• propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Cosa ne pensi della Mediazione Civile?

  • Bah, un'altra perdita di tempo all'italiana

    Voti: 135 36,5%
  • Mi sembra una buona soluzione per abbreviare i procedimenti

    Voti: 169 45,7%
  • Era l'ora! Sicuramente un'ottima opportunità

    Voti: 67 18,1%

  • Votanti
    370

geomarchini

Nuovo Iscritto
se il mediatore e psicologicamente preparato può risolvere molte più questioni di una coppia di avvocati che forse, di comune accordo, allungano le questioni civili con elevati costi e tempi di attesa.
 

salvo cervino

Nuovo Iscritto
Geomarchini hai centrato, e se ho ben capito siamo tuttid'accordo. Mi piacerebbe sentire qualcuno che dica il contrario per avere almeno un pare contrapposto. Se ciò non si verifica desidererei che andassimo dentro all'argomento cercando di capire quello che la legge dice e dove e come può essere applicata.
Vi ringrazio tutti, non é il mio argomento quindi mi afido a Voi.
Saluti
Salvo
 

carlo16352

Membro Attivo
le materie di mediazione riguardano le controversie relative a condominio,diritti reali,divisione,successioni ereditarie,patti di famiglia,locazioni,comodato,risarcimento danni derivante da circolazione veicoli e natanti,responsabilita' sanitarie/mediche,diffamazione a mezzo stampa,contratti assicurativi bancari e finanziari( anche se per questi ultimi c'è gia' l'arbitro finanziario gestito dalla Banca d' Italia) ovvero il 90% delle udienze civili. E' obbligatorio il ricorso alla mediazione e cio' è condizione di procedibilita'.( vale a dire il giudice di merito prima della prima udienza rimanda le parti al tentativo di mediazione.Il procedimento deve risolversi in max 4 mesi.Ossia le parti devono trovare un accordo,che deve scaturire dalla volonta' delle parti stesse ,non dal mediatore.Il verbale di accordo è ed ha efficacia esecutiva, come la sentenza.Se la parte non si presenta alla mediazione il giudice ne terra' conto art 116 codice p.c......Una volta tanto che c'è una legge semplice economica e veloce ,gia' non siamo d'accordo.

Aggiunto dopo 12 minuti :

dimenticavo .se il valore della lite non supera € 250mila .la spesa ammonta a € 1000 per parte. fate un po' voi e paragonatela ad una lite in giudizio.
 

carlas

Membro Attivo
Proprietario Casa
Io ho chiesto la mediazione per danni alla mia proprietà, provocati dal condominio. Si tratta di circa 15.000 /20.000 Euro. Mi hanno chiesto 360 Euro che pagherò solo se la controparte accetta l'incontro. Sommati ai 48 Euro iniziali, direi che la somma è accettabile. Se poi l'amministratore non venisse, l'importo di 48 Euro mi darà comunque un vantaggio nella causa, perchè -come riferisce carlo16352- il giudice dovrà tenerne conto.
 

salvo cervino

Nuovo Iscritto
Non ho ancora riscontrato contrari, vedremo. Intanto volevo capire sarebbe il caso che i mediatori si occupassero ogn'uno degli argomenti specifici che conosce??? Aiutatemi a capire, non é il mio settore dipendo da Voi
 

agostino070740

Membro Ordinario
Proprietario Casa
Ok. Ma non è detto che la parte avversa accetti le condizioni che le vengono proposte. Sono convinto che tendenzialmente non vorrà scendere a compromessi. Tutti riteniamo di essere nel giusto, particolarmente se si è consigliati da certi avvocati....
Auguri per il buon fine delle Sue aspettative.
Cito il caso del mio condominio: per un debito di €.62.000,00 consuntivo 2009/10 in seguito a contestazioni vari (che sembrano infondati o tardivi ) da parte dell'amm.re e su consigli dell'avv.to si è giunti alla condanna emessa dall' arbitrato di ben €.102.000,00 (differenza dovute alle spese ) ma non è finita mentre l'avv.to circa tre mesi or sono pensava di presentare opposizione al tribunale , il creditore con rapidità in data 23.06.11 ci ha notificato l'atto di pignoramento dei conti correnti con le immaginabili conseguenze . Ora l'amm.re non ha il denaro per la convocazione straordinaria :costo sala riunione+fotocopie e buste+ racc.te . Vorrebbe creare nuovi C/C presso altre banche ...! Gentili esperti cosa mi potete suggerire per sbloccare i conti ovvero è possibile opporsi con urgenza? Vi ringrazio per l'aiuto.
 

