• propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

ralf

Nuovo Iscritto
Ho un problema analogo a quello già presentato da un altro visitatore di Propit, una agenzia mi ha valutato la casa in maniera sproporzionata, mi sono lasciata tentare ed ho affidato un incarico scritto molto lungo, ora il mio appartamento non và venduto ed a fine anno debbo rogitare la casa nuova.Mi rendo conto di essere stata una sprovveduta e mi sono fidata del primo venuto, come faccio a liberarmi dell'impegno preso, considerando che comunque mi è stata fatta una valutazione completamente errata?
 

Ennio Alessandro Rossi

Membro dello Staff
Professionista
Per dare compiuta risposta occorrerebbe vedere la lettera di incarico e valutare se siano state inserite clausole vessatorie. Diversamente è un problema; Le consiglio di rivolgersi ad un' associazione dei consumatori .
In alernativa potrebbe tentare una conciliazione se l'agente aderisce ( non è tenuto per legge). In tal caso rivolgersi alla Camera di Commercio. La pratica costa molto poco e è semplice. Le segretarie la aiuteranno a compilare la modulistica ed invieranno per suo conto la proposta alla controparte.
 

ralf

Nuovo Iscritto
Questo delle valutazioni alte da parte delle agenzie immobiliari con l'obiettivo di ottenere un incarico è un vero e proprio problema ormai di dominio pubblico. Come liberarsi dell'incarico non saprei perchè non sono un legale, sono comunque situazioni spiacevoli, hai provato a far presente la situazione all'agenzia cercando una soluzione indolore?
 

Mauro Sambucini

Membro Attivo
Forse dico una baggianata, ma a mio modesto parere il sistema più indolore potrebbe essere quello di contattare l'agenzia, dirgli chiaramente che si sono comportati male, ma giacche tu devi vendere digli che sei disposta a scendere di prezzo purchè loro diminuiscano i compensi e il periodo di incarico.
Questo consiglio non sarà entusiasmante per i miei colleghi, però mi metto nei tuoi panni, devi vendere e ti trovi bloccata, in qualche modo devi cercare di uscirne. All'agenzia dai la possibilità reale di vendere, e se non ci riescono tu avrai la possibilità di cercare qualc'unaltro nel caso in cui questa agenzia oltre che approfittatrice della buona fede dei clienti fosse anche incapace.
 

Jrogin

Fondatore
Membro dello Staff
Professionista
Per dare compiuta risposta occorrerebbe vedere la lettera di incarico e valutare se siano state inserite clausole vessatorie. Diversamente è un problema;
Concordo pienamente con Ennio Alessandro Rossi
 

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Ultimi Messaggi sui Profili

Ho affittato a un inquilino con figli in età scolare un alloggio al 2° p. di un piccolo condominio. Il fornaio del p.t., si è lamentato "pesantemente" con me perchè i suddetti figli (ora in DAD) lo disturbano durante il giorno. Ho invitato civilmente il padre a moderare l'esuberanza dei ragazzi ma inutilmente. La domanda è: Qual è la mia responsabilità circa il diurno disturbo arrecato al fornaio?
Buongiorno. Mio figlio è proprietario di un locale di 35 mq. adibito a magazzino, classe C2 ubicato nel cortile di un palazzo, piano terra. Desiderando cambiare la destinazione d'uso, per realizzare ad esempio un piccolo laboratorio, deve avere il consenso del condominio, con delibera assembleare?
Alto