1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

  1. micoh

    micoh Nuovo Iscritto

    Proprietario di Casa
    Buongiorno, devo presentare una voltura catastale a seguito di successione. Premesso che gli eredi del de cuius sono il marito e 4 figli, vorrei in merito alcune delucidazioni:
    1) Al de cuius è stato modificato d'ufficio il codice fiscale, a seguito dell'abolizione del comune di nascita, e tutti gli immobili sono intestati col vecchio codice fiscale. Nella voltura, nei contro del de cuius, indico il codice fiscale vecchio? ;

    2) Da visura catastale, il de cuius risulta titolare di immobili per 1/7 e i restanti 6/7 sono intestati ai sei fratelli che risultano non essere eredi in successione. A seguito di successione si avranno le seguenti frazioni, ovvero 2/42 al coniuge e 1/42 a testa ai 4 figli. Quando compilo la voltura castale, devo fare nuova ditta inserendo 2/42 al coniuge, 1/42 a ogni figlio, e scrivere pure i fratelli a 6/42, o fare il contro di 1/7 al de cuius e a favore di 2/42 al conigue e 1/42 a figli?

    3) Da visura catastale, il de cuius risulta titolare di un terreno per 8/42 come colono perpetuo e concedente in parte, i restanti 34/42 sono i fratelli anche loro coloni perpetui e concedenti. Quando faccio la voltura catastale come diritto cosa inserisco, visto che la dicitura colono perpetuo non c'è? Magari Enfiteusi? e Per il diritto "concedente in parte devo inserire una nuova nota nella voltura?

    4) Ho un ultimo dubbio su un immobile, che in visura mi esce intestato al coniuge del de cuius per 1/6 in regime di comunione dei beni e quindi per un 1/12 di proprietà del de cuius. Premetto che in visura non esce nessun altro intestatario per i restanti 5/6 dell'immobile, che a detta del coniuge dovrebbero essere cosi suddivisi, in un 1/6 coniuge in comunione dei beni, 1/6 coniuge in separazione dei beni, 4/6 una figlia. Detto ciò, potrei fare una nuova voltura attraverso la funzione nuova ditta e distribuire le quote sulla base delle indicazioni del coniuge? ovvero 20/72 al coniuge ( somma della quota ereditata ad 1/6 in separazione dei beni), 49/72 alla figlia ( somma della quota ereditata ai 4/6 già in suo possesso) e 1/72 a testa agli altri tre figli?

    Grazie mille in anticipo!!
     
  2. griz

    griz Membro Senior

    Professionista
    che situazione complicata!
    1) il C.F. non mi risulta si modifichi, in alcuni casi ho potuto verificare che i nati in un comune che viene assorbito e/o comunque non risulta più come tale, rimane quello. Se sei nato lì sei nato lì (mia madre è nata in un comune che poi è stato frazionato in 3 comuni, addidirttura all'istituzione dei CF il comune già non c'era più ma lei è nata lì e il suo CF riporta quel codice del comune oggi inesistente)
    2) devi frazuinare secondo le quote quanto ereditato anche se in quota minima, se iscrivi nuova ditta devi ripportare tutti i dati di tutti, altrimenti fai "in luogo di" e inserisci solo i tuoi
    3) credo che l'enfiteusi sia l'interpretazione corretta
    4) se ci sono carenze nell'intestazione devi allineare con un'istanza
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina

  1. Questo sito utilizza i cookies. Continuando a navigare tra queste pagine acconsenti implicitamente all'uso dei cookies.
    Chiudi