• propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Pablo

Nuovo Iscritto
Ciao, ho un grosso problema.
Sto vendendo una casa che ho costruito nel 1992. Prima di fare il compromesso mi sono informato e nella mia zona tutte le compravendite sono state effetuate senza certificato di abitabilità, il notaio mi ha detto che per lui non è neccessario.
L'acquirente lo sapeva, ma il perito della sua banca lo ha richiesto minacciandomi che se non lo fornisco entro tempi brevi non erogano il mutuo.
Ora l'acquirente mi dice che se la banca non gli concede il mutuo perchè non ho fornito tutta la documentazione, mi chiederà il doppio della caparra.
Cosa posso fare????
 

Adriano Giacomelli

Membro dello Staff
Proprietario Casa
Non ci sono accordi in deroga alla Legge. Tu non puoi vendere un immobile che non sia in regola da un punto di vista della commercializzazione. Detto ciò, con le case si deve lottare anche perchè non sono cifre irrisorie.
A) Devi cercare di sanare e ottenere l'abitabilità. Un bravo tecnico e raggiungere l'obiettivo.
B) Avrai sottoscritto un preliminare dove hai specificato che non potevi, non avevi l'abitabilità e quindi non sei l'inadempiente da un punto di vista della trattativa privata, se la sua banca non eroga è un problema dell'acquirente che non ha pensato a questo inconveniente. (Naturalmente la banca ha ragione, non può prendere a garanzia un bene che non avendo abitabilità, non è commerciabile)
Quindi direi che la posizione rimane congelata con questi facilmente ipotizabili sviluppi:
A) L'acquirente ti aspetta sino all'agibilità
B) Recede e tu devi rendere la caparra, naturalmente firmate carte certe che non vengano fuori cause di richiesta caparra doppia.
 

GianfrancoElly

Membro Attivo
Proprietario Casa
Ho letto l'articolo inserito da Ennio Rossi: la sentenza di Cassazione dichiara che non si può redigere il rogito in assenza della abitabilità. Come è possibile che per il notaio non ci sono problemi? Ancora una volta si dimostra che i salati compensi dei notai non sono giustificati dall'utilità del loro operato.
 

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Le Ultime Discussioni

Ultimi Messaggi sui Profili

sammarco ha scritto sul profilo di dolly.
Dolly , buonasera vorrei un chiarimento a riguardo dei lavori che devo fare in casa, come: sostituzione servizi igienici e mattonelle, impianto elettrico, porte e tinteggiatura.
Tutto cio' rientra nella manutenzione straordinaria al 50% oppure e manutenzione ordinaria senza usufruire della detrazione. Grazie e aspetto una tua risposta.
loveme ha scritto sul profilo di belt.
Ciao! Scusa il disturbo ma ho letto della tua discussione "affitto stanze a studenti, numero massimo di stanze senza dover aprire partita IVA". É una questione che riguarda anche me ma sto facendo fatica a trovare una soluzione ai miei problemi. Se non ti è di troppo disturbo, potrebbe esserci un modo per contattarti e scambiare due parole sulla questione? Grazie mille in ogni caso
Alto