• propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

possessore

Membro Senior
Proprietario Casa
Ma di quanto sarà questa quota di cui sei stata estromessa? Quanto varrà in euro?
Te la sei posta questa domanda, ziggy?
 

possessore

Membro Senior
Proprietario Casa
Voglio dire, anche essere proprietari non è che siano tutte rose e fiori.
Tanto per cominciare, su questa proprietà c'è da pagare l'IMU, che tu non paghi, se non sei proprietaria. E da quanti anni avresti dovuto pagare l'IMU? Per gli ultimi 5 anni sei ancora responsabile dei mancati versamenti, se ti viene riconosciuta la quota di proprietà.
 

possessore

Membro Senior
Proprietario Casa
E la rendita catastale di questa quota che in euro vale 4000 euro, quanto sarà, secondo te?

Parlo della tua quota.

Così con lo spannometro puoi stimare quanto ti viene, perché ci pagheresti l'IMU seconda casa, se non erro.
 

possessore

Membro Senior
Proprietario Casa
Pensavo almeno 10.000 Euro.

Mi sa tanto che se fai i conti dell'IMU che avresti dovuto pagare se tu fossi stata proprietaria registrata in catasto, più le spese legali che ora dovresti pagare per l'avvocato, alla fine ci fai paro.

Spendi 4000 Euro per avere qualcosa che vale 4000 Euro.

E non è meglio se te ne stai zitta e buona?
 

ziggy

Membro Attivo
Proprietario Casa
Giusto ma la rendita catastale è minima e se devo pagare l'IMU dovrei avere anche la mia quota affitto, comunque non parliamo di cifroni però......perché no
 

possessore

Membro Senior
Proprietario Casa
Non so quanto sia la rendita catastale, e la città immagino sia Savona, quindi comunque non si possono fare calcoli di nessun genere sull'IMU.

Il valore dell'immobile è molto basso, t'hanno fregato in pratica 4000 Euro di immobile.

Non so la tua quota di affitto, detraendo la quota di IMU, quanto ti faccia stare in attivo.

Considera anche che l'affitto va considerato al NETTO delle imposte sulle locazioni.

Mah, guarda, tu sei libera di farti largo con gli avvocati, io al posto tuo, te lo dico sinceramente, sarei stato ben felice di essere stato cancellato dalla proprietà.
 

possessore

Membro Senior
Proprietario Casa
L'unica cosa su cui avresti dovuto fare più attenzione, è che dal 2015 ti hanno fatto pagare le spese di una proprietà della quale ora risulti estromessa forzatamente.

Non so a quanto ammontino spannometricamente queste spese.

Per fare bene i conti spannometrici, bisogna considerare:

1 - Quanto ti hanno addebitato di spese dal 2015 a oggi, in Euro;
2 - Quanto vale la tua quota (hai detto: 4000 Euro);
3 - Quanto ti costa un avvocato per risistemare il tutto;
4 - Quanto avresti dovuto pagare di IMU negli ultimi 5 anni se la comproprietà fosse stata regolarizzata a catasto sin dall'origine;
5 - Quanto avresti percepito di quota d'affitto, al netto delle imposte sulle locazioni.

La spesa più grande è la numero 3, gli avvocati sono misteriose variabili dai tempi di elaborazione imprevedibili. E non è detto che tu ne esca vincitrice, qualcuno potrebbe avere un asso nella manica, magari salta fuori una scrittura autenticata con atto pubblico di cui tu non ricordi nulla o non sei mai stata messa a conoscenza, e oltretutto ti paghi pure l'avvocato.
 
Ultima modifica:

ziggy

Membro Attivo
Proprietario Casa
Io sinceramente non sono tanto felice di far beneficenza agli altri condomini .
È certamente corretto analizzare costi benefici e valutero' cosa fare.
 