carlo16352

Membro Attivo
Cito il caso del mio condominio: per un debito di €.62.000,00 consuntivo 2009/10 in seguito a contestazioni vari (che sembrano infondati o tardivi ) da parte dell'amm.re e su consigli dell'avv.to si è giunti alla condanna emessa dall' arbitrato di ben €.102.000,00 (differenza dovute alle spese ) ma non è finita mentre l'avv.to circa tre mesi or sono pensava di presentare opposizione al tribunale , il creditore con rapidità in data 23.06.11 ci ha notificato l'atto di pignoramento dei conti correnti con le immaginabili conseguenze . Ora l'amm.re non ha il denaro per la convocazione straordinaria :costo sala riunione+fotocopie e buste+ racc.te . Vorrebbe creare nuovi C/C presso altre banche ...! Gentili esperti cosa mi potete suggerire per sbloccare i conti ovvero è possibile opporsi con urgenza? Vi ringrazio per l'aiuto.
Aggiunto dopo 10 minuti :

l'arbitrato è un vero e proprio giudizio di grado.L'arbitro è una struttura pubblica che emette una decisione che una sentenza.
quindi non saprei consigliarti come proseguire il giudizio di merito.Ma ai fini della discussione iniziale sulla mediazione ,mi preme sottolineare la differenza sostanziale sulla vonta' dell' istituto dove per volonta' si intende la voglia delle parti di trovare un accordo che il mediatore aiutera' a trovare , verbelizzera' e solo dopo la trascrizione in tribunale sara' equiparata a sentenza.
 

geomarchini

Nuovo Iscritto
anch'io darò il mio contributo sul forum... ho una mediazione che mi vede indirettamente coinvolto...vi farò sapere se è utile o se è la solita c§zz§t§ (§=A) :^^:! ovviamente a seconda del risultato e del buon senso delle parti ci possono essere risultati diametralmente opposti ... quindi facendo i conti "matematicamente" in caso di accordo raggiunto si presenterebbe come un ottimo strumento per risparmiare denaro ed al contrario in caso di mancato accordo, ovviamente sarebbe una spesa in più!;)
 

carlas

Membro Attivo
Proprietario Casa
Buongiorno amici. Se qualcuno vuole sapere come è andato il mio primo incontro di Mediazione, ecco il resoconto.
La questione: un guasto condominiale ha procurato danni gravissimi alla mia proprietà. L'amministratore non ha fatto le adeguate pratiche assicurative e non mi ha fatto avere alcun rimborso. (Purtroppo questo amministratore è assolutamente inetto. Forse dovrebbe cambiare mestiere). Io chiedo il rimborso delle spese che ho sostenuto per le riparazioni.
L'incontro col Mediatore è fissato per oggi, l'amministratore viene convocato con raccomandata datata 20 maggio. Risponde solo ieri, che accetta di partecipare ma non potrà prendere nessuna decisione perchè non ha il potere di rappresentare il condominio senza un'apposita assemblea.
A parte il fatto che l'amministratore ha, secondo me, tale potere, ma comunque PERCHE' non ha provveduto a convocare l'assemblea in tempo utile?????
Tutto è rimandato -causa inettitudine- al 7 novembre.
Cosa ne pensate? Sarei contenta di sentire i vostri commenti.
Grazie a tutti.
 

