• propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

il castello

Nuovo Iscritto
Buonasera,
mio marito, geometra, qualche tempo fa ha eseguito l'accatastamento di una porzione di fabbricato, passandola dal Nuovo Catasto Terreni al Nuovo Catasto Edilizio Urbano. Al momento del passaggio, il programma ha assegnato automaticamente a questa porzione un nuovo numero di subalterno, precisamente il numero 3. Ora, la signora che ha commissionato il lavoro a mio marito vorrebbe vendere questa porzione, ma il notaio che è stato contattato sostiene che in queste condizioni non è possibile fare l'atto, perchè il subalterno n. 3 esiste già, nel NCT, ed è intestato ad un'altra persona, per cui in caso di ipoteca non sarebbe possibile identificare il bene.
Il suddetto notaio ha asserito che è un errore elementare, che lo capirebbe anche un bambino....
A me invece non sembra una cosa così ovvia, innanzitutto perchè i subalterni hanno sì lo stesso numero, ma sono censiti in Catasti differenti (il n. 3 ai terreni, qualora venisse regolarizzato, riceverebbe dal programma un nuovo numero di subalterno), e poi perchè è il programma a decidere il numero di subalterno da assegnare, nè il tecnico incaricato, nè chi registra la pratica.

Se per caso ne sapete più di me.... aiutatemi!!! :disappunto:

Grazie e a presto
 

Marco Giovannelli

Membro dello Staff
Professionista
Se serve una mano a tuo marito digli che puo' tranquillamente chiamarmi per telefonoo mandarmi un'email o messaggio ptv. Almeno possiamo utilizzare un linguaggio più' tecnico. Non sonoi riuscito a capire bene cosa tu intenda dire. Saluti
 

Leometra

Nuovo Iscritto
Salve.

Non credo che sia preminente comprendere se è un errore di "programma" o di "bambino": sembra trattarsi tuttalpiù di una duplicazione di identificativo come se ne riscontrano davvero parecchie, in Catasto.

Quindi ne parlerei con il Tecnico di Servizio. In qualche Ufficio Provinciale è detto Tecnico di Turno o in qualunque altro modo, ma si tratta sempre di un Tecnico del Catasto a disposizione per chiarire i dubbi inerenti le anomalie. e la duplicazione di identificativo è generalmente un'anomalia che si può desiderare di eliminare anche se tra Catasto Terreni e Catasto Fabbricati non c'è necessariamente legame in questo senso.

Del resto se anche il notaio non volesse stipulare per una propria mania ingiustificata, penso che si debba considerare se conviene lo "scontro" con lui o una semplice procedura catastale: a seconda delle "abitudini" dell'Ufficio (Catasto che vai, usanza che trovi ;) ) potrebbe essere sufficiente un'istanza o richiesto un "Docfa" per variazione di identificativo. Di solito la prima, meno onerosa, ha però tempi più lunghi; ma anche il Docfa non può costare più di 200 euro.
Che son sempre soldi, ma se calcoliamo le perdite di tempo nei confronti con il notaio, l'incertezza di riuscire a convincerlo e la permanenza del problema anche per il futuro, potrebbero essere ben spesi!

Spero di aver dato un contributo utile.

Leonardo Gualandi
 

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Ultimi Messaggi sui Profili

Affitto immobile a stranieri ed occupato da più persone
Ho affittato un appartamento ad un ragazzo extracomunitario con regolare contratto registrato, ma ho saputo che adesso in quell'appartamento ci vivono anche altri due ragazzi non parenti tra di loro anch'essi extracomunitari, volevo sapere se hanno diritto a viverci e se ho delle responsabilità e sopratutto corro il rischio di essere denunciato dai miei vicini?
Alto