Gianco

Membro Storico
Professionista
Ti consiglio da far fare una ricerca storica ad un geometra che vada a spulciare nel catasto fabbricati le motivazioni dei vari passaggi. Ritengo che quello che era la portineria, quindi bene comune censibile, condominiale, ad un certo punto è stato trasformato in abitazione variandone l'intestazione con quote determinate dal tecnico con l'approvazione dell'amministratore. Altrimenti non si spiega perché la vostra quota di diritto sia stata omessa, senza che ci sia stato un atto traslativo.
 

ziggy

Membro Attivo
Proprietario Casa
Seguirò il consiglio almeno si verrà a capo del perché.


Per ora auguro a tutti un buon 2019 e un grazie sincero per i vostri consigli.
Però se domani vi viene in mente ancora qualcosa sarò felice di leggervi
 

Gianco

Membro Storico
Professionista
Pensare che il primo dell'anno uno debba analizzare i problemi altrui, quando si è ancora sotto l'effetto delle abbondanti libagioni e stia abbacchiato dalla digestione difficoltosa per l'invitante e fruttuosa battaglia, affrontata sul desco sovrabbondante per l'occasione più importante dell'anno, è chiedere che uno dia i "numeri".
Comunque, Buon Anno, ritengo che sia una previsione scontata, visto quello trascorso.
 

moralista

Membro Senior
Professionista
Qualsiasi operazione che viene fatta dai condomini, sia per acquisizione che per alienazione di immobili, deve essere approvata all'unanimità da tutti i condomini al 1000X1000 e firmata dal Notaio che deve fare la stesura dell'atto pubblico e trascritti nei registri immobiliari, il problema è riuscire ad avere l'unanimità dei condomini, anche se separati devono firmare per accettazione
 

Gianco

Membro Storico
Professionista
E' certamente molto difficile scordarsi di farti gli auguri di compleanno. E sei fortunato anche perché la gente è sempre ben disposta all'arrivo del nuovo anno, prevedibilmente migliore di quello deludente appena trascorso. Aldilà di ogni considerazione, alla sarda: A kent'annos cun saludi ed a rinnovarti gli auguri il giorno della ricorrenza.
 

Gianco

Membro Storico
Professionista
meglio andare alla Conservatoria dei Registri Immobiliari presso la Agenzia delle Entrate
Non per contraddirti, entrambi le ricerche vanno fatte, ma si comincia sempre dal catasto, dove ci potrebbero essere stati degli errori, sia dell'ufficio, che del tecnico che è intervenuto e poi vanno proseguiti in conservatoria per leggere l'atto pubblico che ha generato la variazione.
 

Luigi Criscuolo

Membro Storico
Proprietario Casa
Non per contraddirti,
allora .... non so quante volte in questo forum si è scritto che l'unico documento probante il diritto di proprietà su un immobile è la certificazione che esce dalla Conservatoria dei Registri Immobiliari. Se tu vai al CAtasto, anche se ormai tra i due enti pubblici c'é una sorta di dialogo, trovi probabilmente la situazione descritta dalla postante. come fai a contestare l' esattezza delle risultanze catastali? devi andare presso la Conservatoria per vedere con quale atto è stato modificato l'assetto proprietario e sopratutto chi è stato. Se la postante deve promuovere una azione legale per il riconoscimento della sua parte di proprietà deve allegare in atti le copie dei documenti risultanti in Conservatoria non gli estratti catastali.
 

basty

Membro Storico
Proprietario Casa
Inoltre se dal suo atto di provenienza il padre risulta comproprietario, non può esserci stato alcun atto traslativo successivo senza la firma del padre o suoi aventi causa. Per me l'errore è stato generato al catasto
 

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Ultimi Messaggi sui Profili

Buona sera a tutti, volevo fare una domanda.
Volevo sapere se un bene bcnc può essere donato?
iole ha scritto sul profilo di Pignata.
ho letto che hai accatastato molte piscine, puoi inviarmi qualcosa iolebenevento@gmail.com?
Alto