi" visti su internet.
    3- abbiamo simulato APE E ACE in studio, prima della redazione di questi occorre ( se si è seri e onesti) fare i dovuti sopralluoghi, misurare, analizzare tutti i materiali e non solo di costruzione dell'edificio, assumere tutti i libretti e le schede tecniche degli impianti, l'esposizione esatta, le adiacenze se e di che tipo sono, le fonti fredde, i ponti termici, le aree di potenziale condensa, e mille altri parametri necessari e non opzional, per potere elaborare sia pure con i software a disposizione un APE attendibile. poi si deve redigere rel. tecnica con indicazione sul miglioramento ed efficentamento futuro. bene solo il costo del tempo per vacazioni ammonta a circa 400-500 euro, a cui vanno aggiunte le tempistiche di studio, le elaborazioni la formazione del documento finale. e i suoi allegati, magari per ottenere un ben misera classe D, E, F ECC. su internet ve lo danno a 100 euro. bene a voi la scelta. tenete presente che un APE non veritiero da luogo a nullita in atti, a falso in certificazione pubbliche con procedimento penale, che le regioni fanno controlli a campione e sopratutto a quegli ape, di mirabolanti classi energetiche alte.
     
    A Luigi Criscuolo piace questo elemento.
  11. Luigi Criscuolo

    Luigi Criscuolo Membro Storico

    Proprietario di Casa
    Anche io non ne faccio più da 5/6 anni il mercato si èsvaccato perché nessuno controlla la qualità della certificazione. se si sanzionassero con 500 € di multa le certificazioni farlocche vedi che immediatamente le certificazioni a 100 euro scomparirebbero subito.
     
    A Daniele 78 piace questo elemento.
  12. Nemesis

    Nemesis Membro Storico

    Proprietario di Casa
    Quindi si dovrebbe diminuire l'importo della sanzione attualmente prevista?
     
  13. Luigi Criscuolo

    Luigi Criscuolo Membro Storico

    Proprietario di Casa
    mi sono espresso male quello che volevo significare è che se non controlli la qualità delle certificazioni puoi anche mettere delle sanzioni di 3.000 € ma non sono deterrenti al copia incolla delle certificazioni.
     
  14. Elisabetta48

    Elisabetta48 Membro Senior

    Spieghi benissimo le tue ragioni e come darti torto? Ti offro solo un paio di osservazioni, fanne quello che vuoi...
    Tieni conto che questa certificazione è odiata da tutti i proprietari. Chi sa già di avere una casa vecchia e della classe energetica peggiore un tempo si faceva la sua autocertificazione e tutto moriva lì (faceva la certificazione solo chi aveva fatto lavori migliorativi). Ora è obbligatoria per tutti ma come fai a chiedere a questi proprietari più dei 100-150 euro? Che poi magari mette in casa uno che nemmeno paga l'affitto.
    In compenso c'è il risvolto positivo del farsi conoscere. Io per merito/colpa dell'APE ho conosciuto due geometri (città diverse) che poi, al bisogno, ho chiamato per altri lavori. Quel primo contatto mi ha consentito di conoscerli, vedere come lavoravano e, visto che mi erano sembrati bravi, precisi, professionali, la cosa ha avuto seguito.
     
  15. Luigi Criscuolo

    Luigi Criscuolo Membro Storico

    Proprietario di Casa
    parole sacrosante. Vivo in una città con ambizioni metropolitane e non ho mai visto comprare un appartamento usando come discrimine la classe energetica. I criteri con i quali l'italiano medio sceglie l'appartamento in una città sono altri. Prima di tutto l'abbinamento ad un posto auto o ad un box: meglio se doppi; poi la vicinanza alla fermata di una linea metropolitana, ed in mancanza di questa, la presenza di varie linee di superficie a poca distanza; poi la facilità di imbocco degli assi viari per raggiungere le tangenziali per raggiungere le autostrade e gli aeroporti; se in famiglia ci sono figli la vicinanza delle scuole elementari e medie; se invece ci sono i genitori anziani la vicinanza alle loro abitazioni; ecc... ecc... . Se poi l'appartamento non trattiene il calore d'inverno e fa entrare il caldo d'estate poco importa.
     
    A Elisabetta48 piace questo elemento.
  16. domenico10

    domenico10 Nuovo Iscritto

    Professionista
    gen.le signora Elisabetta 48, l'escamotage che usano alcuni "tecnici", che con la speranza di acquisire lavoro professionale importante, producono APE, non proprio "conformi", e uso un eufemismo tra virgolette, potrebbe esporre gli stessi, se il documento non dovesse risultare veritiero, entro le tolleranze delle prestazioni energetiche comunque previste, a provvedimenti prima di sopensione dall'albo e se reiterati, di cancellazione.senza tener conto che gli stessi titoli abilitativi finali edlizi, gli atti di trasferimento dei diritti di unità immobiliari residenziali, le locazioni abitative sarebbero nulli, con tutti gli effetti civili e penali che possiamo tutti quanti, con un po di fantasia, facilmente immaginare.quindi, l'invito che approfittando della vostra pazienza, rivolgo a tutti, addetti e utenti, è di diffidare del dumping professionale, su documenti delicati e importanti come L'APE. io ribadisco sino alla noia, che pur potendolo fare ( l'APE) non lo farei mai, ho ben altro da fare, e sono abituato ad assumermi responsabilità e non a vendere fumo.
     
  17. Elisabetta48

    Elisabetta48 Membro Senior

    Tutto quello che Lei dice lo conosco già, dall'assunzione di reponsabilità alle conseguenze civili e penali in caso di falsa attestazione: la cosa era stata discussa, qui nel Forum, a fondo quando l'APE aveva sostituito l'ACE e prima si era discusso sull'ACE e così via. Personalmente Le posso garantire la perfetta conformità degli attestati che sono stati preparati per me e per miei familiari dopo scrupolosa visita ai locali, presa visione dei documenti delle caldaie, esaminati i materiali, ecc... insomma fatto tutto quello che andava fatto. Sicuramente i "miei" certificatori non corrono rischi da tanto scrupolosi sono stati. Capisco anche la Sua posizione, naturalmente, e Le auguro tanta buona fortuna per il Suo lavoro.
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina