1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

  1. pescamare

    pescamare Nuovo Iscritto

    Buongiorno
    Per motivi di luce, per adeguamento alla normativa edilizia di una ristrutturazione, devo trasformare, sempicemente allungandola una finestra in portafinestra, al 1° piano di una palazzina della quale io ho la maggioranza millesimale, la finestra si affaccia sul giardino di esclusiva proprietà dell'altro proprietario, posso farlo anche senza il suo consenso.
    Saluti
     
  2. Andrea Sini

    Andrea Sini Membro dello Staff

    Professionista
    Si, a patto (e non è questo il caso) che non di leda il decoro dell'immobile.
    Consiglio di fare tutto in regola con i permessi comunali per evitare problemi.
    Fare attenzione che con la nuova normativa antisismica secondo la zona può essere necessario l'intervento di un ingegnere.
     
    A pescamare piace questo elemento.
  3. Adriano Giacomelli

    Adriano Giacomelli Membro dello Staff

    Proprietario di Casa
    Chiedo scusa, ma non puoi aprire una porta su un giardino di esclusiva proprietà di terzi, sarebbe una grave lesione del diritto. Anche un ampliamento di finestra va concordato con il vicino che ha tale superficie in esclusiva proprietà.
     
    A pescamare piace questo elemento.
  4. felixgiovanni

    felixgiovanni Nuovo Iscritto

    Condivido Adriano tenendo anche presente quanto suggerito da qsdini sui permessi comunali e sicurezza statica....Trasformando la finestra in porta-finestra vi è evidente aggravio di servitù a scapito del proprietario frontista per cui necessita la sua adesione....oltre al titolo che autorizza la modifica prospettica dell'edificio. Se l'immobile fosse ubicato in un centro storico, o zona comunque vincolata dal punto di vista paesaggistico-storico-ambientale, difficilmente sarebbe possibile attuare l'ambita trasformazione ...e, giustamente, ma non in ultimo, qualora la struttura della palazzina fosse in muratura portante e l'ubicazione ricadesse in area a rischio sismico, occorrerebbe anche la relativa verifica statica....
     
    A Alessia Buschi, Andrea Sini e pescamare piace questo elemento.
  5. Andrea Sini

    Andrea Sini Membro dello Staff

    Professionista
    Ottime considerazioni.
    Spiego la mia posizione: ho detto di si in quanto ho ragionato nel modo seguente: esiste già la finestra su giardino privato altrui, pertanto la possibilità di "prospicere et inspicere in alieno" è esistente. La servitù si manifesta nel momento in cui la nuova apertura consente il passaggio alla proprietà privata di altri, ma non si è parlato di questo. In pratica la parte bassa dell'infisso basta che sia fissa non apribile se basta per la superficie illuminante ed è soddisfatta la ventilane, ma se bisogna soddisfare anche la ventilante, quindi il nuovo infisso deve essere tutto apribile, basta murare delle sbarre all'esterno per evitare che si crei la servità di passaggio in alienno.
    E' bello discutere con persone che hanno pareri diversi, insieme si trovano sempre le migliori soluzioni.
     
    A felixgiovanni piace questo elemento.
  6. Andrea Sini

    Andrea Sini Membro dello Staff

    Professionista
    Concordo anche con Adriano nel concordare con il vicino, in virtù dei rapporti di buon vicinato, la modifica al prosteppo.
     
  7. pescamare

    pescamare Nuovo Iscritto

    Buongiorno
    La trasformazione da finestra in portafinestra è stata richiesta con regolare dia e progetto di un ingegnere solo per l'adeguamento alla normativa vigente nel comune di Livorno a seguito di una ristrutturazione, solo dopo un po di tempo il tutto è stato stoppato con querela al comune dall'altro inquilino, a causa di ruggine dovuta a problemi di eredità, a me sarebbe sufficiente anche un piccolo allargamento della finestra per raggiungere un ottavo della superfice della stanza, questo si potrebbe fare senza il consenso dell' altro condomino?
    Ringrazio anticipatamente per l'aiuto che potete darmi.
    Cordiali saluti
     
  8. pescamare

    pescamare Nuovo Iscritto

    Ciao, la Tua risposta mi conforta, ma da quale legge è supportata, quest'ultima puo variare da comune a comune (regolamento edilizio), è stata presentata regolare dia, poi sospesa parzialmente.
    Saluti
    Alessandro

    Aggiunto dopo 12 minuti :

    Buongiorno
    Forse non sono stato chiaro, la finestra è già esistente, non creo nessuna nuova servitù, e se viene trasformata in portafinestra, è perchè il regolamento edilizio, cita, che la superfice della finestra deve essere un ottavo della superfice della stanza, ma resta sempre una finestra.
    Saluti Alessandro
     
  9. Andrea Sini

    Andrea Sini Membro dello Staff

    Professionista
    Cosa intendi per "...poi sospesa parzialmente"?
    Non ti conviene allargarla in senso orizzontale invece che verticale?
    Il tuo vicino arrabbiato sarebbe più contento nel secondo caso?
     
  10. pescamare

    pescamare Nuovo Iscritto

    fa parte di un frazioamento, la dia è stata sospesa solo nella parte che riguarda la finestra, per allargarla in orizzontale, essendo una parete portante, secondo il progettista, dovevo mettere la rete elettrosaldata su tutta la facciata, e credo che anche in questo caso occorra il consenso del vicino, che è un parente molto arrabbiato ritenendo di essere stato trattato male dal testatore.
    saluti alessandro
     
  11. felixgiovanni

    felixgiovanni Nuovo Iscritto

    Staticamente è più agevole ampliare la superficie vetrata in "verticale", abbassando di quota, cioè, il davanzale della finestra ...fino a farla diventare anche porta-finestra... ma occorrono sempre verifiche preventive e accorgimenti costruttivi tali da non destabilizzare la presumibile continuità muraria, ancorchè limitata al paramento esterno... Ampliando l'apertura si modifica il prospetto e la DIA non è più sufficiente...per giunta occorre acquisire anche il titolo preventivo che abiliti a richiedere tale modifica (delibera assembleare o atto equivalente..) che, ribadisco, qualora l'immobile si trovasse in zona "A" o comunque vincolata (centri storici), difficilmente si potrebbe ottenere...in tali aree vi sono deroghe normative ai prefissati minimi rapporti superficie finestrata/pavimentata. In ultimo, nella fattispecie, vi è aggravio di servitù per cui necessita ulteriore nulla-osta a tutela dei diritti di terzi. Saluti
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina