• propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

JR1987

Membro Ordinario
#21
grazie per la spiegazione Gianco !
si questo dove confluiscono è una specie di pozzo boh se non ci fossero le condotte che portano al suo interno acqua credo che non "tirerebbe" più di 10 litri di acqua al giorno poi nelle estati di secca proprio nulla

è fatto di mattoni quindi non trivellato e poco profondo saranno poco più di 2 metri
 
#22
è fatto di mattoni quindi non trivellato e poco profondo saranno poco più di 2 metri
per determinare la profondità dei pozzi, quando 45 anni fa andavo in giro per cascine, usavo un doppio decametro alla cui estremità avevo messo un peso. Poi, dopo aver sottratto l'altezza della struttura, controllando il tratto bagnato della fettuccia riuscivo, con l'aiuto di un altimetro, ad avere la quota della falda nel pozzo. Per due anni ho fatto questo lavoro: era la mia tesi.
 

Gianco

Membro Storico
#23
Quindi non è una cisterna ma un pozzo di falda freatica che intercetta l'acqua di superficie. Probabilmente ti trovi in pianura in una zona paludosa nei periodi piovosi, ma secca negli altri periodi, tant'è che si recupera l'acqua con facilità. Però, se necessitasse dovrebbe essere facile scavare il fondo del pozzo a meno che non ci si trovi in presenza di roccia superficiale.
 

JR1987

Membro Ordinario
#24
credo proprio di si Gianco infatti anche il fabbricato ha subito nel corso degli anni delle belle spaccature... non avendo fondazioni adeguate (giusto 30/40 cm come si facevano 70 o più anni fa)
ha subito secca e periodi più piovosi che muovono la terra (questo detto in maniera molto grossolana per come mi ha detto un geometra)
 

JR1987

Membro Ordinario
#25
ultima domanda...
30 anni fa a distanza di circa 1 km in linea d'aria da quei pozzi c'era una discarica ... ormai dismessa e bonificata nel 1988

secondo voi quell acqua è comunque possibile usarla per innaffiare ?

io finora l'ho sempre fatto senza preoccuparmene anche perchè non l'ho mai bevuta
però per avere una sicurezza in più
 

Gianco

Membro Storico
#26
Dirti se sia il caso di usare quell'acqua per usi differenti da quello potabile senza conoscere che tipo di discarica fosse è un azzardo. Certamente tu puoi sapere se quell'acqua possa essere inquinata e se sia utilizzabile ai fini irrigui.
 

JR1987

Membro Ordinario
#27
come si può fare per far analizzare un campione d'acqua per capire quanto e se è inquinata l'acqua ai fini irrigui ?

a chi c'è da rivolgersi ?
 
#31
se le analisi fanno emergere la presenza di inquinanti, pericolosi per la specie umana o fuori dalla tolleranza, la struttura pubblica, per evitare noie future, inibisce l'uso del pozzo, e lo può anche sigillare per un certo periodo di tempo o fino a quando successive analisi mostrano il rientro dei parametri nei limiti di utilizzo. La struttura privata con gli stessi parametri può sconsigliare vivamente l'utilizzo ma non può inibire l'aggottamento o sigillare il pozzo.
Più di quarantacinque anni fa stava facendo un lavoretto da neolareato "free lance" nella zona dove avevo svolto la tesi: dovevo riportare su una cartografia i punti causa dell'inquinamento della falda freatica. Girando per i vari paesi mi sono imbattuto in una zona di villette: in una di queste c'era una famiglia che ci viveva ed aveva una avviata attività di produzione di medaglie sportive, medagliette e rosai. Questa gente per dorare le medaglie e le catenine facevano dei bagni galvanici al cianuro. Quando si esauriva la soluzione, siccome la casa non era collegata con la fognatura, la scaricavano tal e quale nel pozzo perdente che si trovava in giardino, abbastanza distante da casa. Il fatto è che questa gente aveva nello stesso giardino un pozzo freatico dal quale attingevano acqua per irrigare il giardino ed una parte di questo adibito ad orto. Alle mie osservazione che tale pratica non era prudente mi sono sentito rispondere "cosa vuole che le dica sono vent'anni che ci comportiamo così e non siamo ancora morti" . Secondo me erano (tutta la famiglia) emuli di Mitridate.
 

JR1987

Membro Ordinario
#32
grazie per il consiglio Luigi, ho provato già a scrivere una mail ad un laboratorio che ho trovato online della mia zona se mi può analizzare l'acqua di pozzo ai fini irrigui

spero che mi rispondano

solo che vedendo ho trovato che per quanto riguarda l'acqua le analisi da fare sono parecchie... vorrei far fare quelle strette necessarie a stabilire se ci si può irrigare

tanto potabile non lo è di sicuro
 
Ultima modifica:

JR1987

Membro Ordinario
#34
vi aggiorno allora, visto che le "fonti" da cui mi approvvigiono sono ben 3 se non è troppo oneroso le farò analizzare distintamente altrimenti ... forse le farò analizzare mischiandole ma potrebbe venir fuori un bel "purpuri" inutile
 
