• propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Ivan Longo

Membro Junior
Proprietario Casa
Buongiorno a tutti,

Premessa: nel nostro condominio abita una coppia, dove la moglie rappresenta la nuda proprietà, mentre il marito è usufruttuario. La grande maggioranza di noi condomini, apprezza molto questo signore perché è tecnicamente molto competente, cordiale e sempre presente alle assemblee con proposte e soluzioni interessanti.

Domanda: abbiamo chiesto a questo signore di fare il consigliere, e lui accetterebbe, ma l'amministratore ha detto che per farlo occorre essere proprietari. Avrà anche ragione, non lo so, ma se la maggioranza lo accetta come consigliere, non può farlo?

Grazie per la vostra attenzione.
 

Franci63

Membro Senior
Proprietario Casa
ma l'amministratore ha detto che per farlo occorre essere proprietari.
Occorre essere condomini.

Secondo l’art. 1130 bis c.c. “ L'assemblea può anche nominare, oltre all'amministratore, un consiglio di condominio composto da almeno tre condomini negli edifici di almeno dodici unità immobiliari. Il consiglio ha funzioni consultive e di controllo.”
L’usufruttuario è condomino, quindi può essere nominato consigliere.
 

Ivan Longo

Membro Junior
Proprietario Casa
Grazie 1000 Franci63 per l'utilissima risposta con il relativo riferimento al C.C.
Un'ultima domanda, per mettere la ciliegina sulla torta, :), esiste un riferimento C.C, sentenze di Cassazione o altro dove si riporta che "L’usufruttuario è condomino "?

Grazie ancora,
Ivan
 

Franci63

Membro Senior
Proprietario Casa
Nessun articolo specifico, ma come l'usufruttuario può partecipare alle riunioni di condominio e votare per l'ordinaria amministrazione, e pagare le relative spese, così può essere consigliere.
Poi il ruolo di consigliere non è così importante, cioè consiglia ma non decide; quindi non capisco le remore dell'amministratore.

l’art. 67, terzo e quarto comma, disposizioni di attuazione del codice civile, si occupa di ripartire la competenza, tra proprietario ed usufruttuario, a partecipare all’assemblea di condominio.
L'usufruttuario di un piano o porzione di piano dell'edificio esercita il diritto di voto negli affari che attengono all'ordinaria amministrazione e al semplice godimento delle cose e dei servizi comuni.

Nelle deliberazioni che riguardano innovazioni, ricostruzioni od opere di manutenzione straordinaria delle parti comuni dell'edificio il diritto di voto spetta invece al proprietario
”.
 

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Ultimi Messaggi sui Profili

fiorenza ha scritto sul profilo di Sonia Roma.
L'Avv. Vincenzo Morganti con studio legale a Roma afferma che la spesa è a carico del nudo proprietario trattandosi di spesa straordinaria.
Laura56 ha scritto sul profilo di Pizzi.
Ciao Pizzi, ho trovato una tua vecchia discussione, dato che mi trovo nella tua situazione, ti posso chiedere info? Grazie
Alto