salvo cervino

Nuovo Iscritto
Bene, anzi benissimo Carlas
Risponde solo ieri, che accetta di partecipare ma non potrà prendere nessuna decisione perchè non ha il potere di rappresentare il condominio senza un'apposita assemblea.
Non ha agito e quindi sta tentando di non far presentare il condominio. Secondo me una lettera circolare ai condomini denunciando l'inefficienza dell'amministratore e la possibilità di maggiori danni a carico del condominio; contemporaneamente spostando l'incontro con il Mediatore cercando di far deliberare l'incarico. Gli Italiani non reagiscono per natura ma se gli tocchi il portafoglio allora è tutta un'altra musica.
 

salvo cervino

Nuovo Iscritto
Sono convinto di questo, come ebbi a dire non molto tempo fa è un qualcosa di nuovo e come tutte le cose nuove soffre di pregi e difetti di gioventù, ma che sarà qualcosa di estremamente utile non ho dubbio alcuno.
Un ciao circolare
Salvo
 

carlas

Membro Attivo
Proprietario Casa
Domanda: secondo voi un amministratore chiamato a Mediazione ha potere decisionale?
(Secondo il nostro Mediatore, che è un avvocato, non c'era bisogno dell'assemblea preventiva. La seduta non si è potuta svolgere in quanto l'amministratore ha messo per scritto, e la lettera è stata protocollata dalla Camera di Commercio, di non avere i poteri. Di conseguenza il Mediatore non ha potuto fare altro che prenderne atto.)
 

tovrm

Membro Senior
Proprietario Casa
Cosa prevede l'incarico dell'amministratore quanto a rappresentanza del condominio in giudizi/arbitrati?
 

Sluppino

Nuovo Iscritto
Se non dato incarico (meglio dire mandato) specifico, l'Amministratore non ha alcun potere decisionale.
Se ha avuto l'incarico per un caso, non è automaticamente rinnovato per il successivo, per il quale gli si deve dare altro mandato.
Saluti.

Con le buone (soprattutto con la buona volontà) si ottiene un risultato soddisfacente per le parti.
S. Luppino

Aggiunto dopo 3 minuti :

Preciso meglio una mia affermazione: "il conciliatore prende veramente poco"

La parcella del Conciliatore (dipende dall'Ente dal quale è gestito) è bassa relativamente all'importanza dell'incarico che si svolge, quindi è anche conveniente per le due parti .
 

agostino070740

Membro Ordinario
Proprietario Casa
Sarino, per cortesia come spieghi che nel caso del nostro condominio il debito preteso dal fornitore di €. 80.000,00 con il lodo arbitrale ( camera commercio - Milano ) siamo stati condannati a pagarne €.102.000,00? il ns. avv,to intendeva impugnare tale sentenza ma il creditore con tempestività, dopo due mesi ci fa trovare con i C/C pignorati con le conseguenze immaginabili ,contratti scaduti e non rinnovabili ,portiere e impresa di pulizie che dal 23 c.m intendono abbandonare i servizi , cosa si può fare con urgenza? Ringrazio tutti gli esperti.
 

Il Custode

Custode del Forum
Membro dello Staff
Proprietario Casa
Ragazzi prendete la buona abitudine di aprire argomenti e di non rinchiudere le vostre richieste/risposte in un topic di inaugurazione come questo. Altrimenti nessuno capirà di cosa volete discutere... ;)
Per la mediazione civile abbiamo appunto aperto un'area apposta :D
 

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Le Ultime Discussioni

Ultimi Messaggi sui Profili

angelamura ha scritto sul profilo di elisabetta giachini.
sono proprietaria al 50% di un appartamento di una casa bifamiliare. L'altro 50% e di proprietà del mio ex marito,L'altro appartamento che si trova al piano di sotto e' di proprieta' al 50% sempre del mio ex marito e 50% di mia figlia. Ora ci sono delle spese da sostenere per il tetto della casa. Per quanto io devo partecipare ? grazie
Alto