#35
innanzi tutto bisogna tenere conto che il terreno con la sua attività microbica e le piante hanno un certo potere depurante su alcuni inquinanti, Certo è una attività lenta che non vale per tutti gli inquinanti e per concentrazioni limitate.
Visto che dichiari di usare l'acqua per scopo irriguo, magari solo giardino, dovrai fare solo determinate analisi che chi fa questo lavoro ha ben individuato. Se invece userai l'acqua emunta dal pozzo anche per irrigare l'orto ti suggeriranno di fare delle analisi biologiche per stabilire la presenza di batteri che possono trovare attecchimento sulle verdure che poi mangerai.
Non so quanto ti spareranno ma io ti suggerirei, tanto per levarti ogni dubbio, una analisi completa chimico-biologica per vedere se l'acqua è potabile, oppure se può essere usata solo per scopi irrigui oppure se, per utilizzare l'acqua del pozzo, hai bisogno di un impianto di microfiltrazione o di filtrazione ad osmosi per rendere utilizzabile tale acqua (questo potrebbe essere un suggerimento che taglia la testa al toro anche se poi il costo della manutenzione e della corrente ha un suo costo sull'emungimento dell'acqua dal pozzo).
Tieni presente un principio che se è cessata la causa dell'inquinamento l'emungimento di acqua dal pozzo è una tecnica di depurazione: l'acqua tirata fuori dal pozzo richiama altra acqua nell'acquifero (terreno che contiene acqua); questo movimento meccanico trascina gli inquinanti che alla fine scompaiono perché estratti con l'acqua.
Comunque, se non tratterai l'acqua estratta dal pozzo, un esame fatto prima del periodo della irrigazione ed uno fatto dopo ti potranno dare una idea su che tipo di pozzo possiedi.
 

JR1987

Membro Ordinario
#36
In realtà vi spiego, il casolare è in vendita...
io lo farei solamente per fornire informazioni precise all'acquirente senza nulla nascondere.
Se non ricordo male 30 anni fa quando fece chiudere la discarica mio padre chiamò un geologo e un biologo per le analisi della falda, voglio vedere se trovo qualche cosa a riguardo. Nel frattempo aspetto una risposta dal laboratorio e magari chiedo se mi possono fare un analisi per capire se posso innaffiare l'orto.

Purtroppo l'acqua sono già sicuro che non sia potabile
 
#37
In realtà vi spiego, il casolare è in vendita...
scusa ma allora determina se si tratta di un pozzo o di una cisterna alimentata da altri pozzi, perché mi risulta un pò stonato la storia di un pozzo che viene alimentato da altri pozzi. Come avviene questa alimentazione per colata gravitativa oppure per mezzo di pompe di travaso?
Dai per scontato che l'acqua non è potabile e si arrangi il compratore. Non credo che tu possa pretendere una certa cifra se l'acqua del pozzo può essere usata per irrigare zucchine e rapanelli.
 

JR1987

Membro Ordinario
#38
ahahaha si certo ovvio no era solo per dare informazioni più precise all'acquirente
che l'acqua non era potabile ho del 1990 delle analisi ma riportano pochi dati, eventualmente domani ve li scrivo qui.

l'alimentazione avviene per colata gravitativa, il "pozzo" è più in basso rispetto agli altri
e ci sono 2 "valvole" da aprire e chiudere

non è facile da spiegare anche perchè sinceramente una cosa del genere non l'ho mai vista in giro

per far capire meglio dovrei fare una foto ... appena mi è possibile metto tutto qua
 

Gianco

Membro Storico
#39
Se ci sono "2 valvole" ci sono, almeno, altrettante condotte. A questo punto sarebbe opportuno che tu potessi conoscere la bontà di ogni pozzo per decidere quale acqua e come utilizzarla.
 

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Ultimi Messaggi sui Profili

moralista ha scritto sul profilo di robertomarte.
Auguri per il compleanno, conserva la delibera dell'assemblea, e in caso di infrazione potresti incolpare i dissenzienti
Salve,dal 20 settembre 2017 sono venuto ad abitare con una famiglia a cui ho prestato la mia opera di badante per un loro cugino gravemente ammalato, che è deceduto dopo un mese,la famiglia di sua spontanea volontà mi fece la proposta di rimanere a vivere con loro fin quando non avrei trovato un'altra lavoro ma non mi avrebbero pagato per dare una mano in casa,mi dovevo accontentare di vitto e alloggio
moralista ha scritto sul profilo di luciano155.
ma non c'è neanche il profilo di luciano155
tanti auguri a tutti buone feste e tante belle cose lella
anche x marinarita grazie della comprensione ...comunque c'e' legge nuova x tutelare proprietari case ….noi alla fine da 1 giugno 2013 a 7 luglio 2017 mai pagato affitto 4 anni piu' spese tribunale avvocati tasse ...ecc. se pagava onestamente l'affitto tutti i mesi non sarebbe in questa situazione le lasciano meta' stipendio….tanti anni ...non so se ne valeva la pena non pagare l'affitto ….giustizia e' fatta
Alto