• propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Atticoit

Nuovo Iscritto
Proprietario Casa
Ciao a tutti vi chiedo un'informazione tecnica. Sono alle prese della ricerca della mia prima casa da comprare. Ho trovato un appartamento che vorrei acquistare che allo stato attuale è il risultato di un frazionamento di un immobile più grande sviluppato su due piani ma è ancora in fase di ristrutturazione quindi al momento non è dato sapere la rendita catastale. Ovviamente per l'acquisto vorrei richiedere il mutuo e posso avere il 100%. l'agenzia immobiliare mi ha chiarito che per sapere se il mutuo potrà essere erogato dalla banca occorre che l'immobile sia accatastato e con rendita catastale certa, e che per questa certezza occorrono almeno altri 3 mesi. Mi è stato detto, però, che è possibile eventualmente richiedere alla banca una quantificazione di un eventuale mutuo su base reddituale per avere almeno l idea sulla disponibilità potenziale della banca a concedermi il mutuo. Fatto questo passaggio preliminare con la banca, l'agenzia immobiliare mi dice che è possibile versare un acconto di almeno €5000 in assegno che rimarrà in agenzia per fermare l appartamento in attesa della conclusione dei lavori ecc ecc. Secondo voi come dovrei comportarmi? É un passo rischioso non conoscendo la futura rendita catastale? se per caso alla chiusura lavori la banca per qualche motivo non mi concede il mutuo sperato ma meno di quello preventivato e io con i miei mezzi non posso sopperire alla quota di denaro non erogata, (esempio: valore 100000, richiedo mutuo al 100%, poi dopo la perizia la banca mi concede solo 80000 e io non posso metterci i 20000€ di differenza) perdo i €5000 che ho versato come caparra? Quali sono i passi corretti da seguire in questo caso? Grazie a tutti quelli che vorranno/ potranno / sapranno rispondermi.
 

Franci63

Membro Senior
Proprietario Casa
E’ comunque saggio che tu vada in banca per capire se è quanto sei finanziabile.
Poi potresti fare una proposta con condizione sospensiva legata all’erogazione della cifra che ti servirebbe finanziare: se non la ottieni, il contratto resta inefficace, l’agenzia ti deve rendere l’assegno da 5.000, e le provvigioni non sono dovute.
Naturalmente è possibile che il venditore non accetti tale proposta, poiché fino a lavori e accatastamento concluso , più i tempi per la perizia, non avrebbe nessuna certezza di poter vendere.
Più che della rendita , mi preoccuperei della regolarità dei lavori.
Ma, come detto, con una condizione sospensiva non rischieresti di perdere soldi , se, per qualsiasi motivo, non ti daranno il mutuo.
Tieni presente che, anche se otterrai il mutuo al 100%, cosa non così facile, devi avere da parte un 10/12% del prezzo, per pagare tutte le spese (notaio, imposte, agenzia).
Di più, se devi arredare.
 

Atticoit

Nuovo Iscritto
Proprietario Casa
Grazie mille per la risposta. per quanto riguarda spese notarili imposte e quant'altro (compreso il mobilio) diciamo che ci sto dentro. quello che non posso permettermi sono quei famosi €20000 dell' esempio del mio post precedente. quelli proprio non li riuscirei a trovare. Il passaggio preventivo con la prima banca già effettuato e positivo, quindi posso, su base reddituale, non avere problemi di erogazione. Secondo te per fare le cose in regola devo interpellare un avvocato per la proposta con condizione sospensiva?
Grazie
 

vittorievic

Oggi è il mio Compleanno!
Proprietario Casa
dubito che una banca eroghi un mutuo per l'acquisto di una unità immobiliare non accatastata e che non abbia il certificato di regolarità urbanistica. Secondo me stai mettendo il carro davanti ai buoi. Non è che il venditore deve finanziare i lavori in corso?
 

Franci63

Membro Senior
Proprietario Casa
Secondo te per fare le cose in regola devo interpellare un avvocato per la proposta con condizione sospensiva?
Normalmente no, ma la condizione sospensiva va scritta bene , e non tutti gli agenti lo sanno fare ( spesso scrivono tre parole approssimative, non sufficienti).
Parlane con l'agente.
 

griz

Membro Storico
Professionista
una rendita catastale è simulabile conoscendo la consistenza e le catatteristiche dell'immobile progettato ma non credo sia così importante quanto il prezzo e la tua capacità di venire finanziato
 

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Le Ultime Discussioni

Ultimi Messaggi sui Profili

Buona sera... Una domanda.. Il confine per delineare una proprietà si prende dal muro di confine o dal paletto della rete?
TomBolzo ha scritto sul profilo di maidealista.
Buonasera,
dovrei eliminare l'allegato che ho erroneamente allegato sul post Anticipo rogito rispetto compromesso
riuscite a risolvere? sulla pagina dell'assistenza quando seleziono i vari link mi dice che non ha trovato la pagina.
Scusa se non è la sezione giusta.
Buona serata!
Alto